News 2008 - I trimestre

13 Gennaio 2008, ore 12:45

Eccoci quindi alle prime news di questo 2008, che almeno per il sito vede molte novità di riferire. Nel tardo pomeriggio di sabato ad otto, cioè il 5, il servizio ftp.br73.net ha manifestato nell'upload un'anomalia curiosa e inquietante. Quando ho inserito nel mio spazio disco l'Home Page che avevo modificato è successo il patatrac: pagina originale cancellata e trasferimento aborted! Al momento ho pensato ad un disguido tecnico; ogni tanto era accaduto in passato. Anche il giorno dopo non c'è stato verso trasferire alcunché. Che fosse stata la Befana a portarmi un bel bug? Infine in serata, a quasi 24 ore dall'avaria, mi sono deciso a consultare l'′Oracolo informatico′ cioè il mio amico Gabriele. Se lo contattate in MSN potrete notare una frase emblematica: Gli amici si vedono nel momento del... reboot; non è forse vero? Dopo qualche domanda di rito, ‘Kappa′ ha emesso, complimentandosi con me, la sentenza: spazio disco esaurito! In effetti togliendo un paio di file da 1 MB l'uno l'upload è ripreso... Così mi sono arricciato metaforicamente le maniche per iniziare un'alacre opera di sfrondamento. Ho principato [‘‘iniziato’’] con la cartella delle immagini relative alle schede d'astronautica; alla fine ho liberato quasi una trentina di MB.  Adesso nella cartella dell'immagini ci sono solo quelle che si vedono sulle pagine del sito e le schede d'astronautica. Ma l'opera di recupero non si è fermata a quella sola cartella remota, infatti in 'files' c'erano ben 84 MB! Con spirito critico e animo impassibile ho depennato vari eseguibili di programmi utili; la "lista dei caduti" è stata abbastanza lunga. Fra l'altro il depennamento ha permesso di correggere molti errori e imprecisioni su varie schede di programmini dei tempi passati. Se poi sentite la mancanza di un applicativo in particolare, fatemelo sapere prima di maledirmi; sicuramente sull'hard disk ho la copia della copia della copia... eheheh Dovete infatti sapere che nel rispetto del principio di ridondanza tendo a fare enne copie file/cartelle che reputo importanti. ‘Kappa′ mi ha più volte consigliato di fare un bel ripulisti repulisti del pacciame ridondante che occupa buona parte dei miei HD. In effetti tali dispositivi di memoria di massa assomigliano a delle discariche dove viene stoccato di tutto e di più. Dopo aver sfrondato i file degli applicativi ho provato a fare altrettanto con quelli della pagina 'bischerate'. Purtroppo lo spazio disco su Altervista per una diabolica impostazione non reindirizza all'URL nonostante si possa trasferire il file. Mi piego meglio: se ci metto pinco_pallino.tot e clicco su http://br1973.altervista.org/files/pinco_pallino.tot appare una pagina che non c'entra nulla con pinco_pallino.tot. Invece sullo spazio disco della TIN (l'ex Xoom.it) non ci posso trasferire alcunché come se fosse esaurito. L'opera di recupero ha portato i suoi buoni frutti e circa 70 MB in più, che se mi li amministro bene dovrebbero bastare per un paio d'anni. Non sapendo cosa mi riserverà il futuro, vi riferisco di un'aggiunta effettuata in una sezione dell'Home Page. Come accessorio utile per il ticker in PHP dei parziali di calcio di Globalscore, ho aggiunto un orologio analogico con i quattro numeri principali: 12, 3, 6, 9 in senso orario naturalmente. P.S. del 12.04.2009: suddetto ticker PHP è stato definitivamente rimosso. Così sarà più facile fare mente locale fra il minuto parziale della partita, l'ora di inizio e della sua fine. Quando cambierà la durata dei tempi di una partita di calcio allora mi inventerò qualcosa; tanto prima o poi Blatter ci penserà, ne sono sicuro... Dato che sono una persona precisa ed un italiano, l'ora di riferimento è sempre quella dell'Italia. Quindi il ticker e l'orologio sono settati sul "fuso della Ferruccia" (di Agliana), mio paese di residenza. Dovete perdonare un certo campanilismo che a voi potrà sembrare un disturbo borderline, ma è solo una questione di geografia: la Ferruccia è "divisa" dal torrente Ombrone [Pistoiese] in due zone: una nel comune di Agliana e l'altra in quello di Quarrata. Quando dico di abitare alla Ferruccia, specifico sempre che sto nella parte aglianese. Curiosamente — ammesso che vi interessi — il distretto telefonico di Agliana è quello Prato (0574), mentre Quarrata è "sotto Pistoia" (0573). Fino al 17.12.1998, quando non era obbligatorio il prefisso, se volevo telefonare ad Agliana facevo il numero a diritto eheheh. Chiudendo questa parentesi geografica-campanilistica-telefonica, che vi sarà interessata il giusto, termino anche siffatto resoconto. Domani è il grande giorno per MESSENGER, che alle 19:04:39 UTC transiterà a 203 km di quota da Mercurio. Il suo sarà il primo dei tre fly-by che gli permetteranno di raccogliere dati e immagini per il delicato inserimento orbitale previsto per il 18.11.2011. Nel frattempo Mercurio sarà incrociato il prossimo 6 Ottobre ed il 29 Settembre 2009. Il centro di controllo della missione ha rilasciato quattro status report nell'ultima settimana: lunedì 7, martedì 8, mercoledì 9, giovedì 10. Alle 11:04 UTC del 9 la sonda ha ripreso — da 2,7 milioni di km — la prima immagine a bassa risoluzione (70 km/pixel). Era dal 1975 che il primo pianeta del sistema solare non veniva "ritratto" da una sonda spaziale (allora fu il Mariner-10). Ieri la Nasa ha rilasciato l'ultima immagine disponibile, ripresa venerdì da 1,7 milioni di km. Il pianeta, anzi la sua "falce", si vede un po' meglio; infatti la risoluzione è di 44 km/pixel. Sul portale della Nasa troverete tutti i riferimenti per seguire il fly-by in diretta web; altre interessanti informazioni le trovate su questa sezione. Se invece volete iscrivervi alla newsletter cliccate qui, ovviamente aggiornamenti e notizie sono in inglese. Per tampinare la sonda vi ricordo la sezione “Where in MESSENGER?”, mentre per vedere dove sta Mercurio c'è pure la specifica sezione “Where is Mercury now?”. Questo pianeta, proprio perché "vicinissimo" al Sole (la sua distanza varia da 46 milioni di km al perielio a 70 all'afelio) è praticamente invisibile dalla Terra. Solo per circa tredici volte al secolo questo corpo s'interpone fra la nostra vista ed il disco solare. Durante questi transiti, così vengono chiamati, si può vedere un puntino stagliarsi sull'abbacinante sfera del Sole. Naturalmente ci vuole un telescopio per vedere qualcosa, ma sopratutto è necessaria una protezione adeguata sennò si rischia di bruciarsi la retina che significa cecità totale e irreversibile. Ben sapendo che nessuno di voi guarderà il Sole senza adeguate protezioni, vi riferisco che l'ultimo transito di Mercurio è dell'8 Novembre 2006. Purtroppo in quell'occasione dai cieli europei non si vide un accidente. Se cercate Mercurio 2003 transito su Google, troverete molte immagini riprese il 7 Maggio di quell'anno anche dall'Europa. La prossima interposizione è prevista per il 9 Maggio 2016. Naturalmente anche Venere transita davanti al Sole; i suoi passaggi però sono meno frequenti del 13-14% rispetto a quelli di Mercurio per motivi che non sto a dirvi. L'ultimo è stato l'8 Giugno 2004, il prossimo sarà il 6 Giugno 2012. Perché ho scritto questo direte voi? Semplice, per riferirvi una cosa che non sapevo: Venere e Mercurio possono transitare contemporaneamente sul disco solare. Purtroppo tale evento è assai raro, diciamo rarissimo e per di più in futuro assai remoto: avverrà nell'anno 69.193 e 224.508! Ma tornando adesso al fly-by della sonda Nasa previsto per domani, verranno raccolte oltre 1200 immagini. Molte di queste saranno inedite perché riguarderanno il 20% della parte che non fu ripresa da Mariner-10 nel corso dei suoi tre fly-by del 1974-75. Naturalmente la risoluzione delle telecamere digitali, capaci anche di produrre immagini a colori, non è nemmeno comparabile a quelle in tecnologia vidicon del Mariner. I dati raccolti, fra cui quelli sul campo magnetico e gravitazionale, serviranno a pianificare i due successi fly-by e l'inserimento orbitale previsto nel 2011. Intanto Deep Impact, la navicella non l'omonimo film del 1998, ha eseguito il suo primo incontro ravvicinato "terrestre". Per ora sul sito ufficiale della missione non ci sono immagini della Terra, ma sicuramente saranno pubblicate nei prossimi giorni. Non essendoci novità sulle missioni robotiche della Nasa su Marte, indovinate quale potrebbero mai essere, passo oltre.  Ai primi del mese mentre la squadra si allenava al centro sportivo Marpafut di Marbella, il direttore sportivo Corvino ha intavolato varie trattative di cessione poiché l'unico acquisto ufficiale della campagna trasferimenti invernale è David Càcia. Si sono fatti nomi di giocatori a cui sarebbe interessata la Fiorentina: Sissoko [classe 1985] centrocampista del Liverpool magari in prestito fino a Giugno, l'esterno destro difensivo Vargas [1983] del Catania, il "gioiellino" Di Matteo ['89], centrocampista del Pescara. Sul fronte cessioni ci sono in ballo vari giocatori: Vanden Borre, Potenza, Lupoli con un occhio anche a chi si svincolerà il 30 Giugno per fine contratto (Liverani, Ujfaluši, Vieri). Il mini ritiro di Marbella si è concluso martedì 8 con qualche disguido, tipo l'infortunio occorso a Càcia. Il 9 la Lega Calcio ha deciso di adottare la "Formula del cerimoniale di fine gara". È una lodevole iniziativa che segue quella inaugurata dalla Fiorentina lo scorso Novembre; però — a mio modesto parere — non doveva né essere imposta e tanto meno fatta sembrare una specie di lezione di educazione civica. Dopotutto cosa abbiamo da imparare da 22 miliardari, pardon milionari, che dopo aver rincorso una palla, essersi presi a pedate, male parole si danno la mano solo perché "costretti"? Il calcio dovrebbe essere solo quello che è: un gioco con tutti i suoi annessi e connessi di tifo appassionato (ma non invasato) e sportività. Purtroppo il giro di interessi, soldi e tanto altro l'hanno rovinato da un dì... peccato. Lasciando stare questo argomento, ad oggi nella Fiorentina non ci sono stati movimenti di cessioni/acquisti. Qualche obiettivo si è accasato, alcuni erano delle dicerie, altri si sono allontanati, qualcuno avvicinato. Sembra che uno scambio Vanden Borre-Papa Waigo (giovane attaccante del Genoa) si possa fare. Per le ultime notizie dell'ultima ora, scusate il gioco di parole, cliccate qui. Voglio altresì ricordare che solo per il calciomercato mi metto a scrivere sulle trattative ed i giocatori riguardanti la Fiorentina. Dopotutto ci sono siti, anzi portali, appositi che seguono la squadra gigliata quasi in tempo reale. Non voglio fare pubblicità, comunque se cliccate qui vedrete un elenco non esaustivo. Non considerando la partita che verrò disputata oggi,  Parma (18) –  Fiorentina (28), ecco i prossimi impegni dei gigliati:  Fiorentina  –  Ascoli  alle 18 di mercoledì 16, ritorno degli ottavi di Coppa Italia (andata 1-1) [radiocronaca su Radio; diretta in DT su La7 Cartapiù];  Fiorentina  –  Torino  alle 20:30 di sabato 19. Brevemente vi riassumo gli obiettivi principali della Pistoiese per la campagna trasferimenti invernale, il cosiddetto calciomercato di "riparazione". Dopo un girone d'andata abbastanza deludente, i dirigenti della società hanno finalmente individuato i "buchi" nella prima squadra: un centrocampista d'interdizione ed un attaccante da affiancare a Motta (sempre ammesso che questi rimanga). Per il primo ruolo si erano fatti vari nomi, fra cui quello di Ficini che ha giocato nell'Empoli fino alla scorsa stagione. Sembrava che fosse una trattativa difficile, ma il ds Botteghi è riuscita a portarla in porto giovedì 3. Fabrizio Ficini nato a Empoli l'11.10.1973 ha giocato ben 8 stagioni in serie A (cinque nell'Empoli, una nella Sampdoria, Bari e Fiorentina). Nel corso della sua carriera ha disputato 6 stagioni in serie cadetta (2 nella Samp e 4 nell'Empoli). Comunque esordì in C1 nel 1990-91 con la squadra empolese rimanendoci fino al 1993-94. Alla presentazione di Ficini era presente la dirigenza quasi a gran completo: il presidente onorario Romano Braccialini, l'amministratore delegato Emanuele B., il direttore sportivo Giovanni Botteghi e il team manager Sauro Magni. Mancava il presidente Massimiliano B. per suoi motivi che certo non conosco. Botteghi, un po' scocciato per gli stràli (attacchi polemici) sulla campagna acquisti estiva, ha voluto precisare che queste "correzioni" in corsa servono sia per l'attuale campionato che per quello del prossimo anno. Ficini ha firmato un contratto fino al 30 Giugno, si definisce un centrocampista incontrista, di qualità ma anche di grande esperienza. Non gioca una partita ufficiale da sei mesi, ma si è allenato da solo e con una squadra dilettantistica vicino Empoli. Intanto l'allenatore avrebbe deciso per un modulo tattico con una sola punta (Motta), un regista, due ali e due mediani. Quindi la ricerca si è spostata su un trequartista, preferibilmente sinistro, che possa affiancare gli attaccanti ma capace pure di ripiegare. Un giocatore così ci sarebbe già: Giovanni Cipolla che si vuole svincolare dalla Lucchese. Per motivi vari tale svincolo non è cosa semplice e così le possibili alternative potrebbero essere: Nicola Ciotola del Pisa (inseguito però da Lucchese e Potenza); Roberto Colacone del Modena (Monza, Novara, Pescara); l'ex Jimmy Fialdini del Frosinone (che però ha un alto ingaggio). Sabato 5 la Lega professionisti di serie C ha comunicato che Lanciano-Pistoiese, rinviata per neve il 16.12.2007, sarà recuperata domenica 27 alle 14:30. Intanto la mattina di Befana si è disputata a Capostrada una partitella in famiglia dove però sono mancati vari giocatori (Motta, Lanzillotta, Caco, Baldassarre) colpiti dall'influenza. In settimana Botteghi ha comunicato le possibili cessioni che devono essere prioritarie sugli acquisti. Galardini è molto vicino allo Scandicci (serie D), Maa Boumsong potrebbe tornare al Treviso e poi girato alla Pro Sesto, anche Baldassarre ritornerebbe al Bari, Cacelli è richiesto dalla Carrarese. Infine Michele Lanzillotta (che ha finora deluso come Cocco e Biancospino) vorrebbe rimanere in categoria; per ora solo il Manfredonia sembra essere interessato. Chiudendo il capitolo del "calciomercato di riparazione", Boldrini e Di Simone sono stati gli ultimi a marcare visita per l'influenza. Martedì 8 Cipolla ed il suo procuratore si sono incontrati con i dirigenti della Lucchese, ma dato che non c'era il presidente la situazione è rimasta in stallo come prima. Intanto Galardini è stato ceduto in prestito allo Scandicci, Baldassarre è nel mirino del Rovigo (C2/B). Mercoledì 9 si è chiarita la situazione ingarbugliata per l'eventuale passaggio di Cipolla: se il giocatore rinunciava a parte dell'ingaggio maturato con la Lucchese e accettava il contratto biennale proposto dalla Pistoiese allora si poteva fare entro martedì 16. Invece se rimane a Lucca, andando in panchina o in tribuna fino alla termine della stagione, potrà fare vertenza con la società per recuperare quanto gli spetta. Botteghi ha posto al giocatore il termine di oggi per decidere, poi il ds dovrà per forza battere altre piste. Intanto è quasi certo l'arrivo del ventenne esterno destro Cuneaz dalla Cremonese; la formula sarebbe quella della comproprietà con la Juventus, proprietaria del cartellino. In vista della gara casalinga di oggi a Taranto, Ficini (che non gioca in C1 da dodici anni) potrebbe debuttare in maglia. Naturalmente non è al 100% e gli manca il ritmo partita, ma il suo apporto sarà importante visto le defezioni al centrocampo di: Pisani (non ancora ristabilito dallo stiramento all'adduttore patito con la Lucchese), Boldrini (ancora convalescente per l'influenza), Guerri (squalificato). La Pistoiese dovrà serrare le file per acquisire subito un risultato positivo e prolungare così la serie utile in trasferta che dura dalla sconfitta di Massa (0-1 il 21.10.2007). Una coppiola di successi, dopo il 3-1 al Crotone, potrebbe rilanciarla in classifica lontano dai playout e... finisco qui che è meglio. Non considerando la gara che sarà disputata fra meno di due ore,  Taranto (29) –  Pistoiese (20), ecco i prossimi impegni (ravvicinati) degli arancioni:  San Marino  –  Pistoiese  alle 15 di mercoledì 16, andata degli ottavi di Coppa Italia serie C;  Pistoiese  –  Arezzo  alle 14:30 di domenica 20 [ radiocronaca, anche on-air, su RDP]. Margine Coperta – Junior Aglianese di sabato 5 è terminata 0-1 con gol di A. Costa. Leggendo sul forum della Terza categoria Pistoia, bazzicato sopratutto da giocatori di questo campionato, ‘Neroverde’ ha scritto: Nei primi 25 minuti abbiamo giocato benissimo ma diciamo che l'occasione più importante l'hanno avuta loro [traversa] prima del riposo. Lui che questa partita evidentemente l'ha giocata, conclude: sinceramente la vittoria poteva essere un po' più netta vedi qualche gol sbagliato . La seconda in classifica, il Pistoia Nord, non ha giocato a Spignana perché la gara è stata rinviata d'ufficio molto probabilmente per l'avverse condizioni meteo (la neve immagino). Non conoscendo l'esito di Junior Aglianese – Sporting Banchina, ammesso che ieri si sia giocata perché pioveva come Dio la mandava, la parte alta della classifica dovrebbe essere: J. A. 28; Pistoia Nord 32; GS San Marcello 28. Intanto mercoledì 16 si giocherà il recupero Spignana-Pistoia Nord. Prossimo impegno dei neroverdi: J. A. – Antares alle 14:30 di sabato 19, prima giornata del girone di ritorno. Per oggi è davvero tutto, ho scritto moltissimo e di questo me ne dolgo con tutto il cuore, ma non me ne pento eheheh. Alla prossima, saluti da ‘Br73’ Raffaele.

 Post Scriptum  Dice che in un recente sondaggio, commissionato dal ministro della Pubblica Istruzione, il 18% di un campione di studenti ha detto che Pistoia è in Nebraska! Sinceramente mi cadono le braccia a sentire quanto è caduta in basso la scuola italiana e non solo perché sono di Pistoia. Ammetto che PT può essere confusa con Potenza (PZ), l'ho visto spesso sugli indirizzi di lettere o stampe, ma collocare la città toscana in uno stato Usa è davvero fuori dal mondo. Inoltre il nome Pistoia è tipicamente italiano e non mi sembra che abbia assonanze o riferimenti anglosassoni. Chissà perché quasi un quinto degli studenti intervistati ha dato questa riposta stramba, diavolo mi piacerebbe proprio saperlo. Se fossi al posto di Fioroni, domattina proibirei l'uso delle calcolatrici e ripristinerei la materia "disegno e bella scrittura" (cambiata in pagella come "lettura, scrittura ed altre attività ricreative" dal 1955). Infatti non si scrive più a mano e se lo si fa la calligrafia è spesso atroce che non sembra nemmeno italiano. Le tabelline, le divisioni con la virgola, le sottrazioni a due cifre ormai sembrano desuete e inutili. Invece sono importanti anche per tenere il cervello in azione e non essere dipendenti dalle diavolerie elettroniche. Lo so che per la scuola italiana ci vorrebbe ben altro; ma io farei anche imparare le poesie, scrivere i temi a casa, leggere i quotidiani in classe e capire i congiuntivi che spesso e volentieri si usano in maniera abnorme tanto da coniare bizzarri neologismi.

mercoledì 23 Gennaio 2008, ore 21:45

In questi ultimi dieci giorni riguardo il sito, nelle fattispecie le oltre 250 pagine di cui si compone, c'è poco da segnalare. Dopo queste news è stato necessario creare una nuova pagina di archivio per quelle del 2008 ('news2008_tri1'). Già le "novità astronautiche" avevano necessitato di una nuova pagina d'archivio trimestrale ('news_astronautica2008_tri1') e annuale ('archivio_news_astronautica2008'). Soprassederò sulle modifiche apportate per garantire i collegamenti fra le pagine 'archivio_generale', 'archivio_news2007', 'archivio_news2008'. Qualche giorno fa ho notato che il forum da me creato nello scorso Settembre per le ROMs del MAME32, http://romsmame.forumer.it/, è stato rimosso. ‘Kappa′ mi ha detto che la scarsa affluenza può comportare la cancellazione da parte dei responsabili di un portale che fornisce forum. Naturalmente dalla pagina 'MAME32_x_ROMs' è stata tolta la gif che puntava al fu forum, scusate il gioco di parole. Chiudo questa parentesi, che per me è tutto a posto e certo non me ne faccio un cruccio. Parlando con delle mie compaesane che hanno recentemente bazzicato l'Home Page e si sono fatte stimare la data di morte consultando questo sito web, ho notato che non si erano accorte che alcune gif avevano dei collegamenti ipertestuali. Così ho bordato di blu tutte queste gif in maniera che si capisca che sono "linkate". Infine ho deciso di aggiungere nella parte alta dell'Home Page una sezione dedicata al triste fenomeno dei morti sul lavoro. Purtroppo questo stillicidio tiene l'orribile passo dell'anno passato: 65 ad oggi, ventitreesimo giorno del 2008; una media di 2,82 ogni 24 ore! Dove diavolo stanno l'istituzioni, l'INAIL con il suo tesoretto di 13 miliardi ed i sindacati? Forse vaneggio  o voglio solo lottare contro i mulini a vento; ma trovo assurdo morire per lavorare. Se cliccate su questa gif, vedrete la lista aggiornata in tempo reale — a cura di http://nomortilavoro.noblogs.org/ delle persone morte/ferite. Nota: il colore non è stato scelto a caso, infatti è rosso come il sangue versato da queste persone. Più sotto potrete vedere un'altra lista relativa al 2007, che purtroppo è stato un altro annus horribils (1047 persone morte e 26.186 rimaste invalide in 1.047.458 infortuni sul lavoro). Infine voglio segnalarvi che da quest'anno la data di ogni news riporterà anche il nome del giorno; la sezione delle statistiche al sito e all'Home Page uscirà ogni 30 giorni circa. Il massimo avvicinamento fra MESSENGER e Mercurio si è avuto alle 19:04:39 UTC, 20:05 italiane, di martedì 14. La sonda è transitata a circa 191,75 km dalla superficie ricevendo così una "spinta gravitazione" (gravity assist). Durante l'incontro ravvicinato sono state riprese centinaia d'immagini, alcune davvero suggestive; una raccolta di queste sono visibili in questa sezione del sito ufficiale della missione. Forse non lo sapevate, ma Mariner-10 nei tre sorvoli del 29.03.1974 (703 km di distanza • 412 foto), 21.09.1974 (48.069 km • 314 f.), 16.03.1975 (327 km • 319 f.), riprese il 45% della superficie. Praticamente le 1045 immagine raccolte, alcune ad alta risoluzione, riguardano una sola faccia di Mercurio. Tornando a MESSENGER, da lunedì 13 fino a ieri sono stati rilasciati almeno uno status report il giorno (due il 14, 15 e 16). Cliccando qui potrete vedere tutti i rapporti del 2008. Sicuramente la notizia più importante è quella di venerdì 18 quando lo Science Operations Center dell'APL ha confermato che gli oltre 500 MB raccolti e conservati nella memoria a stato solido di bordo erano stati trasferiti a terra. Il centro di controllo ha inoltre confermato che i sette strumenti scientifici di bordo si sono comportati come previsto senza anomalie di rilievo. La sonda finora ha raccolto 1213 immagini dalle telecamere del MDIS [Mercury Dual Imaging System]. Oltre a dati sul campo magnetico e gravitazionale, è stato usato l'MLA [ Mercury Laser Altimeter]. Al secondo fly-by di Mercurio, 06.10.2008, mancano più di duecentocinquantasei giorni; mentre all'inserimento in orbita, 18.03.2011, rimangono ancora mille e centoquarantanove giorni. Per la cronaca, dal 03.04.2004 (lancio) la sonda ha percorso nello spazio 2,268 miliardi di km. Riguardo Deep Impact/EPOXI non ci sono altri status report oltre all'ultimo del 31 Dicembre scorso. Comunque se volete vi posso dare i dati esatti del fly-by terrestre di San Silvestro: ore 19:29:20.6633 UTC ± 0,0005 secondi (cioè le 20:29:21 italiane); quota: 15.567,626 ± 0,009 km. Non avendo altro da segnalare chiudo qui questa sezione.   Parma (18) –  Fiorentina (28), penultima giornata del girone d'andata giocata domenica 13, è terminata 1-2 [ diretta testuale, tabellino, highlights, statistiche 1 e 2, analisi aggiornata delle gare disputate dal 15.01.2007 al 14.01.2008]. Guardando la sintesi posso dire che se nel primo tempo i locali avessero condotto 3-0 non avrebbero avuto nulla recriminare. Poi il colpo di testa di Mutu, deviato da un difensore, ha dato il vantaggio ai gigliati. Come bene sapete, oppure no, se un pallone subisce una deviazione — influente o non che sia — e poi termina in rete, questa viene assegnata all'autore del tiro. Solo autoreti "conclamate", tipo quelle alla Comunardo Niccoli, vengono considerate tali. Io ero/sono del "partito" della deviazione influente/non influente; comunque chiudo qua questa "questione" peraltro importante come quella del sesso degli angeli. Tornando alla partita, ‘Bobone’ nel finale con un dribbling in area dei vecchi tempi si è fatto sgambettato; a me sembrava un mezzo rigore però — anzi meglio così — l'arbitro concedeva la massima punizione. Adesso vorrei aprire una parentesi personale, in quei momenti mi trovavo in macchina quasi a Porta al Prato, quasi in cima a via Pistoiese naturalmente a Firenze. Stavo beccando sei pronostici della schedina Snai che avevo giocato nel primo pomeriggio; potevo vincere 60,72 € (che non cambiano certo la vita, ma fanno comunque comodo). Io tapino, e tifoso, avevo messo under a Parma-Fiorentina. Per chi non lo sapesse questo pronostico "copre" lo 0-0, 0-1, 0-2, 1-1, 1-0, 2-0; insomma non più di tre gol nella gara. Alla notizia del rigore per la ‘Viola’ mi sono trovato di fronte ad un bivio: 1) sperare in un non gol per vincere 60,72€; 2) fregarmene e poi bearmi del vantaggio in extremis? Mentre Mutu si sistemava il pallone sul dischetto, così sentivo da Radio, la maggior parte dei miei pensieri era rivolta alla seconda "opzione". Quando il romeno ha realizzato, zittendo poi il pubblico locale che l'aveva un po' sbeffeggiava, ho realizzato che non dovevo più giocare alla Snai le partite della Fiorentina. Passando brevemente a qualche nota statistica, Mutu è arrivato a quota 11 (anche se un paio di gol sono nati da deviazioni influenti). La ‘Viola’ ha realizzato ben 16 punti fuori casa, anche dove il campo appariva ostico (il Parma aveva conquistato 16 dei suoi 18 punti in classifica fra le mura amiche). Infine una nota curiosa: i Della Valle non erano mai riusciti a ripartire dopo la sosta natalizia con una vittoria, almeno per quanto riguarda al serie A.  Fiorentina  –  Ascoli , ritorno degli ottavi di Coppa Italia disputato mercoledì 16, è finito 2-0 [ cronaca + tabellino, highlights, precedenti e statistiche, fotogallery). La gara non potevo vederla in nessun caso sia perché ero al lavoro e anche perché era in diretta sul Digitale Terrestre della La7. Comunque i due gol di Pazzini li ho sentiti sull'onde di Radio mentre tornavo a casa in macchina sull'A11, insolitamente libera a quell'ora di punta. Visto l'1-1 maturato nell'andata a Ascoli del 12.12.2007, i gigliati si sono qualificati ai quarti di finale dove incontreranno la Lazio. Qualche giorno dopo si è perfezionato con il Genoa lo scambio Papa Waigo-Vanden Borre; il senegalese (scheda tecnica; articolo a cura di violanews.com) arriverà a Firenze quando la sua nazionale avrà terminato la Coppa d'Africa. La formula del trasferimento è la comproprietà con il Genoa, immagino che entro il prossimo 30 Giugno le due parti dovranno definire il suo destino calcistico. Infine  Fiorentina (31) –  Torino (17), secondo anticipo dell'ultima giornata d'andata giocato sabato 19, ha avuto un finale "di rigore": 2-1 [ diretta testuale, tabellino, highlights, statistiche 1 e 2, fotogallery, analisi aggiornata delle gare disputate dal 21.01.2007 al 20.01.2008). La partita l'ho vista al solito circolo di Valenzatico ed è stata abbastanza emozionante; sinceramente il primo rigore poteva starci, ma il secondo anche a "velocità normale" è sembrato abbastanza discutibile. Mutu è caduto un po' a pelle d'orso e dal replay non sembrava esserci stato un contatto con il difensore. Comunque il giudice sportivo con la prova TV non l'ha squalificato e quindi si può ritenere che non si sia comportato da "cascatore". Passando brevemente ai numeri, la Fiorentina ha chiuso il girone d'andata con la terza vittoria consecutiva, seconda in casa (dove ha perso solo con Udinese e Inter). Vieri con il rigore del vantaggio ha toccato quota 200 gol nei professionisti (esordio in serie A il 15.12.1991 in Torino-Fiorentina 2-0). Le sue due centinaia di gol sono suddivisi: 175 in serie A e quindi 25 in serie B, dove ha militato nel Pisa (11.1992-06.1993, 18 presenze/2 gol), Ravenna (1993-94, 32/12) e Venezia (1994-95, 29/11). Il Torino non riesce a vincere a Firenze da più di trent'anni: l'ultima volta, 31.10.1976, segnò Graziani al 78’; da allora solo tante sconfitte e qualche pareggio (l'ultimo il 18.11.2001). Come ad ogni giro di boa del campionato, ecco i numeri principali: 34 punti, 9 vittorie (5 in casa; 4 in trasferta), 7 pareggi (3; 4), 3 sconfitte (2; 1). I gol fatti sono stati 30 (20 in casa; 10 in trasferta), mentre quelli subiti 18 (12; 6). I marcatori sono nell'ordine: 12 Mutu (5 rigori); 4 Pazzini e Vieri (1); 3 Santana; 2 Montolivo e Osvaldo; 1 Donadel e Gamberini. La squadra gigliata aveva maturato dei primati fino alla vittoria all'Olimpico con la Lazio (12ª giornata), ma poi una striscia di 3 sconfitte e 2 pareggi ha riportato la squadra sulla terra, se così si può dire. Tornando alle notizie in casa, non voglio scrivere altro sul calciomercato che potrebbe riguardare giocatore gigliati. Pantaleo Corvino sa sicuramente il fatto suo, vediamo cosa potrà tirare fuori dal cilindro da oggi a giovedì 31 alle 19, quando si concluderà il "calciomercato di riparazione". Prossimi impegni per la prima squadra:   Lazio   –  Fiorentina  alle 21 di domani, andata dei quarti di Coppa Italia professionisti [diretta su Rai3; cronaca su Radio];  Empoli (16,penultimo) –  Fiorentina (34,quarta) alle 15 domenica 27, prima giornata del girone di ritorno;  Fiorentina  –   Lazio   alle 20:30 di mercoledì 30, ritorno dei quarti di Coppa Italia. Note: 1) il Milan deve recuperare ancora due gare di campionato, una — quella con l'Atalanta — la sta recuperando stasera; 2) anche nei quarti della coppa nazionale valgono le regole del turno precedente. Lunedì 28 inizierà il 60° Torneo di Viareggio “Coppa Carnevale”, che si svolgerà dal lunedì seguente la prima domenica di Carnevale al lunedì seguente la terza domenica di carnevale (11 Febbraio). La partita inaugurale, l'unica in programma, vedrà impegnata come di consueto allo stadio dei Pini “T. Bresciani” la squadra detentrice del torneo, nella fattispecie il Genoa contro il Tottenham. La Primavera è inserita nel girone 9 con i pari età del Interblock Lubiana, Città di San Benedetto del Tronto, New York Star. I giovani gigliati debutteranno mercoledì 30 allo stadio “L. Masini” di Santa Croce sull'Arno (Pisa) contro l'Interblock Lubiana. Venerdì 1° Febbraio ci sarà il secondo impegno contro il New York Star al “Filippo Raciti” di Quarrata (Pistoia). Infine lunedì 4 sul campo sintetico Santa Maria di Empoli è in programma la sfida con la Città di San Benedetto del Tronto. Per regolamento saranno ammessi agli ottavi di finale le vincenti dei gironi più le due migliori seconde del gruppo A (gironi 1, 2, 3, 4, 5, 6) e B (gironi 7, 8, 9, 10, 11, 12). I criteri per formare gli accoppiamenti degli ottavi di finali ve li risparmio perché questi si giocheranno dal mercoledì 6 Febbraio. Ogni giorno Rai Sport Sat darà un incontro in diretta, il programma è visibile a questa pagina. Fra i vari impianti di gioco utilizzati, quasi tutti toscani, ci sono come già detto il “F. Raciti” di Quarrata e il “G. Bellucci” di Agliana, il “Silvano Barni” di Montale, il “Nelli” di Montemurlo (Prato), il Comunale di Maliseti (Prato). Lo stadio quarratino, intitolato lo scorso anno a Filippo Raciti, ospiterà: il 29 Juventus-Pumas Unam; il 1° Febbraio la gara della Fiorentina contro il Città di San Benedetto del Tronto, Inter-Piacenza il 4, un ottavo di finale il 6 e addirittura una semifinale il 9. Invece allo stadio “Germano Bellucci” il 31 si giocherà Milan-Malaysian Indian ed un ottavo di finale mercoledì 6 Febbraio. Infine al “Barni” di Montale, “Nelli” di Montemurlo, Comunale di Maliseti si disputeranno rispettivamente: Milan-Malaysian Indian (31 Gennaio), Inter-Reggina (1° Febbraio), Pakhtakor-Lazio (il 4). Per saperne su questo importante torneo giovanile a livello mondiale basta cliccare sul sito ufficiale. Iniziando da  Taranto  –  Pistoiese  di domenica 13, c'è da dire si è giocato in uno stadio “Erasmo Jacovone” quasi deserto (3500 spettatori su una capienza di 27.584) e con la curva Nord chiusa per disposizione del giudice sportivo. Nonostante fosse la trasferta più lunga del campionato, 811 km da Pistoia, una dozzina di supporter erano presenti nel settore a loro riservato. Il duo Ansaldi-Bellini dovendo fare a meno di Caco e Boldrini (debilitati dalla febbre), Pisani (appena rientrato in gruppo dall'infortunio), Guerri (squalificato) hanno schierato una formazione difensiva. Ficini ha subito debuttato in maglia per le tante assenze al centrocampo Già al 2’ su calcio d'angolo "tagliato" da sinistra, Ascenzi deviava di testa anticipando il suo marcatore diretto; Mareggini respingeva d'istinto quasi sulla linea, poi la palla ha forse sfiorato un difensore arancione (in maglia da trasferta) appostato sul palo. Comunque l'arbitro aveva ravvisato un fallo in attacco e quindi la rete sarebbe stata annullata. Al 26’ Cutolo (Aniello e quindi non Raffaele) tira una bella cilacca in acrobazia che termina di poco alta. Al 42’ Ascenzi in una paurosa mischia in area cade a terra; potrebbe sembrare rigore, l'azione prosegue e un locale riesce a girare la sfera che passa ad un nulla dal palo. Al 45’ Venturelli non si capisce con Mareggini su un palla alta proveniente da destra, meno male che Ascenzi — sorpreso dall'errore — non riesce ad approfittarne. Il primo tempo è finito quindi senza un tiro in porta che sia uno della Pistoiese, scesa in campo con il chiaro intento di difendere lo 0-0. Il suo gioco è stato quello di interrompere sistematicamente l'offensive avversarie; se poi c'era verso, i giocatori con hanno cercato — sopratutto con lancioni da dietro — Motta, purtroppo solo là davanti. Sentendo la radiocronaca della prima frazione ho compreso che quello sarebbe stato uno 0-0 sicuro al limone. La ripresa si è aperta con un'azione corale della Pistoiese, la prima dell'incontro, che è riuscita a lanciare Motta verso il portiere; peccato che la palla era lunga di un metro sennò con il cavolo Faron anticipava l'attaccante. Poco dopo Motta prova un pallonetto velleitario da posizione defilata, comunque la mira non era molto lontana dal bersaglio grosso; sarà l'unico tiro in porta della Pistoiese (guardate questo servizio filmato per credere)! Al 10’ Zito taglia in area per Cutolo defilato, Mareggini in uscita tempestiva riesce a respingere in angolo. Al 13’ Colombini prova il tiro dalla destra, la palla finisce sui piedi (anzi la mano) di Ascenzi che subito gira in rete. L'arbitro molto vicino all'azione aveva già fischiato il fallo di mano, anche se a me dall'immagini sembrava pure fuorigioco. Al 25’ il gioiellino di casa, Malagnino, entrato da nemmeno 2’, s'incunea sulla fascia destra, s'accentra e vedendo Mareggini venirgli incontro cerca di beffarlo con un pallonetto; la palla termina sull'esterno della rete. I tifosi locali con i loro fischi, a dire il vero un po' ingenerosi, non hanno certo sostenuto la buona volontà dei giocatori che iniziavano a manifestare stanchezza. Naturalmente la Pistoiese non ne ha approfittato; non sia mai... lo 0-0 andava benissimo. Così il risultato finale (tabellino) è stato quello di partenza; insomma come volevasi dimostrare. Gli arancioni hanno sì giocato concentrati sull'obiettivo di non prenderle, ma acciderbola non hanno creato chiare occasioni da rete! Purtroppo non avendo dato continuità al 3-1 casalingo con il Crotone, maturato nell'ultima gara del 2007, il campionato della Pistoiese non può decollare. I pareggi in trasferta sono utili, ma una squadra che vuole darsi una smossa deve vincere due gare di seguito, poco ma sicuro. Permettetemi adesso di riportare due dichiarazioni del dopogara, rispettivamente di Ansaldi e Motta: «Partita di sostanza, Abbiamo raggiunto l'obiettivo»; «Dobbiamo tornare a vincere». Passando adesso ai numeri, è il il terzo 0-0 esterno, quarto pareggio consecutivo lontano dal Comunale e nono in totale (di cui ben cinque 0-0). L'ultimo successo "corsaro" risale al 07.10.2007 (2-1 a Potenza), mentre l'ultimo rovescio sempre fuori dalle mura amiche è poco più posteriore: 21.10.2007, 0-1 con la Massese. Passando ai ricorsi storici, la Pistoiese non tornava a giocare all'“Erasmo Jacovone” dal 16.09.1979, 1ª giornata serie B: 2-1, 29’ Massimelli, 37’ D'Angelo, 89’ Luppi. L'ultimo e finora unico pareggio a Taranto, un altro 0-0, risaliva al 22.10.1978. Il computo dei dieci precedenti fra Pistoiese e Taranto è: 3 vittorie, 5 pareggi, 3 sconfitte; 6 gol fatti e 7 subiti. Passando adesso alle notizie di calciomercato, lunedì 14 il direttore sportivo è andato a Torino per chiudere con i dirigenti bianconeri la trattativa per Andrè Cuneaz. Il giorno dopo è arrivato a Pistoia per essere presentato alla stampa. Come sapete solo quando vedo un giocatore con la maglia sociale addosso, posso considerarlo un effettivo in rosa. Cuneaz è un un centrocampista di 21 anni (vedi scheda) che può giocare a destra e sinistra, il suo piede preferito è il destro, gli piace accentrarsi e provare il tiro (così ha detto in intervista). Due anni fa fu premiato come migliore giocatore al Torneo di Viareggio dove la sua squadra, la Juventus Primavera, fu battuta dalla Juventud de Las Piedras. L'esterno di centrocampo ha giocato solo una gara con la Cremonese in C1 nel girone B, a Terni il 23.07.2007. Dice che fosse chiuso e quindi ha scelto la Pistoiese, già sulle sue tracce nella scorsa estate. Il suo contratto durerà 3 anni ed è in comproprietà con la Juventus con diritto di riscatto a favore della Pistoiese. Martedì 15 è finalmente andato in porto l'acquisto a titolo definitivo di Giovanni Cipolla dalla Lucchese. L'attaccante napoletano classe 1974 (vedi scheda) sarà legato alla Pistoiese fino al 30.06.2009. Il suo ingaggio è arrivato all'ultimo tuffo perché Botteghi non voleva più aspettare i dirigenti rossoneri, che erano impegnati nel vendere Di Gennaro e così dare il via libera a Cipolla, Zanetti, Dei, Zizzari e Bellé (non più nei piani societari). Lo stesso Cipolla ha dovuto fare delle rinunce sennò sarebbe rimasto alla Lucchese dove era stato messo out nonostante che avesse segnato 2 gol in appena 4 gare. Descrivere la carriera di Cipolla non è facile perché ha esordito nel 1994 nel Turris in C1. Complessivamente in terza/quarta serie (Gubbio, Viterbo - C2; Grosseto, Lucchese - C1) ha giocato 178 gare (66 in C1 e 112 in C2) segnando 55 gol (21 in C1 e 34 in C2). Cipolla nella scorsa stagione al Grosseto, 28 partite/12 gol, fu determinante per la vittoria del girone e quindi la promozione diretta in serie B. Dopo i tre acquisti (Ficini, Cuneaz, Cipolla) il ds si è "gettato" sulle trattative per le cessioni di Baldassarre, Maa Bomsong, Cacelli, Lanzillotta. Intanto mercoledì 16 si è disputata l'andata degli ottavi di Coppa Italia serie C,  San Marino  –  Pistoiese . Nessuna radio della Repubblica del Titano ha seguito la gara, tanto meno RDP] Quindi ho potuto conoscere il finale solo leggendo in serata il televideo di TVL Pistoia. Ma andiamo per gradi, all'Olimpico di San Marino — dove gli arancioni non avevano mai giocato — c'erano ben 100 spettatori di cui 19 paganti. L'incasso è stato di 190 €, indi 10 euro a cranio. Non so a quale titolo gli altri 81 spettatori fossero allo stadio, erano forse abbonati? Naturalmente ignoro se fra loro c'erano tifosi in trasferta, ma ne dubito. Secondo quanto riferito da SMNSport, poi riportato su una specifica pagina nel sito della Pistoiese, c'era un forte vento che soffiava sul Monte Titano. L'inizio di gara è stato degli arancioni, schierati in campo da Ansaldi-Bellini con alcuni titolari (Mareggini, Briganti, Breschi, Pisani, Guetti) e riserve (Righini Mennini, Lanzillotta, Baldassarre, Genova, Cocco). Al 3’ un sinistro di Guerri viene ben parato dal portiere locale Simoncini, che si supera due minuti dopo sul pallonetto di Breschi. All'11’ un tiro di Longobadi è deviato a fil di palo da un difensore ospite. Dice che al 42’ Chiopris Gori abbia rinviato all'indietro di testa invece di appoggiare nella porta sguarnita. Ad inizio ripresa Ficini prende il posto di Righini Mennini, ma non succede niente di trascendentale per altri 10’. Poi su calcio d'angolo battuto da Evangelisti, Mareggini smanaccia la palla sulla traversa, questa poi carambola sul brasiliano Aragao che appoggia in rete. Io vi riporto quello che è scritto su quella pagina dato che su TV Libera Pistoia non hanno fatto vedere il servizio filmato. Pochi minuti dopo Chiopris Gori non è arrivato alla deviazione vincente sottomisura per un soffio. Al 31'Evangelisti fa lo stesso su passaggio preciso in area piccola. E la Pistoiese come ha reagito al gol segnato da una squadra sì quinta in C2, ma con le seconde linee in campo? Dice che a parte un rigore <<nettissimo>> su Cocco ad inizio gara (parole di Ansaldi), l'unica occasione è arrivata solo al 79°! Simoncini è stato bravo a respingere una conclusione di Cocco ed anticipare Baldassarre prima del tap-in vincente. Curiosamente nessun giocatore della Pistoiese è finito sul taccuino dell'arbitro, tre dei quattro ammoniti del San Marino (Amantini, Taccola e Grassi) erano diffidati e quindi verranno squalificati. Ansaldi ha parlato di <<sconfitta immeritata>> e <<gol fortuito>>; a suo dire i giocatori hanno dato il massimo senza snobbare l'impegno; dopotutto doveva fare turnover in vista della partita di domenica. Anch'io penso che sciancarsi per una competizione di coppa nazionale di categoria non valga la pena; ma al ritorno il passaggio del turno deve essere almeno tentato, spero con più titolari in campo. Infine domenica 20 si è giocato il quarantottesimo derby  Pistoiese (21) –  Arezzo (27). Al “Marcello Melani” la cornice di pubblico era più o meno la solita: 1858 paganti, di cui 821 abbonati. Gli indisponibili Calabro (infortunato) e Di Simone (squalificato), duo campano di esterni, sono stati sostituiti da Briganti e Caco (rispettivamente a destra e sinistra). La coppia centrale difensiva è stata confermata: il giovane Pisani e il capitano Venturelli, 15 anni e mezzo di differenza! Ansaldi e Bellini hanno preferito partire con il 4-4-1-1 (Boldrini e Gambadori esterni, Ficini e Femiano mediani, Bellazzini trequartista e Motta unica punta) per poi passare nella ripresa al modulo 4-3-1-2 (un attaccante al posto di un centrocampista). La prima occasione è stata per gli arancioni, ma Bellazzini(?) sparava l'appoggio al limite sulla rete di protezione alla curva Nord! Credetemi è stato un tiro che non si vede nemmeno nelle partite degli amatori. Al 6’ da azione susseguente un calcio di punizione, Conte tira sulla barriera; la palla deviata arriva nel mezzo per Falomi, che colpisce lesto al volo spedendola alta di un niente sulla traversa. Bastava tirare rasoterra e Mareggini avrebbe raccattato il pallone in fondo al sacco. Al 12’ su calcio d'angolo, Mareggini esce male e non riesce ad agguantare la palla che sfila al limite, Togni (Eugenio Romolo e quindi non Gianni) riprende e scocca un rasoterra che viene ribattuto da Gambadori sulla linea! Al 22’ su angolo di Bellazzini, Motta riesce a deviare di testa in area piccola; il portiere respinge la palla per il semplice (e fortuito) fatto che si trova sulla traiettoria. La prima frazione si è chiusa senza altre emozioni fra il pochissimo entusiasmo degli spettatori e anche del sottoscritto (che sentiva la radiocronaca "a bocconi"). Dopo nemmeno un minuto dall'inizio della ripresa, un siluro di Motta è stato deviato con i pugni dal Marconato. Al 3’ Boldrini ci prova con un tiro dalla distanza bloccato in due tempi dal portiere. Nel primo quarto d'ora sembrava che gli ospiti fossero un po' calati, anche perché non poteva reggere il ritmo forsennato dei primi 45’ con pressing, verticalizzazioni e movimento senza palla. Al 16’ Cipolla ha fatto il suo esordio in maglia ed è stato applaudito dal pubblico. Purtroppo al 18’ Femiano, uno dei migliori in campo fino allora, è dovuto uscire in barella per infortunio. Sembra che durante un contrasto con un avversario gli sia "girato" il ginocchio; oioi in tutti i sensi. Al 24’ e 33’ Mirtay e Cavagna hanno insidiato la porta di Mareggini, che nella seconda occasione non si è fatto sorprendere. Al 38’ Bellazzini, molto mobile ma poco incisivo, viene sostituito da Breschi. Al 40’ Cipolla batte una punizione dal limite e la palla sibila alta di poco sulla traversa. Al 41’ Bricca viene espulso dal sig. Bergher di Rovigo per doppia ammonizione, al 44’ capitan Venturelli appoggia la fronte su Mirko Conte che stramazza a terra come un sacco di patate. L'arbitro senza troppi indugi spedisce negli spogliatoi il 35enne difensore lucchese. Al quinto dei sette minuti di recupero, Martinetti scambia con Myrtay che tira un diagonale pericoloso perché passa vicino al palo opposto a quello coperto da Mareggini. Infine al 97’ l'inesauribile Breschi scatta sulla sinistra, mette in mezzo all'altezza dell'area piccola dove Motta al volo spara altissimo! L'attaccante era sì pressato da un avversario, ma quel suo interno sinistro che poteva valere tre punti grida vendetta... mannaggia. Nel dopogara [ tabellino • servizio filmato] Ansaldi dichiarava: «Penso che sia un buon pari, un risultato tutto sommato giusto»; inoltre aggiungeva: «Abbiamo imboccato la strada giusta». A suo dire l'importante è allungare la striscia positiva anche se "potevamo fare di più" (l'Arezzo con tutto il dovuto rispetto è al quinto 0-0 consecutivo). L'allenatore in prima ha ribadito che il morale della squadra è alto nonostante la classifica deficitaria. Personalmente ritengo i pareggi casalinghi dei brodini che non servono a molto se le dirette concorrenti vincono. Emanuele Braccialini non era molto contento del risultato perché a suo dire <<in casa bisogna vincere>> (parole sante). Passando ai numeri e le statistiche, è il secondo 0-0 consecutivo (terzo casalingo e sesto stagionale); l'Arezzo non tornava a Pistoia dal 28.09.2003 (serie C1 • quinta giornata d'andata di serie): 1-2 con vantaggio di Abbruscato, pari su rigore di Artistico e sorpasso di Serafini nel finale con gli arancioni in nove). L'ultima vittoria della Pistoiese in casa con l'Arezzo risale al 14.02.1999, quinta giornata di ritorno serie C1: 1-0 con rete di Bonaldi al 63’. Il computo aggiornato dei precedenti fra le due squadre è: 16 vittorie, 14 pareggi, 18 sconfitte; 47 gol fatti e 54 subiti. Per gli arancioni la classifica, in coda purtroppo, si è fatta delicata: Sorrento 26, Potenza 25, Sambenedettese 23, Pistoiese 22, Juve Stabia 18, Martina 13, Sangiovannese 12. Al momento la salvezza diretta, cioè senza passare dai playout, è a quota 25; sono appena tre punti, che però a forza di pareggi si colmano in tre partite (ammesso che le altre squadre perdano però...). Dopo questa ipotesi a limite del ricovero, arriviamo all'ultime notizie in casa: ieri il ginocchio destro di Alfredo Femiano è stato sottoposto ad una risonanza magnetico. Purtroppo l'esito dell'esame dovrebbe confermare la prima diagnosi del medico sociale ("grave distorsione al ginocchio destro"). Il fortissimo dolore accusato dal giocatore sul momento e il gonfiore nei giorni successivi indicano una probabile lesione ai legamenti crociati. Se sarà così allora il giocatore dovrà essere operato e la sua stagione si può considerare già finita. Intanto il ds Botteghi è a Milano per sistemare la cessione di Cacelli alla Carrarese e di Boumsong al Treviso; Lanzillotta visto l'infortunio di Femiano dovrebbe rimanere. In pratica la campagna di rafforzamento della Pistoiese è finita, rimane solo da trovare posto a dei giocatori poco utilizzati. Comunque se da oggi al 31 venisse ingaggiato qualche altro valido elemento non sarebbe male. Ad esempio ritengo che ci vorrebbe un sostituto per Femiano dato che Lanzillotta era/è una riserva, seppure di belle speranze. Infine il giudice sportivo ha squalificato Emanuele Venturelli per due turni dopo la visione del referto arbitrale. Il giocatore che aveva/ha un po' di ruggine con Mirko Conte da quando giocarono insieme ha detto di aver appoggiato la testa sull'avversario. Questi appena toccato è stramazzato a terra, il guardalinee ha visto la caduta segnalandola all'arbitro. Dato che Venturelli era capitano si è preso una giornata in più. La società arancione gli farà una multa, lui spera di cavarsela portando pasticcini negli spogliatoi; un giocatore esperto come Venturelli (36 anni l'8 Marzo prossimo) dovrebbe saperlo che spesso e volentieri gli avversari appena toccati cadono come pere cotte. Se l'arbitro o il guardalinee vedono qualcosa di solito ci rimette l'"aggressore" e non il presunto aggredito. Non avendo altro da scrivere, passo oltre ok? Prossimi impegni degli arancioni:  Lanciano (29,ottavo) –  Pistoiese (22,quartultima) alle 14:30 di domenica 27, recupero della prima giornata di ritorno non disputata il 16.12.2007 [ radiocronaca, anche on-air, su RDP];  Pistoiese  –  San Marino  alle 15 di mercoledì 30, ritorno degli ottavi di Coppa Italia serie C. Nota: in caso di parità del risultato con l'andata, 1-0, verranno disputati due tempi supplementari e poi gli eventuali calci di rigore. In tutti gli altri casi di parità della differenza reti fra andata e ritorno varrà la regola delle coppe europee: i gol segnati in trasferta contano doppio. Indi un 2-1, 3-2, 4-3 qualificherebbe i giocatori del Titano; gli arancioni per passare il turno devono vincere con due gol di scarto. Junior Aglianese – Sporting Banchina di sabato 12 è stata sospesa al 20’ sul parziale di 1-0 per "presunta" impraticabilità del campo. Sul forum di Calciopiu.net sulla Terza categoria Pistoia, ‘Neroverde’ ha detto che qualche pozza c'era, ma il campo — ricordo omologato per la C2 — permetteva un accettabile rimbalzo del pallone. Dice che gli ospiti, guarda caso dopo lo svantaggio, hanno iniziato a protestare; l'arbitro (bontà sua) ha poi mandato tutti negli spogliatoi. Intanto il recupero fra Spignana-Pistoia Nord di mercoledì 16 ha visto la seconda in classifica perdere per 2-0. J. A. – Antares, prima gara del girone di ritorno, disputata sabato 19, è finita con un sonante 5-1. Su quest'ultima partita vari addetti ai lavori, giocatori e dirigenti, hanno lasciato molti contributi nel già citato forum. Intanto ho deciso: per motivi vari e poco interessanti, non darò i resoconti delle partite dei neroverdi fino alla termine della stagione. Già sapere i nomi dei marcatori è una mezza impresa; la Terza categoria è, giustamente, anche questo... Concludendo con il campionato di competenza dei neroverdi, la squadra inseguitrice, il Pistoia Nord, ha vinto 5-1 contro il Milan Club; comunque si sono fatti sotto anche i montanini dello Spignana che l'hanno appaiati. La parte alta della classifica è: Junior Aglianese 41*; Spignana, Pistoia Nord 35**; Psbf '84 Capostrada 33; San Marcello 31. Note: ¦*¦ J. A., Pistoia Nord, San Marcello hanno una gara in meno; ** Pistoia Nord-Atletico Spedalino sarà recuperata mercoledì 30. Prossime gare dei neroverdi: Liga Deportiva (24) – J. A. alle 14:30 di domenica 27, seconda giornata di ritorno; J. A. – Sporting Banchina alle 21 di mercoledì 30, recupero della 17ª giornata di andata; J. A. – Spignana alle 14:30 di sabato 2 Febbraio, terza giornata di ritorno. Per oggi è veramente tutto; ci si ribecca fra una decina di giorni circa. Saluti da ‘Br73 35enne fra un mese’ Raffaele.

 Post Scriptum  Qualche giorno fa è iniziata l'ottava edizione del reality show per antonomasia; qualcuno ha detto che fare vedere tale "programma" è peggio di un <<film pornografico in prima visione>>. Io non sarei così melodrammatico, però la mia paura è che a forza di vedere questi abomini in TV ci si "abitui" tanto che un giorno ci faranno vedere, la butto lì, “Cicciolina e Moana [buon'anima] ai Mondiali” e sarà tutto a posto eheheh.

domenica 3 Febbraio 2008, ore 13:30

Come ad ogni fine Gennaio, ho creato nuove pagine per il 2008 dell''"ultime frasi", "avevano detto che", "do i numeri", "aggiornamenti", "news Formula 1" e "una foto, una storia". Nell'archivio generale tutte quelle pagine degli anni precedenti hanno un colore diverso rispetto a quelle dell'anno attuale. Invece per gli archivi divisi in trimestri, come quelli relativi alle news, ho lasciato il colore. Infine questa pagina ha il titolo in celeste per renderla meglio distinguibile nell'archivio trimestrale. Questo cambiamento cromatico si è reso necessario perché il colore assegnato ai titoli di queste pagine (un grigio chiaro) si confondeva con quelle in bianco. Me ne sono accorto solo ieri, ma il ticker dei parziali di calcio — visibile in questa sezione dell'Home Page — non funzionava più. Usando i giusti strumenti sono riuscito a ricavare il nuovo URL, che era stato variato chissà perché di un solo carattere (un _ in più). Vi consiglio di dare un'occhiata a questa scheda nella pagina 'LINKs' per saperne di più sul ticker. Dato che giovedì 14 è san Valentino, festa dei morosi (leggi innamorati non debitori), l'aforisma mensile è doppio. Precisamente è composto da due frasi di Neruda inerenti all'amore... e dintorni eheheh. Lo spunto mi è venuto guardando “Scusa ma ti chiamo amore”, film non orribile con un Raoul Bova brizzolato e espressivo. Devo segnalare che alcune espressioni della mimma, Michela Quattrociocche, sono uno slang inventato da Moccia. A parte questo mio parere cinematografico-linguistico, in attesa di un'aggiunta davvero interessante, passo oltre. Per il cinquantesimo anniversario dalla sua istituzione e il lancio nello spazio del suo primo satellite (Explorer 1), la Nasa ha deciso un festeggiamento davvero particolare. Il Deep Space Network invierà verso la Stella Polare la canzone Across the Universe dei Beatles, registrata negli Abbey Road Studios il 04.02.1968. La data e l'ora fatidica saranno lunedì 4 alle 19 ora della costa atlantica, l'una italiane di martedì 5. Per l'occasione è stato organizzato un “Across the Universe day”, in cui tutto il programma è naturalmente sul web a questo indirizzo: http://www.acrosstheuniverseday.com/. I due beatle ancora viventi e la vedova di John si sono mostrati entusiasti dell'iniziativa. Nel momento dell'invio tutti i fan dei Fab Four sono invitati a cantare la canzone, magari guardando l'evento dalla TV della Nasa a questa pagina. Per la cronaca, la canzone arriverà a destinazione nel 2492 visto che α Ursa Minor dista 385 anni luce. / MESSENGER continua ad inviare immagini e dati di Mercurio anche se l'incontro ravvicinato è avvenuto quasi tre settimane fa. Davvero suggestive sono l'immagini del pianeta in allontanamento [vedi qui]. La Nasa "montandole" ha rilasciato un filmato, analogamente esiste anche un filmato fatto con l'immagini nelle fasi di avvicinamento. Dal 24 Gennaio a ieri il centro di controllo ha rilasciato sul suo sito uno status report al giorno. Una buona parte li potete visionare cliccando qui, sezione dell'archivio news per l'anno corrente. Venerdì 1° è stata rilasciata un'immagine molto particolare: un cratere d'impatto con due "anelli" (vedi qui). Ad oggi la navicella ha percorso 2,298 miliardi di km nello spazio. Finalmente dopo oltre un mese ci sono novità sui due robot marziani della Nasa. Spirit  (LINK • 26 Gennaio • sol 1445) dispone di una discreta quantità d'energia elettrica e quindi sta affrontando al meglio l'inverno locale. Non so come si succedono le stagioni su Marte, però lo scorso 4 Gennaio sono quattro anni [terrestri] di permanenza sul Pianeta. Opportunity (LINK • 26 Gennaio • sol 1424) ha festeggiato dall'interno del cratere Victoria il quarto anno su Marte. Grazie alla maggiore quantità di energia e alla più vicinanza all'Equatore, le sue condizioni sono meglio del "gemello" Spirit. La ricognizione scientifica procede senza particolari intoppi. / Per ora non ho principato (iniziato scusate il "pistoiesismo") l'aggiornamento di quella scheda d'astronautica che vi dicevo. Ieri ho creato una piccola sezione nell'Home Page, cliccando sulla gif si viene rimandati al sito ufficiale della missione MER. Lì 'a voglia ad immagini dalla superficie... eheheh. Adesso ecco il primo resoconto del 2008 sulle visite alla sezione d'astronautica (http://www.br73.net/astronautica.htm). Dal 31 Dicembre 2007 al 6 Gennaio 2008 sono state sei: 2 (31.12.07), 0, 1, 0, 2, 1, 1, 0 (06.01.08). Nella settimana successiva, dal 7 al 13, ne sono state registrate sei: 2, 0, 1, 0, 0, 0, 2. Anche se vi interesserà il giusto, vi comunico che dal 16.01.2005 (inizio del conteggio da parte di ShinyStat™) al 16.01.2008, la sezione d'astronautica è stata vista da almeno 1035 utenti; davvero grazie a tutti voi. Tornando ai resoconti settimanali, dal 14 al 20 Gennaio le visite sono state ben due (precisamente il 18). Infine dal 21 al 27 ne sono state computate undici, così suddivise: 2, 3, 0, 0, 1, 1, 4. Come per le statistiche sul sito, anche queste usciranno ogni trenta giorni circa. Invece il conteggio delle visite alle schede "astronautiche" avverrà ogni due mesi; per la cronaca l'ultimo è del 31 Dicembre scorso.    Lazio   –  Fiorentina , andata dei quarti di Coppa Italia, si è giocata giovedì 24 Gennaio ed ha visto il seguente finale: 2-1 [ cronaca + tabellino, highlights, precedenti e statistiche]. Il tremendo uno-due assestato dai laziali al 19’ e 20’ poteva spezzare le gambe ai gigliati. Pazzini al 39’, nonostante la "gufata" Rai, è riuscito a dimezzare le distanze. peccato che l'attaccante pistoiese nella ripresa si sia mangiato un gol clamoroso, che sarebbe risultato pesantissimo nel discorso qualificazione. Il giorno dopo è arrivata l'ufficialità sulla cessione a titolo definitivo di Federico Balzaretti al Palermo per 3,8 milioni di euro (la stessa cifra spesa dalla Fiorentina per prenderlo dalla Juve la scorsa estate). Il 26enne difensore ormai non trovava più spazio; l'ultima delle sue sei partite la giocò il 25 Novembre scorso contro la Reggina. Chissà se Corvino ha discusso di altre possibili trattative con il collega "amico-nemico" Foschi... Per la cronaca lo stesso giorno Do Prado è finito in prestito "secco" (trasferimento temporaneo) al Mantova in serie B.  Empoli  –  Fiorentina , gara della prima giornata di ritorno disputata domenica 27, sul filo di lana ha visto i gigliati vincere 0-2 [ diretta testuale, tabellino, highlights, statistiche 1 e 2, analisi aggiornata delle gare disputate dal 29.01.2007 al 28.01.2008]. Non avendo seguito la gara vorrei scrivere un paio di considerazioni a posteriori: 1) dei tre gol annullati nel primo tempo, forse il primo era un fuorigioco dubbio; 2) Frey ha corso pochissimi pericoli; 3) Farina ha graziato Dainelli che aveva fatto un bel danno in area, vedi la trattenuta su Pozzi; 4) il vantaggio realizzato da Mutu è da ascrivere alla sua fortunosa deviazione di fronte su rinvio di Marzoratti. Passando ai numeri, per Pazzini è un ottimo momento: quattro reti nell'ultime tre gare contando anche l'andata di Coppa Italia con la Lazio. La Viola vola, scusate il gioco di parole: quattro vittorie consecutive, quinta in trasferta; Prandelli con questo 2-0 ha ottenuto la sua 100ª vittoria in serie A. Ecco il computo in dettaglio: 3 con l'Atalanta nel 1993-94, diciassettesimo posto; 3 con il Lecce nel 1997-98, esonerato; 10 con il Verona 1999-2000, nono p.), 31 a Parma nel 2002-04 e 2003-04, quinto p.; infine 53 con la Fiorentina (22 nel 2005-06, nono p.; 21 nel 2006-07, quinto p.; 10 nel 2007-08). Intanto nella serata di lunedì 28 Corvino ha accelerato la trattativa con i dirigenti del PSV per prendere il talentuoso difensore Da Costa dato che Parma ed Inter erano in agguato. Nel pomeriggio del 29 è arrivata la conferma: Da Costa Manuel classe 1986 sarà legato alla Fiorentina per i prossimi cinque anni con un ingaggio di 650.000 euro, il costo del cartellino dice sia stato di 4,5 milioni di euro.  Fiorentina  –   Lazio   di mercoledì 30 Gennaio, ritorno dei quarti di Coppa Italia, è terminata 1-2 [ cronaca + tabellino, highlights, precedenti e statistiche, fotogallery]. Prandelli aveva promesso una formazione agguerrita, e con titolari, per ottenere la vittoria che valeva la qualificazione. Poi chissà perché ha tenuto Mutu, Jorgensen, Kuzmanovic, Pasqual, Pazzini in panca! Personalmente ho il massimo rispetto delle loro riserve, ma Vieri-Osvaldo come coppia d'attacco mi è sembrata quanto meno improbabile. Il vantaggio di Semioli poteva illudere e sinceramente l'ha fatto; poco dopo il neolaziale Radu stava per segnare un clamoroso autogol che avrebbe portato i viola sul 2-0. Ci ha pensato una punizione di Kolarov, autore del vantaggio laziale all'andata sempre su tiro piazzato da distanza siderale, a far tornare la Fiorentina con i piedi a terra. Osvaldo si è visto respingere il tiro del 2-1 dal portiere e poi fine del primo tempo. La ripresa è durata un quarto d'ora, cioè fino a quando Rocchi ha sfruttato al meglio un bel lancio in profondità di Pandev bruciando il suo marcatore (Ujfaluši) e battendo Frey con un preciso diagonale ravvicinato. Naturalmente l'1-2 ha spianato la qualificazione per i laziali che si potevano permettere anche di perdere 3-2. Così è saltato la semifinale con l'Inter che si troverà il Milan, mentre nell'altra la Roma se la vedrà con un sorprendente Catania. L'ultimo giorno del calciomercato, giovedì 31 Gennaio, è stato frenetico: Comotto era conteso con il Torino, Pazienza "voleva" Napoli tanto più che la differenza fra l'offerta (4) e la richiesta (5) non era proibitiva, un pensiero per Simplicio si poteva anche tentare nonostante gli otto milioni richiesti per il cartellino. Nel pomeriggio Corvino e l'amministratore delegato Mencucci sono tornati a Firenze chiudendo di fatto la campagna trasferimenti invernale. Gli esiti dell'ultima ora sono stati questi: Pazienza è passato a titolo definitivo al Napoli mentre Comotto è andato al Torino. Il portale Violanews ha fatto i conti in tasca alla campagna trasferimenti estiva ed invernale della Fiorentina: +3,5 milioni di euro. Riguardo il 60° Torneo di Viareggio "Coppa Carnevale", riporto l'esito e i tabellini delle due gare finora disputate dalla Primavera: 1-0 contro l'Interblock Lubiana e addirittura 11-0 sul New York Star. Visti i due pareggi rimediati dall'altre squadre (New York Star-Città di San Benedetto del Tronto 0-0 e Interblock Lubiana-Città di San Benedetto del Tronto), la Fiorentina è matematicamente qualificata alla fase successiva. Infatti le restanti partite del girone, F.-Città di San Benedetto del Tronto e Interblock Lubiana-New York Star, sono ininfluenti perché né gli abruzzesi né gli sloveni possono raggiungere i viola. Gli ottavi di finale in programma mercoledì 6 avranno un sorteggio particolare; da notare che in caso di parità dopo i 90’ regolamentari si procederà direttamente alla battuta dei calci di rigore. Invece per i quarti e le semifinali, fissate rispettivamente per giovedì 7 e sabato 9, sono previsti due tempi supplementari da 15’ e la battuta dei calci di rigore in caso di parità. Naturalmente tutte queste gare sono ad eliminazione diretta. La "finalina", cioè la sfida per il 3° posto in programma lunedì 11 alle 13, vedrà la battuta dei calci di rigore su persiste la parità oltre i 90’ regolamentari. Invece la finalissima, che pure questa si disputerà allo stadio dei Pini alle 15, avrà la formula dei quarti e semifinale. L'unica variante è la ripetizione della gara in caso di parità dopo i 90’ regolamentari e 30’ supplementari. Questo torneo ha sempre avuto questa regola: dopo due giorni, in questo caso mercoledì 13, verrà rigiocata sempre a Viareggio. Stavolta se persiste il pareggio dopo i due tempi supplementari si procederà alla battuta dei calci di rigore per stabilire la squadra vincitrice della "Coppa Carnevale". Alle prossime news si saprà chi ha vinto e non scrivo altro per pura scaramanzia. Prossimi impegni di campionato della prima squadra gigliata:  Fiorentina (37,quarta) –  Milan (30) alle 20:30 di stasera;  Atalanta  –  Fiorentina  alle 18:00 di sabato 9. Domenica 27 Gennaio la serie C1 ha osservato un turno di riposo, ma si sono recuperate le gare della prima giornata di ritorno non giocate lo scorso 11 Dicembre per il maltempo. Al “Guido Biondi” di Lanciano, sono scesi in campo i locali e gli arancioni per naturalmente disputare  Lanciano (25) –  Pistoiese (22). Gli spettatori erano circa un migliaio, di cui una quindicina — calienti — venuti da Pistoia. Stavolta non nevicava, il tempo era buono, ma il terreno di gioco sembrava pessimo ed il clima nella società pugliese abruzzese {correzione del 14.10.2008} rimaneva sempre burrascoso. Passando adesso alla formazione, ancora una volta la coppia Ansaldi-Bellini ha dovuto fare i salti mortali per la squalifica di Venturelli e gli infortuni di Femiano (stagione finita), Cocco (fastidio al polpaccio riportato in allenamento) e Briganti (fastidio ai flessori con interessamento del muscolo gracile; nota: non avevo mai sentito di un muscolo del genere). Comunque Briganti è stato portato in panca ed al suo posto veniva schierato Caco; mentre Cocco ancora una volta dava forfait. Cipolla ha esordito fin dal 1’ come seconda punta al fianco di Motta; Bellazzini chissà perché è stato riproposto regista, ruolo che sarebbe più congeniale a Cipolla; ma questi sono i misteri del 4-3-1-2 di Ansaldi & Bellini. Dopo nemmeno un minuto, in un contrasto con Calabro sulla linea di fondo, Buonvissuto è caduto a terra; in un primo momento sembrava aver avuto la peggio il difensore, invece l'attaccante di casa è stato portato fuori in barella. L'ex giocatore Moriero, tecnico del Lanciano, l'ha sostituito all'ottavo con Pagliarini. Dopo quattro minuti, sulla punizione tagliata da sinistra di Tintori, Alberti è stato bravo ad anticipare in mischia i difensori e battere Mareggini. Naturalmente non vi riporto i miei improperi per l'ennesimo gol subìto in trasferta, l'undicesimo mi sembra. Al 23’ lo scatenato Pintori prova la botta al volo dal lato destro dell'area; meno male che Mareggini alza in angolo. Al 32’ la sfiga maledetta ha colpito: Motta in un contrasto si è storto malamente la caviglia. L'attaccante assai dolorante è dovuto uscire in barella, al suo posto Ansaldi ha inserito Biancospino; chissà perché Cuneaz è rimasto a riscaldare la panchina... Al 40’ su punizione di Bellazzini, poco fuori il lato corto dell'area, Pagliarini tocca di testa la palla verso la porta; Russo è stato abile a smanacciare in angolo all'ultimo istante. Facendo i dovuti conti nei primi 45’ di gioco, solo un avversario ha insidiato la porta di Russo! Insomma degli avanti nessuna traccia, il povero Cipolla non poteva fare molto solo là davanti senza Motta di supporto. La ripresa è iniziata con una punizione pericolosa di Vitale al 3’; due minuti dopo in un'azione di percussione, Gambadori prima scambia con Bellazzini; poi questi si gira e libera il compagno dentro l'area; l'esterno s'incunea fra un paio di avversari e batte Russo con un forte diagonale! Al 16’ su un lancio dalle retrovie, Calabro liscia clamorosamente di piede lanciando Pintori verso Mareggini, per il trequartista è stato un gioco da ragazzi battere il portiere in uscita con un preciso pallonetto. Nel servizio in onda sul TGR della Toscana, ho visto che Pintori correndo verso la tribuna è scivolato sulla pista di atletica. È stato l'unico lato comico per l'ennesimo errore, anzi orrore, difensivo pagato ancora una volta carissimo. Io ero in macchina a Firenze ed il radiocronista si è inserito nella trasmissione “Radio Quattro Sport” annunciando il raddoppio del Lanciano. A quel punto ho pensato che era finita, chissà come mi sarei inalberato a sapere che la Pistoiese stava pareggiando... Al 24’ Guerri — davvero grigia la sua prova — è stato sostituito da Breschi. Al 28’ Boldrini (nel frattempo subentrato a Di Simone) prova il pallonetto da posizione defilata, sfera sulla traversa, rimbalzo al suolo e Breschi davanti al portiere ribatte altissimo! Credetemi non l'ho presa bene la notizia della traversa poiché avevo già avuto notizia del parziale di 1-2. Poi guardando in serata l'azione in TV mi sono davvero imbufalito con la sfiga, la traversa e tante altre cose. Al 28’ su cross lungo da destra, ancora Breschi — cuore grande ma piedi un po' piombati — tira al volo; anche stavolta Russo ha deviato d'istinto. Infine al 44’ su azione d'attacco da destra, il portiere locale prima chiude lo specchio a Cipolla, poi gli para il tiro sottomisura ed infine gli smanaccia la palla in angolo. Nel dopogara [ tabellino • cronaca testuale] Ansaldi ha testualmente detto: «Il pareggio alla luce di quello che si è verificato sul terreno di gioco era più giusto». Al trainer "in prima" gli garbano così tanto i pareggi, mi sarei meravigliato del contrario... Ansaldi ha ribadito che è un risultato bugiardo frutto di una dormita generale, centrocampo e difesa, pagata a carissimo prezzo. A suo dire inoltre <<nelle fasi precedenti [il primo tempo] non avevamo demeritato>>; ma se non è stato fatto un tiro in porta! Gambadori Alessandro è al suo primo gol nella Pistoiese e terzo in otto stagioni di C1. Sempre rimanendo in tema di numeri, dopo tre pareggi (due 0-0 ed un beffardo 3-3) è arrivata la quarta sconfitta in trasferta; l'ultima fu a Massa alla nona d'andata. Il cammino dopo il 3-1 con il Crotone è quanto meno modesto: due pareggi a reti consecutivi e questo brutto 1-2. Ricordare gli ultimi successi, rispettivamente in casa e trasferta, è diventato un atto di masochismo: il già citato 3-1 con il Crotone (23.12.2007) e il 2-1 a Potenza (settima d'andata il 07.10.2007). I ricorsi storici fra Lanciano e Pistoiese in terra abruzzese finora si contavano sulle dita di "mezza" mano: 0-0 (12.01.1992, prima di ritorno del campionato di C1) e 0-0 (04.09.2005, seconda d'andata di C1 girone B • Martinetti sbagliò un rigore dopo pochi minuti). Il computo dei sei confronti finora disputati è: 1 vittoria, 2 pareggi, 3 sconfitte; 6 gol fatti e 8 subiti. Non per riaprire la piaga del ricordo, se posso usare questa frase un po' lugubre, ma lo 0-3 subìto in casa alla prima giornata continua a percuotermi nei sogni. Il Lanciano non rubò nulla, anzi si meritò ampliamente la vittoria; ma vedere gli arancioni perdere all'esordio in casa senza colpo ferire, e sopratutto portiere impegnare, rimane ancora oggi una cosa fuori dal mondo, calcistico. Mercoledì 30 Gennaio in un “Marcello Melani” quasi deserto si è giocato  Pistoiese  –  San Marino , ritorno degli ottavi di Coppa Italia serie C. L'incasso non è stato comunicato, ma il prezzo del biglietto (10 euri) avrebbe fatto subito comprendere quanti erano esattamente gli spettatori, che in ogni caso potevano sedersi solo in tribuna coperta. Sul sito della Pistoiese è scritto che il pomeriggio era coperto e piovoso. Dalle immagini del servizio a cura di TVL Pistoia, andato in onda in serata, non ho visto la pioggia; anzi nella ripresa mi sembrava che ci fosse il Sole. Ma a parte queste osservazioni meteo, Ansaldi-Bellini non se la sono sentita di schierare una formazione titolare; Di Simone, Breschi, Cipolla, Pisani sono andati in panca. Invece negli undici scesi in campo, oltre ai giovanissimi Panelli e Genova ci sono da segnalare il ritorno di Lanzillotta e l'esordio di Cuneaz. Gli arancioni hanno avuto una mezza occasione al 19’ con Panelli, il cui colpo di testa sfiorava il palo della porta difesa da Simoncini. Al 24’ Evangelisti tira una punizione dalla distanza, Mareggini non trattiene e Aragao riesce ad anticipare i difensori e mettere in rete. Già l'italo-brasiliano aveva deciso all'andata e con questa rete si può dire che ha chiuso ogni residua speranza. La reazione dei locali si è ridotta a qualche cross in mezzo con Biancospino e Bellazzini in perenne ritardo. Al 39’ da un lancio lungo Venturelli lascia sfilare la palla non accorgendosi che c'è Meloni in agguato. Fatto sta che il centrocampista può battere per la seconda volta Mareggini fra la costernazione dei tifosi di casa; non mi sembra che fossero dei sostenitori provenienti dal Titano. Credetemi questa vaccata, da iscriversi ai centrocampisti e Venturelli, non l'ho vista nemmeno in un campionato amatoriale... speriamo che non sia nulla. Meno male che io nel frattempo stavo lavorando al CMP e ignoravo lo 0-2 parziale; pensare che speravo nella qualificazione... che inguaribile ottimista. Nella ripresa Lanzillotta toccato duro alla caviglia ha lasciato il posto a Ficini; inutile dire che la prestazione del sostituto di Femiano è stata pessima. Al 5’ Boldrini e Biancospino hanno ceduto il posto a Breschi e Cipolla. Il trequartista, lo ripeto che per me non è una seconda punta, poco dopo ha sfiorato il bersaglio grosso con una deviazione al volo uscita di un niente con Simoncini immobile. Al 24’ Berardi commette al centrocampo un brutto fallo su Boldrini e l'arbitro, forse troppo severo, lo espelle a diritto. Poco dopo Mareggini rinvia sui piedi di un avversario, che entra in area ed invece di tirare prova una finta permettendo a Venturelli e Panelli di recuperare palla. Al 35’ Cuneaz, fino allora in ombra, smista una punizione al centro area dove Briganti devia di testa battendo Simoncini. Naturalmente il gol della bandiera a dieci minuti dalla fine non ha sortito effetto, a parte vari tiri dalla bandierina. La partita è finita fra i fischi dello sparuto pubblico e la gioia del San Marino, alla prima qualificazione ai quarti di finale della sua storia. Quando la sera sono tornato a casa, ho subito dato un'occhiata al teletext di TV Libera Pistoia (nota di servizio: TVL è visibile in mezza Toscana). A prima vista suonava già a morto: 2-1 dato che pure una vittoria di misura era inutile. Quando ho poi visto meglio mi sono cadute le braccia, per non dire altro: 1-2 e per di più da 0-2 subito nel primo tempo! Ma dovevo rassegnare: la Coppa Italia di serie C non interessa alla Pistoiese a prescindere dagli avversari. Ci avevo fatto un po' la bocca dopo la mezza impresa della vittoria nel girone eliminatorio; purtroppo questa competizione è vista come inutile e dispendiosa: quindi meglio pensare al campionato. Comunque Ansaldi ha voluto far credere <<che siamo entrati in campo con il desiderio di superare il turno >> (intervista nel dopogara). Infine ha aggiunto che ora tutto l'impegno sarà riservato al campionato senza scusanti, vorrei ben vedere! Alle 19 di giovedì 31 si è chiuso la sessione invernale del calciomercato, insomma quello "di riparazione" per intendersi. Il direttore sportivo Botteghi e la dirigenza hanno definito due acquisti e tre cessioni. Partendo da queste, hanno lasciato l'allegra famigliola: Daniel Maa Boumsong, una vera meteora (2 presenze!), che è tornato al Treviso; Gianmarco Baldassarre (6 presenze in campionato) è andato al Noicottaro, squadra di C2 quintultima nel girone B; Dario Cacelli è passato al Forcoli, squadra di serie D. Sicuramente il trasferimento di Cacelli è un prestito, mentre ritengo assai improbabile che la Pistoiese voglia riprendersi a fine stagione Boumsong e Baldassarre. Ma parliamo adesso dei due nuovi volti nuovi: Simone Fautario [classe 1987] è un terzino destro che in questa stagione ha disputato tre gare con la Pro Sesto. Nella Primavera dell'Inter era capitano ed ha giocato due gare di Coppa Italia 2007 con la prima squadra. Il giovane difensore sarà la nuova riserva di Di Simone, che era Cacelli. Infine Alessandro Ciarrocchi ['88] è un centravanti dal fisico imponente: 190 cm x 82 kg. Nato a Winterthur (Svizzera) ha disputato una stagione di serie cadetta con la squadra della sue città nel 2005-06 (2 presenze/1 gol). L'anno successivo è passato al Piacenza, dove ha giocato solo quattro partite. Ciarrocchi dovrà sostituire Motta almeno fino al suo rientro, stimato in tre-quattro settimane. I due giovani giocatori sono arrivati con la formula del prestito, senza diritto di riscatto immagino. Il sempre ottimista Botteghi è sicuro che l'operazioni in uscita, e sopratutto entrata, possano dare l'esito minimo ad una stagione difficile: ancora una salvezza senza playout. Inutile aggiungere che da adesso fino alla fine della stagione non si potranno più prendere giocatori, a meno che siano svincolati. Se leggete sul "muro" del sito “Arancioni 2000” noterete come la stragrande maggioranza dei tifosi è giustamente delusa per l'ennesimo campionato senza sogni di gloria. Preferisco non riportare le loro frasi e opinioni sul ds e la dirigenza, vedi il presidente Massimiliano e l'amministratore delegato Emanuele Braccialini. Però vi consiglio di leggerlo è quantomeno spassoso, sincero con battute simpatiche ed espressioni dialettali tipicamente pistoiesi (e toscane). Ma a parte gli scherzi, speriamo che questi arrivi di Gennaio (Ficini, Cipolla, Cuneaz, Ciarrocchi, Fautario) diano la virata giusta perché da adesso i margini per le riavute saranno minimi. La situazione in coda alla classifica, dopo l'esito dei recuperi (Lanciano-P., Crotone-Lucchese 2-1, Pescara-Potenza 3-1) è la seguente: Sorrento 26, Potenza 25, Sambendettese 23, Pistoiese 22, Juve Stabia 18, Martina 13, Sangiovannese 12. Ormai lo sapete, l'ultimo posto comporta la retrocessione diretta in C2; come di consueto i playout riguarderanno la quintultima spareggerà con la penultima, mentre la quartultima se la vedrà con la terzultima. Adesso sarebbero: Samb-Martina e P.-Juve Stabia; la salvezza "diretta" è a quota 25, occupata dal Potenza. Infine voglio parlarvi della lettera scritta dal presidente Emanuele Braccialini, che è stata pubblicata ieri sul sito ufficiale della società e già inviata al sindaco e l'assessore allo sport del Comune di Pistoia. In soldoni si è saputo che la Pistoiese rischia di giocare le proprie partite casalinghe del prossimo campionato a porte chiuse perché il “Marcello Melani” non sarebbe più adeguato alle norme del decreto Pisanu. La scadenza di legge è fissata per il prossimo 30 Settembre; intanto la società aveva già stimato e comunicato al Comune che la spesa necessaria era di oltre 2,5 milioni di euro. Il Comune, proprietario del “Melani”, invece a detta di E. Braccialini non vuole spendere più di 670.000 €. Dove sta la verità? Sicuramente lo stadio ha bisogno di ristrutturazione, specie in tribuna coperta dove piove in più punti e negli spogliatoi che dice facciano pietà. I Braccialini che hanno una ditta edile avevano anche proposto una pazza idea, anzi un sogno: un centro sportivo e uno stadio nuovo. Il campo di allenamento di Pistoia Ovest sarebbe troppo piccolo per ricavarci anche altri campi e la foresteria dove si potrebbero allenare tutte le compagini dai pulcini alla prima squadra. Ma tornando con i piedi sulla terra, l'amministrazione comunale prima avrebbe posto un niet "alla Gromyko" [cioè 0 €] per poi garantire un intervento diretto. La previsione totale di spesa fu stimata in 1,6 milioni di euro, poi ridotti a 670.000. Braccialini ha voluto ribadire che i lavori d'adeguamento allo stadio certo non competono alla Pistoiese ed è bene che tutti i tifosi sappiano quale è la situazione... L'assessore allo sport Mario Tuci ha respinto tutte l'accuse; che doveva rispondere? La disponibilità del Comune ci sarebbe; però aspetta che la società presenti il computo metrico dei lavori. Tralasciando polemiche e pratiche burocratiche, ecco  i prossimi impegni degli arancioni ormai solo di campionato:  Pistoiese (22,quartultima) –  Gallipoli (34,secondo) fra un'ora;  Perugia  –  Pistoiese  alle 14:30 di domenica 10 [ radiocronaca, anche on-air, su RDP]. Liga Deportiva – Junior Aglianese di domenica 27 è finita 2-4; J. A. – Sporting Banchina di mercoledì 30 Gennaio, recupero della 17ª giornata di andata, ha visto il punteggio tennistico di 7-1. Infine J. A. (47, prima) – Spignana (35), giocata ieri pomeriggio, dovrebbe essere terminata 3-0. Prossimo impegno dei neroverdi: Atletico Spedalino (18) – J. A. alle 15 di sabato 9. Per oggi è veramente tutto, ci si ribecca alla vigilia di San Valentino quando il Carnevale sarà ito [‘‘andato’’] da otto giorni dato che quest'anno la Pasqua è "bassa". Quindi buoni scherzi, sfilate e feste da ‘Br73 Toro secondo l'astrologia cinese Raffaele.

mercoledì 13 Febbraio 2008, ore 23:55

In questi primi sei giorni del 4704, anno della pantegana/sorcio/ratto secondo il calendario cinese, ci sono varie novità e aggiunte da riferire sul sito. Nella pagina 'archivio_generale' ho creato dei collegamenti a tutte le sezioni sulle statistiche visite del 2007 e naturalmente dell'anno corrente. Perché ho fatto questo? Da quando, 13.03.2007, è stato introdotto lo script PHP per la gestione delle statistiche, la quindicinale sezione nelle news è cambiata profondamente. Da quella data ci sono molti più dati, servizi, classifiche rispetto al quelli forniti da ShinyStat™ Pro (comunque limitato all'Home Page). Quindi mi è sembrato giusto archiviare le sezioni "statistiche", magari così saranno più facilmente leggibili e magari utili. Già che c'ero ho fatto altrettanto per sezioni statistiche visite 2007 e 2008 per http://www.br73.net/astronautica.htm. I collegamenti ai due sottoarchivi finora creati sono raccolti qui. Comunque è possibile accedere alle pagine 'news_statistiche_sezione_astronautica_2007' e 'news_statistiche_sezione_astronautica_2007' direttamente da suddetta sezione. Passando ad altro, con il decreto di scioglimento delle Camere — firmato lo scorso mercoledì da Napolitano — è terminata la XV legislatura. Questa era ufficialmente iniziata il 28 Aprile 2006 e avrebbe garantito dopo 2 anni, 6 mesi ed un giorno di durata il vitalizio automatico per tutti i parlamentari. Io a suo tempo avevo preso dal sito/portale/blog di Beppe Grillo un codice HTML per vedere il countdown al 29.10.2008 (giorno fatidico per ottenere il vitalizio). Quindi con lo scioglimento anticipato della legislatura, la più breve dal dopoguerra, ho tolto quel conto alla rovescia.Il governo dimissionario, che rimane comunque in carica fino al 28 Aprile per la gestione degli affari correnti, starebbe formulando un qualche espediente per aggirare il limite dei 30 mesi. Solo la XI legislatura era durata meno: 722 giorni contro i 732 di quella terminata da poco. Spero vivamente che almeno il privilegio del vitalizio, i nostri onorevoli non se lo prendano per il semplice fatto che non si spetta. In ogni caso la sezione del conto alla rovescia rimane; aspetto solo il momento di metterci il codice HTML per il nuovo governo. Passando a tutt'altro argomento, ho deciso di aggiungere dell'immagini alle varie sezioni nell'Home Page per aumentarne le visite. A pensarci bene, un semplice titolo come L'ITALIA E LA SORELLA CRUDELE DELLA STORIA  non dice molto sull'argomento. Ma se poi sotto ci si aggiungono queste due gif (1 e 2), si capisce che riguarda il nostro paese e la guerra (la sorella crudele della storia secondo la definizione di non ricordo chi). Quindi può venire la curiosità di saperne di più e cliccando sulle immagini, di cui una è una vignetta di Vauro, si accede alla pagina 'italia_e_la_guerra'. Per la sezione dal titolo UNA RIFLESSIONE SULLA VIVISEZIONE ho messo questa gif al posto della precedente. Se poi qualcuno — magari del ramo — non ritiene vera l'uguaglianza vivisezione tortura inutile, come scritto nella gif, se ne faccia una ragione perché è l'arido vero. Nella sezione dei contatori, accanto a questa famosa ‘biglia’ ho messo un'immagine di ciò che potrete vedere alla pagina collegata, 'contatori_terra'. Naturalmente anche la foto del nostro pianeta, ripresa dall'equipaggio dell'Apollo-17 il 07.12.1972, ha il medesimo URL. La pagina 'contatori_mondo' è collegata ad un'immagine di ciò che si potrà vedere al suo interno; non mi sembra poco come anticipazione... I vari contatori fanno parte dell'"orologio del mondo" (World Clock) e riguardano principalmente statistiche sulla popolazione umana. Invece quasi tutti i contatori dell'"orologio della Terra" (Earth Clock) riguardano il nostro e computano ad esempio la desertificazione, l'emissioni di CO2, la foresta persa, i barili di petrolio pompati, i rifiuti prodotti negli Usa, le scorie nucleari ecc. ecc. Però non tutte questi conteggi sono così negativi; infatti ci sono quelli riguardanti gli ettari di foresta ripiantata, le tonnellate di immondizia riciclata negli Usa. Infine c'è da segnalare gli unici conti alla rovescia, quello delle riserve di petrolio (espresso in tonnellate) e i giorni, ore, minuti, secondi al momento in cui finirà l'"oro nero". Anche se non vi interesserà, vi segnalo che i contatori dell'"orologio della Terra" li ho notati in questa pagina dove avevo già preso quelli dell'"orologio del mondo". Avevo già in mente lo zerbino musicale da usare per la pagina 'contatori_mondo', ma purtroppo non sono ancora riuscito a trovare la versione strumentale di questa canzone. Invece per la nuova pagina 'contatori_terra' ho utilizzato come sottofondo quello presente nella pagina 'contatori_madre_terra' (poi sostituita da 'contatori_terra'). Spero che questi contatori quasi tutti in avanti, eccetto quei due di cui ho accennato, facciano un po' riflettere sul fatto che la Terra e la popolazione umana dovrebbero essere due entità simbiotiche. Purtroppo i miliardi di esseri umani sembrano comportarsi da "parassiti", ignari che la Terra può sopravvivere a loro. Dovremmo pensare più spesso che senza questo pianeta non sopravvivremmo altrettanto. Adesso prima di chiudere vorrei parlarvi di una pagina aggiunta nella sezione dei caduti del lavoro. Questo screenshot che linka alla pagina 'conto_del_macellaio' vi dà già un'idea dei suoi contenuti. Per chi non lo sapesse, il "conto del macellaio" era l'espressione con cui l'ammiraglio Nelson indicava il numero dei caduti nelle varie battaglie contro i francesi di Napoleone. Ogni giorno l'ammiraglio chiedeva al suo attendente a quanto ammontasse il "conto del macellaio". Tornando alla pagina omonima, in un'animazione Flash™ vedrete il numero (medio) delle persone morte e quello degli invalidi a causa degli infortuni sul lavoro. Come sottofondo musicale alla pagina ho scelto l'Internazionale, riconosciuta come inno dei lavoratori di tutto il mondo. Su questo sito potrete trovare siffatta canzone, scritta in Francia, in moltissime lingue: dal russo allo zulù. Io ho scelto una registrazione strumentale dell'orchestra del Ministero della Difesa allora sovietico. Prima di chiudere vorrei precisare che questa mia iniziativa personale ha il solo scopo di far riflettere su un fenomeno, sempre esistito, di cui se ne parla di più negli ultimi anni. I morti sul lavoro hanno raggiunto numeri da guerra civile; senza contare che le persone rese invalide sono tantissime e il loro impatto sulla società, e sopratutto sulle loro famiglie, è devastante. È inutile negarlo: un/una lavoratore/ice che muore resta una tantum da risarcire. Per chi sopravvive, il nostro SSN (Servizio Sanitario Nazionale) insieme all'INAIL e l'INPS dovrebbero seguire il motto tre moschettieri: "tutti per uno, uno per tutti"; sennò perché diavolo si pagano i contributi e le tasse? Questo mio "interesse", che talvolta può sembrare un po' eccessivo, nasce da un'esperienza familiare che vi racconterò a suo tempo, probabilmente quando sarà finita... La canzone Across the Universe dovrebbe essere già in viaggio verso la Stella Polare; non credo che nel 2492, quando il segnale avrà percorso i 385 anni luce di distanza, sarà beccato precisamente l'astro. Dopotutto anche questi si sarà mosso in una sua direzione, come tutte le stelle del cielo del resto. Non credevate mica che le costellazioni fossero fisse? Comunque tornando a suddetto segnale musicale, mi informerò meglio sulla sua struttura annessi e connessi. Ad oggi è sempre abbastanza "vicino", 9 giorni luce pari a circa 234 Tm; la nube di Ort, il primo oggetto interstellare di una certa importanza, si dovrebbe trovare fra 290 e 580 giorni luce dal Sole. Nella notte fra mercoledì 20 e giovedì 21 sui cieli italiani sarà visibile un'eclisse totale di Luna. L'orario stavolta sarà un po' scomodo perché l'acme sarà raggiunto verso le 03:26, un'ora piuttosto antelucana. Questi sono gli orari, italiani naturalmente: inizio fase parziale (01:42:59), inizio fase totale (03:00:04), fine fase totale (03:51:32), fine fase parziale (05:09:07). Per saperne di più cliccate su questa pagina a cura del portale http://www.astronomia.com/. La prossima eclisse lunare — totale — che si potrà ammirare dai nostri cieli non è così ravvicinata dato che avverrà il 21 Dicembre 2010. Quel giorno l'acme, scusate parola un po' desueta, si avrà alle 08:17; ma dato che sarà mattina inoltrata non si dovrebbe vedere un accidente. Quindi meglio attendere quella del 15 Giugno 2011... Non essendoci notizie d'astronautica o novità sulla sezione specifica passo senz'altro oltre.  Il posticipo della seconda giornata di ritorno, precisamente quello domenica 3,  Fiorentina  –  Mila, è terminato con il risultato di 0-1 [ diretta testuale, tabellino, highlights, statistiche 1 e 2, fotogallery]. La gara l'ho vista nel solito circolo di Valenzatico e posso dire che è stata vibrante, con molte emozioni e purtroppo tante palle-gol sprecate dai gigliati. Il Milan ha avuto solo un'occasione (il clamoroso auto-traversa di Pasqual fa parte a sé) e l'ha sfruttata al meglio con il 'Papero', cioè l'osannato Pato. Tralasciando questa mia vena polemica, e forse invidiosa, adesso la corsa al quarto posto vede i rossoneri avvantaggiati. Infatti se raggiungessero a pari punti con i viola li supererebbero in classifica per gli scontri diretti (1-1 a Milano, 1-0 a Firenze). Parlando brevemente del ruolino di marcia, dopo quattro vittorie consecutive (5-1 al Cagliari, 2-1 a Parma, 2-1 con il Torino, 2-0 a Empoli) è arrivata la prima sconfitta del 2008, terza casalinga e quarta stagionale. Il Milan proprio con questo 0-1 ha conquistato la quarta vittoria consecutiva e quindi vola verso l'ultimo posto utile per i preliminari di Champions League. Mercoledì 6 negli ottavi di finale della "Coppa Carnevale", la Primavera ha annichilito quella del Genoa per 4-1. La gara è stata giocata nello stadio Dei Pini di Viareggio in diretta su Rai Sport Sat e con finestre di collegamento su Radio. Purtroppo l'avventura dei giovani gigliati si è fermata ai quarti con i pari età dell'Empoli (1-2). La gara si è giocata giovedì 7 sul campo di San Giuliano Terme. Quando il finale di 1-1 sembrava scritto è arrivata la doccia fredda di Catrurano che ha sfruttato al meglio una vaccata difensiva. L'Empoli ancora una volta è la bestia nera della Fiorentina del Torneo di Viareggio; nella finalissima del 2000 gli azzurri vinsero per 2-1, me lo ricordo perché vidi la partita su SKY a Valenzatico. Rammento ancora il titanico rigore che Cesari negò alla Fiorentina sull'1-2, ma tanto al fischietto genovese il viola non gli piaceva per nulla... eheheh. Per la cronaca, la Primavera è al miglior risultato da quando partecipa a questo importante torneo giovanile, cioè dal 2003. L'ultimo successo è un po' remoto: 3-2 sulla Roma nel 1992. Passando adesso all'anticipo delle 18 di sabato 9,  Atalanta (29) –  Fiorentina (37,quarta) è finita con un beffardo 2-2 [ diretta testuale, tabellino, highlights, statistiche 1 e 2, analisi aggiornata delle gare disputate dal 12.02.2007 all'11.02.2008]. Ancora adesso non mi so raddare (capacitare) di aver visto subire gol in contropiede al 90°! Il possesso palla è fondamentale, specie nei minuti finali; prima di "regalare" palla agli avversari — vedi Montolivo che voleva approfittare del portiere fuori dai pali — piuttosto si butta la palla in tribuna! Quella giocata mencia, senza nerbo, e con molta sufficienza è stata letale: l'ex atalantino poteva fare 700 cose ed invece ha cercato un passaggio prevedibile in mezzo all'area. Un avversario ha recuperato palla, i viola erano troppo avanti, l'azione è proseguita veloce; con un paio di tocchi i neroazzurri sono arrivati in area, cross basso e nell'area piccola "difesa" dai vari gigliati è spuntato il piede di Muslimovic per l'incredibile 2-2. Già la beffa dell'immediato pareggio dopo il bel 1-0 di Pazzini l'avevo digerita male; ma diavolo, due punti svaniti al 90° sfava (scusate l'espressione). Anche all'andata il 2-2 degli orobici arrivò al 90’ con un superbo gol di Zampagna. Quindi due punti allora e due adesso fanno quattro, la cui mancanza sicuramente peserà nella classifica finale. Passando adesso ai numeri, che è meglio, questo è il primo pareggio del 2008 (quarto in trasferta e ottavo stagionale). Pazzini è alla sesta realizzazione in campionato, mentre Semioli è alla prima (naturalmente non contando i gol in Coppa Uefa e Coppa Italia). A puro titolo di cronaca, l'ex Zlatan Muslimovic finora non aveva marcato con la maglia dell'Atalanta. Come nota curiosa c'è da riferire che è il terzo 2-2 consecutivo nell'ultime gare fra Fiorentina e Atalanta (01.04.2007, 16.02.2007, 09.02.2008). L'ultima vittoria allo stadio “Atleti azzurri d'Italia” è un po' datata: 1-3 il 17.12.1995. Adesso è meglio chiudere questa sezione "viola" dato che ho scritto pure troppo. Prossimi impegni, molto ravvicinati, della squadra gigliata:  Rosenborg  –  Fiorentina  alle 20:45 di domani, andata dei sedicesimi di Coppa Uefa [diretta TV in chiaro su La7];  Fiorentina (38,quarta) –  Catania (23) alle 15 di domenica 17, quarta giornata di ritorno;  Fiorentina  –  Rosenborg  alle 20:45 di giovedì 21, ritorno dei sedicesimi di Coppa Uefa [diretta sul DT di La7 Cartapiù • diretta radiofonica, pure in streaming, su Radio Blu e Lady Radio]. Note: il giudice sportivo in attesa di conoscere le motivazioni del reclamo del Catania farà sapere il seguito le sue decisioni su C.-Inter 0-2 di domenica 17. Il Milan stasera ha recuperato l'ultime delle tre partite non giocate a Dicembre; a San Siro ha pareggiato 1-1 con il Livorno ponendosi ad un punto dalla quarta in classifica, la Fiorentina. Le regole per questo turno ad eliminazione diretta in Coppa Uefa sono le consuete: gara d'andata di 90’, ritorno sette giorni dopo, se si ripete il risultato dell'andata — naturalmente "ribaltato" — ci saranno due tempi supplementari di 15’ ciascuno e poi eventualmente la battuta dei calci di rigore. In ogni altro caso se la differenza fra i gol fatti e subiti nelle due gare è 0, allora quelli realizzati in trasferta contano doppio (regola dei gol fuori casa). Nel piovoso e grigio pomeriggio di domenica 3 si è giocato al “Marcello Melani”  Pistoiese  –  Gallipoli , una specie di testacoda fra la sorprendente "matricola" pugliese (seconda) e la squadra arancione (quintultima). Sarà stato il tempaccio, l'orrida prestazione in casa con il San Marino, ma c'erano appena 1291 spettatori di cui un gruppetto ospiti. Il duo Ansadi-Bellini hanno dovuto rinunciare anche a Gambadori, che si è preso un febbrone da cavallo della ultim'ora. Già mancavano Aresti, Femiano, Motta e Lanzillotta infortunati; inoltre doveva scontare l'ultima giornata di squalifica Venturelli. Al centro della difesa sono stati schierati Pisani e Calabro, invece Briganti è andato sulla destra dove di solito operava Gambadori. Al centrocampo c'erano da destra a sinistra: Breschi (esterno), Guerri e Ficini in mediana, Boldrini (esterno); Bellazzini è stato riproposto regista a sostegno dell'unica punta Cipolla. Dopo pochi secondi dal calcio d'inizio, un giocatore ospite ha sparato una bordata orientata verso la porta, meno male che Calabro si è "immolato" deviando con il corpo in angolo. Personalmente non avrei preso quella pallonata per nemmeno mille euro. Comunque i primi 15’ hanno visto gli arancioni applicare un discreto pressing e attuare un bel fraseggio di gioco. Purtroppo la mira è rimasta invariata, vedi i tiracci dalla distanza di Bellazzini e Boldrini (roba da campionato amatori). Un'occasione migliore è capitata a Breschi, che però defilato in area non è riuscito con il suo pallonetto a sorprendere Rossi. Al 16’ Calabro ha dovuto dare forfait per un risentimento muscolare; al suo posto è entrato Caco. Al 18’ su lungo traversone, Cini è riuscito a battere al volo mettendo la palla altissima; sarà l'unico tiro degli ospiti nel primo tempo. Al 29’ su un'azione iniziata da Cipolla, Guerri ha sferrato da destra un diagonale radente deviato da Rossi nel mezzo; poi i suoi compagni hanno subito liberato. Infine al 46’ Bellazzini è riuscito su punizione a superare la barriera, ma la palla è terminata alta sulla traversa anche se di poco. Forse sarà stata la notizia del parziale di Taranto-Salernitana 4-0 a dare una carica in più ai giocatori. Ve lo dico subito: l'unico tiro in porta degli arancioni nella ripresa è stato quello di Bellazzini, dopo qualche minuto di gioco. Indi potrete intuire il proseguo della gara dove pian piano gli ospiti sono iniziati a crescere; insomma un loro gol era "maturo". Infatti al 16’ Di Gennaro, sogno di mercato della scorsa estate, si beve in dribbling Di Simone e Briganti; dall'area piccola tira, Mareggini respinge e la palla viene appoggiata in gol da Mele in volo d'angelo (foto). Nell'occasione, un difensore invece che chiudere sull'avversario è rimasto in un'assurda (ed inutile) posizione a metà fra la palla e la porta. Mareggini dopo aver visto il pallone entrare in rete avrà tirato una ventina di imprecazione oltre che schiaffeggiare il palo. Devo dire che non mi sono incazzato più di tanto sentendo in diretta l'azione dello svantaggio; ci avrò fatto l'abitudine? Al 31’ Ansaldi-Bellini visto l'infortunio alla caviglia di Breschi hanno inserito Cocco. Al 35’ lo scatenato Mele taglia la difesa servendo Russo sulla destra; l'attaccante scarta Mareggini e appoggia in rete un attimo prima che un difensore cerchi di salvare in scivolata sulla linea. Letto dal Televideo lo 0-2 parziale, ho perso ogni residua speranza di un pareggio; meno male che mi sono perso lo 0-3 realizzato al 43’ dall'argentino Correa con un rasoterra dopo che un arancione ha fatto un rinvio da galera. Naturalmente al triplice fischio sono piovuti bordate di fischi dagli spalti e cori tipo <<Andate a lavorare!>> verso i giocatori e sopratutto il ds Botteghi. Dopo questa pesante sconfitta [ tabellino • servizio filmato] c'è poco da dire vista la pochezza — scusate il gioco di parole — del gioco espresso, l'attaccamento alla maglia e l'impegno profuso. Solo Mareggini, incolpevole sui gol, e Breschi, tanto cuore e corsa, si sono per così dire "salvati". Cipolla all'esordio casalingo si è dato da fare, ma era troppo solo in attacco e non poteva mica fare miracoli... Il tecnico in prima Ansaldi non si considera a rischio, a suo dire fino allo 0-1 i suoi avevano <<giocato discretamente>>[!]. Passando adesso ai numeri, a dire il vero sconfortanti, c'è da registrare la quarta sconfitta casalinga (la seconda per 0-3). L'ultimo gol realizzato in casa fu quello realizzato da Femiano con il Crotone, 3-1, lo scorso 23 Dicembre; poi sono seguiti due 0-0 (a Taranto con l'Arezzo). Il fortissimo duo degli attaccanti ospiti, l'ex Ginestra-Di Gennaro, è rimasto all'asciutto; però ci hanno pensato tre loro compagni, non punte di ruolo a segnare. Anche se vi interessa il giusto, Riccardo Mele, difensore classe 1986, ha realizzato il suo primo gol in serie C1 dopo venti presenze; nelle precedenti tre stagioni a Gallipoli aveva realizzato una rete in C2 (2005-06) e serie D (2004-05). Finora il Gallipoli in trasferta non avevano mai vinto: cinque sconfitte e cinque pari! I ricorsi storici e il computo dei precedenti fra Pistoiese e Gallipoli non necessitano di ricerche sugli almanacchi. La partita dell'andata, 1-1, a Gallipoli il 23.09.2007 era la prima in assoluto; indi il resoconto dei due precedenti è: 0 vittorie, 1 pareggio, 1 sconfitta; 1 gol fatto e 4 subiti. Passiamo adesso a  Perugia (28) –  Pistoiese (22,quartultima) di domenica 10. Al “Renato Curi” c'erano 2.827 spettatori a fronte di una capienza di 28.000; probabilmente le quattro sconfitte casalinghe consecutive hanno un po' influito. Da notare che il tecnico Matrecano alla vigilia ha avuto delle dichiarazioni non molto simpatiche tipo che se non vincevano potevano anche fare festa! Il duo Ansaldi-Bellini erano meno sulla "graticola" del collega, evidentemente all'ultima chance, però anche loro non potevano sorridere visto l'assenze e il gioco espresso dalla squadra. Mancavano nell'ordine: Aresti, Calabro, Lanzillotta, Femiano, Motta (tutti infortunati). Venturelli rientrato dalla squalifica ha avuto in settimana una gastroenterite, così è stato portato in panca. Di fronte allo spregiudicato 4-3-3 del Perugia di Matrecano, i tecnici hanno deciso per il 4-4-2 con Caco terzino sinistro, Briganti centrale insieme a Pisani, Bellazzini esterno destro e Ciarrocchi all'esordio accanto a Cipolla in attacco. La prima metà tempo è trascorsa senza emozioni, forse perché le due squadre avevano una ‘fifa’ di scoprirsi. Al 27’ su cross teso da destra, Briganti incorna di testa appena dentro l'area; il tiro è preciso e angolato tanto che Puggioni ci arriva per miracolo senza trattenere, la palla rimbalza ad un metro da terra e quando Cipolla sta per appoggiarla in rete il portiere seppure sdraiato riesce a metterla in angolo con una gamba! Al 29’ da calcio d'angolo da sinistra Ciarrocchi riesce a rimettere nel mezzo, non di testa come c'è scritto sul Tirreno; quando Cipolla si sta per avventare sulla palla, Calzi lo falcia senza troppi complimenti. Indubbiamente era rigore, il sig. Antonio Barletta di Bernalda oltre la massima punizione ha ritenuto di dover espellere il difensore. Sinceramente mi è sembrata una decisione troppo severa, non era ultimo uomo e poi al massimo ci stava il cartellino. Solo dopo un paio di minuti Cipolla ha potuto battere il tiro dagli undici metri, realizzando con un rasoterra preciso. Al 34’ lo scatenato Cipolla con una discesa funambolica entra in area; s'accentra, scarta Cherubini che forse per rappresaglia lo butta giù. Anche stavolta era un evidente fallo da rigore e il sig. Barletta ha indicato il dischetto! Quando ho sentito del secondo rigore in nemmeno tre minuti non credevo alle mie dannate orecchie. Cipolla è tornato sul dischetto, ma pur battendo radente e angolato non è riuscito a superare Puggioni bravo a deviare in angolo con balzo felino. Al 35’ Cherubini batte dal limite una punizione-bomba che saetta vicino al palo; se inquadrava lo specchio quel tiro sarebbe stato il pareggio sicuro al limone. Al 37’ La Vista entra in area da destra, crossa e la palla picchia sul braccio di Ficini abbastanza vicino; sinceramente ci poteva stare anche il rigore dato che in massima serie si puniscono pure i falli d'orecchio (vedi Inter-Empoli). Al 42’ Di Simone mette nel mezzo da sinistra, Guerri riesce ad anticipare due avversari e d'esterno al volo piazza la palla nell'angolino basso alla destra di un attonito Puggioni! Credetemi, se il centrocampista avesse segnato così in serie A andava sulla sigla di gol che fanno vedere per pubblicizzare la serie A TIM. Il primo tempo si è chiuso con una parata miracolo di Mareggini su tiro di La Vista, presentatosi a tu per tu dopo un affondo da destra. Passato questo pericolo, mèmore della gara di Castellammare di Stabia (da 2-0 a 2-2 nel primo tempo), mi sono ritenuto moderatamente ottimista. Diavolo se non si porta a casa uno doppio vantaggio in dieci contro undici allora è meglio fare festa. La ripresa è filata senza particolari pericoli per Mareggini, anche se al 5’ ha steso Ercolano in maniera un po' sospetta. Gli arancioni hanno tenuto in pugno la gara anche perché i locali erano andati nel pallone più completo. Infatti al 23’ D'Andrea dall'out destro decide per un improvviso ed immotivato retropassaggio in porta; Puggioni forse sorpreso liscia il pallone, ma poi riesce a smanacciarlo via un attimo prima che superi la linea! In ogni caso l'azione era/è da Gialappa's, speriamo di trovare il filmato prima o poi. Dopo nemmeno un minuto Briganti, salito in avanti, gira al volo un corner battuto da Di Simone; peccato che la palla scheggi il palo esterno. Lo 0-3 mi sarebbe piaciuto, ma anche lo 0-2 finale [ tabellino • fotogallery] l'ho accettato di buon grado. Cipolla ha così realizzato il suo primo gol in maglia, mancando la doppietta di un nulla. Invece Simone Guerri è alla terza marcatura stagionale, seconda in trasferta; il centrocampista classe 1982 ha così superato i 2 gol realizzati in C2 con l'Aglianese nel 2003-04 ed Imolese nel 2004-05. Dopo quasi un girone, gli arancioni sono tornati a vincere in trasferta (l'ultima fu l'1-2 a Potenza alla settima giornata il 07.10.2007). Inoltre c'è da segnalare che questo successo è il primo del girone di ritorno e del 2008. Chissà quanto tempo era che la Pistoiese non fruiva di due calci di rigore nel giro di un tempo, anzi tre minuti! Magari un giorno mi metto a scartabellare l'almanacco e vi dico. Passando ai ricorsi storici, gli arancioni non vincevano a Perugia dal 06.02.1966! Allora, 20ª giornata del campionato di serie C, segnarono addirittura una cinquina: 9’ Bartolini, 52’ Prato, 55’ Divina, 70’ e 82’ Migliorati. Invece il computo dei quarantadue precedenti è: 16 vittorie, 12 pareggi, 14 sconfitte; 57 gol fatti, 33 subiti. Dando adesso qualche breve notizia in casa, Bellazzini dopo l'ammonizione rimediata a Perugia essendo diffidato sarà squalificato; i canditati per la sua sostituzione saranno Boldrini o Breschi. Difficilmente Lanzillotta e Calabro potranno recuperare dai loro infortuni, che non sono gravi ma richiedono un'altra settimana di tempo. Prossima gara degli arancioni:  Pistoiese (25,quartultima) –  Potenza (29,dodicesimo) alle 14:30 di domenica 17 [ radiocronaca, anche on-air, su RDP]. Il derby Atletico Spedalino (18,quartultimo) – Junior Aglianese (50, prima) di sabato 9 ha visto i neroverdi vincere per 2-1. Dice che la capolista ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per superare i cugini che si erano portati meritatamente in vantaggio. I gol sono stati segnati prima da Perondi su punizione e Pecchioli con un sinistro all'incrocio da fuori area; queste brevi descrizioni dei gol le debbo a ‘Carletto’ che ha scritto un "contributo" sul forum di Calciopiu.net sulla Terza categoria Pistoia. La seconda in classifica, il Pistoia Nord, ha impattato 0-0 sul campo del Virtus Bottegone. Alla quarta giornata di ritorno, con altre quattordici da disputare, la situazione si sta delineando in maniera chiara: Junior Aglianese 53, Pistoia Nord 40, San Marcello e Capostrada 39, Spignana 38, . Qualche sera fa è capitato alla casa del popolo del mi paese quel signore che era nell'ambiente della fu Aglianese e che continua a seguire la Junior Aglianese. Con il suo solito fare sornione mi ha anticipato che i giochi per un'eventuale ripartenza di un'"altra Aglianese" dal campionato di Promozione si sarebbero conclusi entro Marzo. Come avevo scritto più volte, l'Aglianese Calcio 1923”, retrocessa la scorsa stagione dalla serie D, non si è iscritta al campionato di Eccellenza Toscana. Ma non è né fallita e quindi nemmeno cancellata; attualmente la sua sede è in provincia di Lecce, mentre il titolo sportivo è alla FIGC di Firenze. Se ci fosse una fusione con la Junior Aglianese, verosimilmente promossa in Seconda categoria, una nuova società neroverde potrebbe ripartire dal campionato di competenza della fu Aglianese. Ma quale è? Semplice: quello di Promozione visto che quello di Eccellenza non l'ha disputato ed è già estromessa. Ma non è affatto semplice arrivare alla fusione: finché ci sono dissidi e incomprensioni con la proprietà dell'Aglianese Calcio 1923”, leggi Stefano Alteri. Inoltre le pendenze economiche rimaste devono essere colmate. Al momento, a detta di quel signore, la situazione non invita molto all'ottimismo; vediamo che succede, poi vi riferirò. Prossime gare dei neroverdi: Junior Aglianese(56, prima) – Milan Club(31) alle 15 di sabato 16; PSBF Capostrada – J. A. alle 16 di sabato 23. Ci si ribecca fra dieci giorni quando sarà il mio 35° compleanno e questo mi rallegra alquanto. Mi raccomando: non mi fate gli auguri prima del tempo, dice portino male e mi mancherebbe solo quello. Comunque buon san Valentino a tutte le persone — di ogni età, sesso e orientamento — che si scambiano effusioni, parole dolci, fluidi e sopratutto si ritengono unite da un sentimento più forte del pianto che il tempo distruggere non può. Naturalmente buon san Faustino a tutte le altre persone che non hanno ancora trovato la loro dolce metà oppure stanno bene anche senza. Fra loro mi ci metto anch'io, però sono ben cònscio che questa benedetta altra persona va un po' cercata perché non uscirà certo dai muri... eheheh

 Post Scriptum  Se a Valentino Rossi è stato concesso di pagare all'Agenzia delle entrate 35 milioni invece che i 112 inizialmente contestati allora qualcosa non quadra. Vabbene che ha riportato la residenza in Italia, pagherà 12 rate trimestrali da 1,57 milioni ciascuna per il periodo 2001-04, forse altri 18 milioni per il 2005-06 (quindi un totale di 36); 0 per il 2000 causa norme sul condono. Ha fatto pure pace con il Fisco in una conferenza stampa, con tanto di stretta di mano del direttore Massimo Romano. Si sono sentite parole di stima, buoni propositi, scuse sentìte, insomma un'atmosfera da "libro Cuore" della serie volemosi bene. Ma resta sempre il fatto che non è stato pagato quanto dovuto, anzi evaso che è peggio. Con il patrocinio del Codacons è stato creato il "Comitato dei signor Rossi", che a nome degli oltre 80.000 Rossi d'Italia chiede all'Agenzia dell'entrate lo stesso trattamento riservato al signor Valentino Rossi. Nella fattispecie pagare le dovute tasse con una riduzione del 68,75%. Come ragionamento non fa una piega: perché all'ex campione di motociclismo sì e agli altri "signor nessuno" Rossi no? Peccato che di cognome faccia Bonacchi... mannaggia!

domenica 24 Febbraio 2008, ore 12:30

Ormai è un classico se vi dico che ci sono novità ed aggiunte riguardanti il sito, in continua evoluzione. Nel pomeriggio di domenica 17 è morto di vecchiaia il mio cane, Nero — che ormai reggeva con i pochi denti rimasti l'animui gli animali ne siano privi secondo la Chiesa). Era qualche mese che la senescenza si era fatta sentire con i suoi 16 anni, infatti Nero era nato nel Maggio 1992 dalla mia cagnolina Briciola, morta a dieci anni schiacciata da una macchina nel Luglio 1994. Negli ultimi giorni il povero animale era costretto a stare accucciato sotto una coperta e lo nutrivo solo con vitamine perchè non poteva più mangiare. Così mi è venuto da pensare, e ripensare, alla sua corrispondente età umana. Il detto "un anno canino uguale a sette dei nostri" è un'estrema semplificazione; infatti bisognerebbe considerare anche il peso dell'animale. In maniera indicativa, più un cane è di corporatura pesante meno campa; infatti sarà soggetto a più acciacchi di uno a piccola taglia. Guadando in Rete ho notato che c'erano vari calcolatori, ma solo questo considerava anche il peso. Lavorandoci negli avanzi di tempo, fra cui la sessione di cazzeggio del sabato insieme a ‘Kappa′, ho costruito una pagina ad hoc: 'calcolatore_età_cane'. Rispetto alla pagina web originale il peso viene automaticamente convertito in chilogrammi e l'età può essere espressa in anni e mesi. Come al solito ho predisposto tutti i controlli del caso per gli input; insomma lo script è "a prova di scimmia". Nell'Home Page c'è una specifica sezione rappresentata da una gif che dà un'idea dei suoi contenuti. In futuro, chissà quando, introdurrò un analogo calcolatore per i gatti. Naturalmente mi limiterò a questi due animali da affezione; quindi ciccia per chi ha un altro essere "domestico" tipo iguana, boa costrittore, ramarro, maialino d'India, ragnolone... insomma avete capito Per la cronaca, Nero — ponendo che pesasse 5 kg — aveva un'età umana di 76 anni e 10 mesi; ciao e grazie di tutto caro amico a quattro zampe... Tornando alle modifiche al sito, ho fatto in modo che tutte le finestre di output nelle pagine dove sono gli appositi JavaScript non permettessero la modifica del loro contenuto. Insomma non volevo che passandoci sopra con il mouse, poi ci si potesse inputare sopra. È bastato inserire nel tag INPUT il parametro “readonly” e ualà! Infine per tutte le pagine del sito ho effettuato due altri controlli "accentuali-semantici", nella fattispecie: <<féci>> (passato remoto del verbo fare — clicca qui) o <<fèci>> (parola peraltro mai utilizzata nel sito); <<fòsse>> (plurale di fòssa) oppure <<fosse>> (congiuntivo imperfetto del verbo essere). Non credo che debba scrivere altro, naturalmente il sito come ad ogni fine mese vedrà le consuete aggiunte e modifiche. Purtroppo ancora una volta, la spessa coltre nuvolosa nel cielo sopra la Piana mi ha impedito di ammirare l'eclisse totale lunare dello scorso giovedì notte. Già nella serata di mercoledì 20 il cielo era molto nuvoloso e non tirava un filo di vento... brutto segno. Ho messo la sveglia verso le 03:15, circa dodici minuti prima del massimo dell'eclisse, ma potevo anche dormire: infatti non si vedeva un accidente. La stessa sera invece c'era una Luna piena da fotografia perché risaltava benissimo nel cielo terso... mannaggia. Il portale specifico della Nasa, http://sunearth.gsfc.nasa.gov/eclipse/eclipse.html, ha naturalmente dedicato una pagina speciale a questa eclisse. Questo schema gif è riferito come sempre all'ora GMT. Per la cronaca questa eclisse è la 26ª del ciclo di Saros 145. In ognuno di questi, che dura 223 mesi sinodici (18,031 anni), si susseguano 29 eclissi di Luna e 41 di Sole. Parlando adesso della prossima eclisse lunare totale visibile dall'Italia, ecco lo schema gif per quella del 15 Giugno 2011. / Non essendoci notizie d'astronautica, o novità riguardanti http://www.br73.net/astronautica.htm, chiudo qui.   Rosenborg  –  Fiorentina , andata dei sedicesimi di finale della Coppa Uefa, si è giocata giovedì 14 nel Lerkendal Stadion di Trondheim in un clima glaciale. Il finale è stato di 0-1 [ diretta testuale, tabellino, highlights, cartella stampa in pdf a cura dell'Uefa, precedenti casalinghi del Rosenborg con l'italiane, tutti i numeri della squadra norvegese in campo internazionale, le "ultime volte" di Fiorentina e Rosenborg in Coppa Uefa]. I gigliati hanno vinto con merito sfiorando per un paio di volte il raddoppio con Pazzini e Montolivo. Comunque la fortuna è stata benevola con la Fiorentina; infatti all'81° il palo pieno ha respinto il superbo esterno destro di Konan, il giocatore di colore ex Lecce, che aveva messo fuori causa Frey. Passando brevemente a qualche numero e nota statistica, Mutu è al terzo gol in questa edizione della Coppa Uefa (dopo l'1-1 con il Groningen nel primo turno e l'1-0 parziale su rigore contro il Mladá Boleslav nell'ultima gara del girone eliminatorio). Era dal 20.10.1998 che la ‘Viola’ non vinceva fuori casa in una gara di Coppa Uefa: sedicesimi di finale, Grasshoppers-F. 0-2 (Batistuta 20’, Robbiati 65’). Infine per trovare l'ultimo "1-0 corsaro" di Coppa bisogna tornare al 21.03.1990: quarti di finale, Auxerre-F. con gol di Nappi al 78’. Ma ritornando al presente, scusate questi miei salti temporali, domenica 17 Febbraio si è giocato  Fiorentina (38,quarta) –  Catania (23), valida per la quarta giornata di ritorno. Il finale è stato di 2-1 [ diretta testuale, tabellino, highlights, statistiche 1 e 2]. I gigliati apparsi stanchi dopo l'impegno di coppa hanno dovuto sudare non poco per superare gli etnei. Stavolta l'occasioni propizie sono state sfruttate abbastanza bene; infatti cinque conclusioni verso la porta difesa dall'ex Polito la palla è finita due volte dentro la rete. Il mattatore è stato Adrian Mutu, autore del bellissimo gol del secondo e definitivo vantaggio; le sue realizzazioni stagionali in campionato salgono così a 14. Invece per Kuzmanovic è la prima rete in maglia e quindi stagionale (lo scorso campionato giocò 4 gare). La Fiorentina ha conquistato la seconda vittoria casalinga del 2008, sesta stagionale e undicesima totale. Inoltre la ‘Viola’ si è riconfermata bestia nera del Catania: 7 vittorie e 7 pareggi (di cui l'ultimo risale al 14.02.1971) e 0 sconfitte. Il bilancio delle reti è davvero impressionante: 24 gol fatti e 4 subiti. Da quando l'ACF Fiorentina dei Della Valle è tornata in serie A, campionato 2004-05, contro gli etnei ci sono state solo vittorie (quattro) con 7 gol fatti ed solo uno subìto. Proprio questi, il momentaneo pareggio, è stato realizzato con una staffilata dal limite ad opera del peruviano Juan Manuel Risco Vargas. Giovedì 21 c'è stato il ritorno dei sedicesimi di Coppa Uefa, cioè  Fiorentina  –  Rosenborg  [ diretta testuale, tabellino, highlights, cartella stampa in pdf, fotogallery]. Dato che La7 dava la diretta sul digitale terrestre sono andato a vedere la gara nel solito circolo di Valenzatico. Praticamente non c'è stata storia: i viola si sono dimostrati superiori in tutti reparti rispetto ai pur volenterosi norvegesi. La partita poteva avere un punteggio più rotondo se Pazzini non avesse inquadrato meglio la porta; comunque l'apporto dell'attaccante pistoiese è stato importante. Intanto l'ex attaccante della Pistoiese Cacìa ha realizzato il suo primo gol in maglia pochi minuto dopo essere entrato in campo. Stranamente Prandelli non l'ha ancora fatto debuttare in campionato; per la cronaca, il suo esordio "assoluto" è stato proprio all'andata con il Rosenborg. Gli ospiti proprio nei minuti finali hanno realizzato la rete dell'1-2 sull'unica azione pericolosa della gara. È stato l'ivoriano Yossouf Konè (ex Lucchese, Gela, Vittoria) ad anticipare tutti di testa nell'area piccola. Dopo aver superato il Rosenborg, mai i viola avevano affrontato una squadra norvegese nelle coppe europee, la Fiorentina ha conquistato quattro primati "europei". Con Liverani e Cacìa i marcatori gigliati salgono ad dieci; i risultati utili consecutivi sono ben otto ed infine i gol realizzati ben 15. Se volete ancora più dati sugli ottavi di finali conquistati dalla Fiorentina e i suoi numeri storici in campo europeo cliccate qui: 1 e 2. Adesso i gigliati dovranno contendersi i quarti di finale con i forti inglesi dell'Everton (anche loro ancora imbattuti come Bayer Monaco, Amburgo e Bolton). Prossime, ed ostiche, gare di campionato per la ‘Viola’:  Roma (48,seconda) –  Fiorentina (41,quarta) alle 15 di oggi;  Fiorentina  –  Livorno  alle 20:30 di mercoledì 27, turno infrasettimanale;  Juventus  –  Fiorentina  alle 15 di domenica 2 Marzo. La Pistoiese, reduce dalla bella vittoria di Perugia, si è presentata domenica 17 fra le mura amiche per cercare il bis. Alla gara, disputata in un pomeriggio soleggiato, c'erano 1602 spettatori con una buona rappresentanza ospite. Ansaldi nel rispetto dell'adagio calcistico "squadra che vince non si cambia" ha dovuto solo sostituire Bellazzini (squalificato) con Boldrini. In settimana Motta aveva fatto notevoli miglioramenti dai postumi dell'infortunio, patito nel recupero di Lanciano dello scorso 27 Gennaio. Nella consueta partitella del giovedì aveva giocato una ventina di minuti; come prevedibile nella gara con il Potenza è andato in panca insieme a Venturelli, Fautario, Cocco. Già dai primi minuti gli arancioni hanno fatto vedere il bel gioco espresso a Perugia. Al 5’ Di Simone batte una punizione-bomba dai 20 metri che costringe il portiere ospite Pipolo alla deviazione con i pugni in angolo. Al 17’ Guerri serve Ficini, questi allunga per Ciarrocchi che elude l'avversario e mette nel mezzo; Boldrini non ci arriva, ma Cipolla è lesto a tirare sul Pipolo che non riesce a trattenere ! La mia esultanza, mentre ascoltavo la radiocronaca online, si è limitata se non erro ad un paio di «Vai!» ed una «Porca puttana» eheheh. I lucani hanno subito reagito, prima con un tiro sul fondo di Bruno al 20’ e poi con un diagonale di Berretti al 27° "intercettato" da Pisani. Al 29’ Ciarrocchi (e non Cipolla come scritto sulla Nazione) ha sparato un staffilata dai 28 metri terminata di un soffio a lato. Al 33’ Vianello, non Raimondo o Edoardo, spizzica di destro una palla verso l'area piccola; Deflorio — rimasto in fuorigioco per il pronto avanzare della difesa — realizza da pochi passi. Meno male che il segnalinee alzava subito la bandierina; gli ospiti hanno naturalmente protestato però il fuorigioco c'era. Al 36’ Ficini ha dovuto lasciare il campo per infortunio, al suo posto è entrato Cuneaz; i gradi di capitano sono andati a Mareggini. Infine al 41’ De Cesare libera Vianello in area sulla destra, miracolosamente Mareggini è riuscito a respingere il tiro ravvicinato; credetemi è stato un intervento anche d'istinto, ma prodigioso. La ripresa è stata assai avara di emozioni, eccetto un gran tiro da una trentina di metri al 9’ di Ciarrocchi (che prima o poi inquadrerà il bersaglio grosso) ed una punizione-brivido di Bruno al 31’, che è rimbalzata in area fra una selva di gambe sfiorando il palo alla destra di Mareggini. Gli arancioni sono apparsi un po' in affanno, meno male che gli avversari avevano le idee confuse e il fiato ancora più corto. Ancora non capisco perché Ansaldi sia così restio ai cambi, infatti oltre a quello obbligato per Ficini, ha deciso di togliere Cipolla (ormai stracotto) solo al 38! Immagino che il tecnico lucchese sappia che un cambio in meno non si porta in dote alla partita successiva... Ma a parte le battute, questa vittoria di misura [ tabellino, servizio filmato] è vero ossigeno per la deficitaria classifica della Pistoiese. Giovanni Cipolla ha realizzato così il suo secondo gol, consecutivo, in maglia; inoltre Mareggini è imbattuto da oltre 180’. Finalmente è arrivata la prima vittoria casalinga del 2008, nella fattispecie la seconda per 1-0; l'ultimo successo al “Marcello Melani” risaliva al 3-1 con il Crotone lo scorso 23 Dicembre. Infine per la prima volta in questo finora travagliato campionato, gli arancioni sono riusciti a vincere due partite di seguito. Per i precedenti fra Pistoiese e Potenza i conti sono presto fatti: questo 1-0 è il secondo dopo il 2-1 dell'andata lo scorso 7 Ottobre. Il computo aggiornato dei due confronti è: 2 vittorie, 0 pareggi, 0 sconfitte; 3 gol fatti ed 1 subìto. Chiudendo adesso con la situazione in classifica, la sconfitta della Sambenedettese a Lucca ha permesso il sorpasso sui marchigiani (non abruzzesi mi raccomando!); la Juve Stabia caduta a Crotone è abbastanza staccata. Guardando le squadre davanti, il Potenza è solo un punto avanti e può essere affiancato perché sconfitto negli scontri diretti. Invece il Sorrento, inaspettatamente vittorioso sulla capolista-un po' smarrita Salernitana, conserva i tre punti di vantaggio. Al momento i campani sono avanti anche negli scontri diretti, forti dell'1-0 a Pistoia dell'andata che costò la panchina a D'Arrigo. Credo di aver scritto anche troppo, ecco quindi indicata la prossima gara-testacoda per gli arancioni:  Salernitana (42, prima) –  Pistoiese (28,quintultima) alle 14:30 di oggi [ radiocronaca, anche on-air, su RDP]. Note: nella zona "bassa" della classifica saranno importanti i finali di queste gare: Ancona(28,quinta)-Sorrento(31); Potenza(29)-Sangiovannese(17,penultima); Perugia(33)-Sambenedettese(27,quartultima); Juve Stabia(22,terzultima)-Lanciano(36). Junior Aglianese – Milan Club di sabato 16 è finita 3-1; invece PSBF Capostrada (40,secondo) – J. A. (56,ùprima) giocata ieri pomeriggio sul campo sintetico del “Legno Rosso” ha visto l'inaspettato finale di 1-0. La prima sconfitta in campionato dei neroverdi è avvenuta per un gol di Giampaoli. Alla 23ª giornata la classifica è la seguente: J. A. 56, San Marcello e PSBF Capostrada 43, Pistoia Nord 40 e via scorrendo fino all'ultima posizione occupata dal Margine Coperta e Valdibure con 10 punti. Prossima gara dei neroverdi: Junior Aglianese – Montecatini Murialdo (25) alle 14:30 di sabato 1° Marzo. Il mio XXXV genetliaco [‘‘compleanno’’] è trascorso già da un giorno e ancora una volta mi sono trovato ad essere il meno giovane nella tavolata di ieri sera in una pizzeria a Pistoia. Il vecchio adagio "chi nasce prima, invecchia muore prima" l'ho cambiato perché c'è sempre tempo per morire. Questo Febbraio bisestile durerà quindi un giorno in più e così l'appuntamento con le news sarà fra undici giorni invece dei canonici dieci. Come vedete sto cazzeggiando non sapendo cosa altro scrivere, ci si ribecca in prossimità della festa della donna, saluti e buon Festival da ‘Br73’ Raffaele.

 Post Scriptum  Ancora mi chiedo se l'extragettito, il cosiddetto "tesoretto", sia un qualcosa di concreto che possa rimpinguare le tasche di noi contribuenti. Perché se deve restare chiuso nelle casseforti della Banca d'Italia, come le riserve auree, allora è meglio che non venga nemmeno nominato. Non vorremo mica portarcelo in bara...

giovedì 6 Marzo 2008, ore 20:15

In questi ultimi dieci giorni ho aggiornato il sito come ad ogni nuovo mese, diciamo che è stata ordinaria amministrazione. Grazie al lavoro alacre di ‘Kappa′ lo script, per la precisione JavaScript, presente nella pagina 'tanto_paga_Pantalone' ha una potenzialità in più. Adesso ogni immagine linka ad un URL, basta solo cliccarci sopra; l'indicazione, suggerimento, istigazione è opera del sottoscritto che ne pensa cento ma ne può attuare poche per la sua ignoranza in materia di JS, PHP e tanto altro. Gabriele ha aggiunto funzioni che di suo lo script originale non aveva; ma facciamo subito un esempio: se cliccate sulla slide del progetto del ponte di Messina sarete indirizzati al sito http://www.pontedimessina.it. La scelta degli URL associati alle slide è personale e sindacabile, nel senso che accetto suggerimenti. Dato che sono un inguaribile perfezionista, ho "commissionato" a Gabriele un'altra modifica al JS: saltare alla slide successiva con il tasto destro del mouse. Già che c'ero, ho sostituito l'immagine di Pantalone con questa gif che rende meglio l'idea sul contenuto della pagina 'tanto_paga_Pantalone'. Prima di passare oltre, vorrei segnalare che il ticker dei parziali delle partite di calcio non si vedeva più sull'Home Page per motivi imputabili al portale GlobalScore.com. Questo disguido mi ha fatto venire un mezzo infarto perché la pagina 'index1.htm' ci metteva un sacco di tempo ad aprirsi. Ci sono ingrullito un'ora per capire che diavolo fosse successo. Poi ho finalmente compreso che il ticker "vuoto" faceva, e fa, piantare l'editor HTML che uso (non vi dico il nome per motivi di interesse e pubblicità). Adesso suddetto t. birichino è in una pagina a parte sul mio PC  in attesa dell'intervento sicuramente risolutivo di ‘Kappa′. Quindi dovrete solo pazientare un paio di giorni prima di rivedere scorrere i parziali delle partite di calcio sulla specifica sezione nell'HP. Adesso arriviamo al capitolo controlli, modifiche, convenzioni che tanto mi piacciono nemmeno fossi una casa editrice. Grazie ad alcuni siti, fra cui http://www.manuscritto.it, ho avuto modo di individuare varie parole che comunemente si tende a scrivere in maniera sbagliata. Ad esempio accellerare, appropiato, areoporto, interpetrare, té, qual'è si dovrebbero scrivere: accelerare, appropriato, aeroporto, interpretare, tè, qual è. Dando un'occhiata su sezione http://www.manuscritto.it/errori_comuni.html, ho scoperto che non si dovrebbe scrivere inerente il   ma inerente al  . Mi scuso per aver usato l'errata espressione all'inizio di decine di news passate, comunque ho già rimediato. Rimanendo in tema, altre "convenzioni" — se così si possono definire — riguarderanno l'uso della punteggiatura, del corsivo, del maiuscolo ecc. ecc. Queste saranno adottate a partire da oggi, anche in maniera retroattiva (ma sempre secondo il mio giudizio personale). Inoltre gli intervalli numerici verranno divisi da un trattino (1-2, 0,2 - 0,5); invece per gli anni continuerò ad usare la barra. Gli acronimi e le sigle saranno in maiuscolo oppure con la prima lettera maiuscola, ma rigorosamente senza punti: Onu o Onu, ma mai O.N.U. Il corsivo identificherà parole straniere ormai entrate nel lessico italiano oppure servirà per mettere in risalto una parola o una voce dialettale.  Riguardo l'uso delle maiuscole, ho messo la prima lettera in minuscolo alle parole Oro, Idrogeno, Azoto, insomma ci siamo capiti. I nomi di questi elementi chimici sono diffusi sopratutto nelle schede d'astronautica. Ancora adesso non capisco perché avevo messo la prima lettera in maiuscolo come se fossero dei nomi propri di persona o dei luoghi... boh. Pur sapendo che non è corretto, lascerò i nomi dei mesi in maiuscolo all'inglese, anche le date rimarranno nel solito formato gg.mm.aaaa con lo 0 "a riempire" (01.01.2008 invece che 1/1/2008). Infine vorrei segnalare che il mio dominio www.br73.net ha compiuto il sesto anno di presenza in Internet. La data fatidica era ieri l'altro, l'altro ieri (scusate il toscanismo); il rinnovo automatico fino al 04.03.2009 è stato confermato con il pagamento di un CCP che tutti gli anni il mio solerte maintainer mi spedisce a casa. Scusandomi di ciò che ho scritto, interessante ed utile come una lezione di ostrogoto, passo senz'altro avanti ratto come la folgore. La missione di Ulysses, vedi siti specifici a cura della Nasa (1) e dell'Esa (1 e 2), sta arrivando al capolinea. Dopo 17 anni nello spazio — oltre tre volte la vita operativa prevista — il sottosistema energetico e termico è quasi alla frutta. In particolare il generatore RTG [Radioisotope Thermoelectric Generator] fra uno o due mesi non potrà più fornire energia sufficiente ad un uso simultaneo del TTC del sottosistema di regolazione termica e della strumentazione scientifica. In particolare quando la temperatura scenderà sotto i 2 °C c'è il rischio di veder ghiacciare l'idrazina nei serbatoi. Ciò comporterebbe l'impossibilità di attuare le manovre propulsive necessarie al mantenimento dell'assetto e della giusta posizione dell'antenna verso la Terra. I tecnici del FOC [Flight Operations Center], situato all'interno del JPL di Pasadena, avevano approntato un piano conservativo. Spegnendo il trasmettitore principale nell'X-band si potevano recuperare circa 60 W, da destinare poi al sottosistema di controllo termico. Ho usato il condizionale perché dallo scorso 15 Gennaio, durante dei test per convalidare una modalità operativa, il trasmettitore nell'X-band è stato spento e non si è più riacceso. I successivi tentativi non hanno portato ad alcun risultato. I tecnici del FOC cercheranno di far funzionare la sonda finché sarà tecnicamente possibile: poche settimane come già detto; un mese, massimo due. Passando adesso ad un'altra missione spaziale che continua a stupire, Opportunity (LINK • 26 Febbraio • sol 1454) prosegue la sua attività di esplorazione scientifica. Sorprendentemente la mola è ancora in grado di molare, scusate il gioco di parole, il suolo. Così è possibile scendere più in profondità e analizzare con lo spettrometro la composizione chimica. Il rover al 26 Febbraio aveva percorso 11.591 metri sul ‘pianeta‘.  Nella quinta giornata di ritorno, disputata domenica 24 Febbraio,  Roma  –  Fiorentina  è terminata 1-0 [ diretta testuale, tabellino, highlights, statistiche 1 e 2]. Purtroppo Mutu in un'azione d'attacco al 42’ si è infortunato in un contrasto con il portiere. Non è riuscito a marcare e per di più si è procurato una lesione distrattiva di secondo grado al legamento collaterale mediale (diagnosi comunicata dal sito ufficiale della Fiorentina nei giorni seguenti). La prognosi, cioè il tempo che ci vorrà per rivederlo in campo, sarà di 3-4 settimane; insomma un mese. Certamente l'assenza del fantasista romeno si farà sentire perché finora in 21 partite aveva realizzato 14 reti (di cui 5 su rigore). Ma a parte questo aveva dato un contributo essenziale al gioco e ai risultati della squadra. Fatto sta, che al posto di Mutu ha così debuttato Papa Waigo (non inserito nella lista Uefa "di riparazione"). Questa dell'Olimpico è la prima sconfitta in trasferta del 2008, seconda stagionale sia fuori casa che per 0-1. Nell'ultime cinque gare sono stati conquistati sette punti, anche la scorsa stagione il periodo di Gennaio-Febbraio era di "vacche magre". Curiosamente un altro giocatore ha segnato il suo primo gol in serie proprio alla Fiorentina. Il nuovo membro di questa comunità sterminata è il terzino fluidificante Cicinho, all'anagrafe Cícero João de Cézare. Dice che la Fiorentina sia "specializzata" nel far segnare il primo gol nella massima serie, specie ai debuttanti. Sarà una leggenda, ma spesso e volentieri succede; magari indagherò più a fondo... Passando ai ricorsi storici, l'ultimo 1-0 della Roma sulla squadra gigliata risaliva al 12.09.2004; allora marcò Montella al 55’. L'ultimo pareggio è un poco più recente: 1-1 il 27.11.2005, infine l'ultimo successo in casa della Maggica è un po' remoto: 3-1 il 23.02.1992 (boia se lo ricordo!). Nel primo turno infrasettimanale del 2008, disputatosi mercoledì 27 Febbraio,  Fiorentina (41,quarta) –  Livorno (23) si è conclusa 1-0 [ diretta testuale, tabellino, sintesi filmata a cura di una TV straniera, fotogallery, statistiche 1 e 2, analisi aggiornata delle gare disputate dal 01.03.2007 al 29.02.2008]. Curiosamente in Rete non ho trovato sintesi filmate della gara a cura di TV italiana, analogica o digitale o satellitare che fosse. Forse ciò che ho visto su SKY al circolo di Valenzatico è diventato una specie di segreto di stato. Posso altresì dirvi che è stata una gara combattuta, avvincente specie nella ripresa; il senegalese Ndiaye Papa Waigo ha segnato il gol vittoria con un bel colpo di testa in tuffo. Pasqual doveva aver bevuto oppure chissà cosa perché non faceva un cross a modo dalla sinistra: infatti sistematicamente la buttava lontano o beccava l'avversario! Infine debbo registrare il perioduccio di Pazzini, che ha sbagliato un paio d'occasioni titaniche (di cui una nella ripresa su assist del 'Papa' da prenderlo a nocchini). Un ragazzo nella fila dietro la mia ha avuto parole gentili per l'attaccante di Monsummano Terme; a suo suo dire era un "brodo" anche quando giocava (con lui?) nel Montemurlo. Dubito che Pazzini abbia giocato nella squadra pratese, verosimilmente ha fatto tutta la trafila nel Margine Coperta (storico vivaio toscano dell'Atalanta) prima di passare nella società orobica. Forse ci sarà stata un po' d'invidia; ma un po' brodo poteva anche essere... eheheh. Passando velocemente ai ricorsi storici, gli amaranto non portano via un punto da Firenze dal 14.11.2004 (1-1). Per l'ultimo successo in campionato del Livorno a Firenze, allora bisogna risalire al 19.12.1937 (1-2)! Per inciso in quella stagione di serie A la Fiorentina terminò ultima al 16° posto con uno score agghiacciante: 3 vinte, 9 pareggiate, 18 perse! Quando risalì nella massima serie, dopo appena una stagione, il Livorno era retrocesso; verrà incrociato nella stagione 1947-48 (1-1 a Livorno, 2-2 a Firenze). Poi da quella stagione di serie A a 21 squadre, una in più per lasciare in massima serie la Triestina, i destini dei viola e gli amaranto si separarono fino al 2004-05. Dopo aver scritto sugli amarcord di alcuni derby dei tempi andati, eccoci alla gara di domenica 2 che per i tifosi — sopratutto quelli di Firenze — la vale mezza stagione:  Juventus (48,terza) –  Fiorentina (44,quarta). Il finale dell'Olimpico/ex Comunale di Torino è stato un incredibile 2-3 [ diretta testuale, tabellino, highlights, statistiche 1 e 2, analisi aggiornata delle gare disputate dal 04.03.2007 al 03.03.2008]. Per questa vittoria in casa della Juve bisognerebbe scrivere un trattato, chi non è tifoso gigliato non può capire. Personalmente ero rabbuiato per l'ennesimo 1-0 parziale passato in un 1-2, sempre parziale; già mi immaginavo un'altra sconfitta, massimo un pareggio (che in effetti è arrivato al 74’ con Papa Waigo). Il primo tempo, visto nel "covo gigliato" di Valenzatico era partito con i buoni auspici: gol di Gobbi 18’ ma palo rimpallato di Montolivo su un Buffon strafortunato. Poi Sissoko aveva ristabilito la parità con un bel gol in rovesciata, dove in verità Frey era uscito un po' a farfalle. Nella ripresa ho visto il 2-1 dei locali ad opera di Camoranesi, l'ennesimo dell'italo-argentino. Andando con amici verso Prato mi sono messo sul sedile posteriore ad ascoltare la cronaca su Radio con l'auricolare dalla mia radio-walkman. La notizia del 2-2, udita in verità dall'inviato di Radio Rai Riccardo Cucchi, mi ha fatto esultare abbastanza. Ma non si può paragonare agli urli di gioia di David Guetta al gol di Osvaldo al 93°! I miei amici mi hanno guardato allibiti perché ho urlato come un ossesso. Dopo mi sono scusato, ma dovevano capire che vincere in casa della Juve al 93’ non succede tutte le domeniche... A tale proposito ecco il video del 3-2 sincronizzato con la voce — anzi l'urla belluine — di David Guetta. Il radiocronista storico della Fiorentina in realtà è una persona tranquilla, che però durante le partite si "trasforma"; se poi accadono episodi eccezionali come una vittoria in casa della Juventus al 93’ allora... In serata molti tifosi hanno atteso i loro beniamini al rientro dalla vittoriosa trasferta da Torino (foto • video). Faccio altresì notare che costoro si sarebbero svegliati per andare a lavorare qualche ora dopo, mentre i giocatori chissà... eheheh. Parlando adesso dei numeri del campionato, questo successo in trasferta (sesto stagionale e trecentesimo nei campionati regolari),  uguaglia il record ottenuto dalla Fiorentina nei campionati 2005-07 [a venti squadre]. I record di vittorie "corsare" sono a portata di mano: sette (1961-62, 1966-67, 1997-98) e otto (1955-56, 1958-59, 1965-66). Dal 1° Gennaio solo la Roma ha uguagliato l'ottimo rendimento dei gigliati: 2,11 punti a partita (anche meglio dell'Inter). L'uomo di Orzinuovi, Cesare Claudio Prandelli, ha raggiunto proprio nella gara di Torino quota 102 panchine di campionato. Nelle stesse gare Ranieri (ex allenatore dal 1993 al 1997) collezionò 39 vittorie contro le 56 di Prandelli (65 se si contano tutte le 121 gare ufficiali). C'è da ricordare che nel 1993-94 la Fiorentina disputò e vinse un campionato di serie B; a Ranieri servirono ben quattro stagioni per vincere 56 gare ufficiali, invece all'‘uomo di Orzinovi’ sono bastati due massime serie! Finalmente la Fiorentina dei Della Valle, l'ACF da non confondere con l'AC di VCG, ha finalmente battuto la Juventus; adesso sono 57 le squadre battute dal 2002 ad oggi, cioè a partire dalla C2 della Florentia. Per Massimo Gobbi, centrocampista classe 1980, è la prima rete in maglia e quindi anche la prima stagionale. Per Papa Waigo invece è il secondo gol decisivo in due gare; in soli 28’ di presenza sul campo (al 67’ aveva sostituito Santana) il senegalese ha marcato il 2-2 , recuperato due palloni, guadagnato due angoli e sopratutto dato l'assist vincente per il 3-2. Proprio l'argentino Daniel Pablo Osvaldo rimarrà nella storia delle sfide fra ‘Fiore’ e Juve, sicuramente il suo lungo digiuno di gol e gioco da quel Livorno-F. 0-3 (doppietta all'esordio) di sabato 29.09.2007 è stato dimenticato dai tifosi. Ancora una volta, scusate se sono prolisso, un giocatore ha segnato la sua prima rete in serie alla Fiorentina. Stavolta l'onore è toccato a Mohamed Lamine Sissoko, che a Gennaio era nelle mire di Corvino. Il giocatore naturalizzato francese ha battezzato la sua casella dei gol alla sesta presenza in serie A. Passando ai ricorsi storici, ormai lo sapete che era un dì che i gigliati non vincevano in casa della Juventus. All'ultima giornata del campionato 1987-88, il 15 Maggio, i viola s'imposero all'allora Comunale (oggi Olimpico) per 2 a 1 con questa successione: 31’ Baggio, 75’ Di Chiara, 78’ De Agostini su rigore. Anche se la Fiorentina si piazzò ottava, quindi a mezza classifica, obbligò la Juve a contendersi l'ultimo posto in Coppa Uefa con i cugini del Toro. Per la cronaca i bianconeri la spuntarono ai rigori per 4-2 dopo che regolamentari e supplementari si erano chiusi sullo 0-0. Tornando brevemente ai successi in casa della Juve, questi sono stati solo sette: uno in Coppa Italia (1-3 il 24.05.1936 — quarti di finale) e sei in campionato. Prima di chiudere ecco l'attuale situazione in classifica (parte sinistra — quella "buona"): Inter 61, Roma 55, Juve 48, Fiorentina 47, Milan 43, Udinese 39. Ricordo che la ‘Viola’ è in svantaggio negli scontri diretti con il Milan però adesso è in vantaggio con i bianconeri. Quindi se arrivasse alla pari con la Juventus avanzerebbe automaticamente di una posizione in classifica. Scusandomi di aver scritto tantissimo, ecco i prossimi impegni dei gigliati:  Fiorentina  –  Everton  fra mezz'ora, andata degli ottavi di finale della Coppa Uefa [diretta sul DT di La7 Cartapiù • diretta radiofonica, pure in streaming, su Radio Blu e Lady Radio];  Siena (28) –  Fiorentina (47,quarta) alle 15 di domenica 9, ottava giornata di ritorno;  Everton  –  Fiorentina  alle 20:45 di mercoledì 12, ritorno degli ottavi di finale [diretta TV in chiaro su La7]. Nell'ottava giornata di ritorno disputatosi domenica 24 Febbraio,  Salernitana  –  Pistoiese , hanno giocato di fronte a 9065 spettatori di cui una dozzina ospiti. Ansaldi dovendo fare a meno di Ficini (infortunato), Gambadori (squalificato), Cipolla (febbricitante) ha ripiegato con un più accorto 4-4-2 inserendo rispettivamente le riserve Lanzillotta e Boldrini. Ciarrocchi è stato confermato in attacco a fare da spalla a Motta, rientrato dopo un mese dall'infortunio. L'inizio è stato tambureggiante: al 3’ Ciarrocchi viene anticipato in area dal provvidenziale Milanese, al 5’ dopo una bella azione dalla sinistra di Motta la palla finisce sui piedi di Lanzillotta dai venti metri. Il centrocampista, tornato titolare dopo oltre tre mesi, spara un forte destro a pelo d'erba; il portiere Pinna si stende sulla sinistra respingendo sui piedi di Ciarrocchi, che tenta poi di superarlo con una conclusione ravvicinata. In ogni caso l'azione non era valida perché l'attaccante si trovava in fuorigioco millimetrico. Chissà che partita ha visto l'inviato del Tirreno che ha scritto sull'azione: Occasionissima [parola grossa credetemi] arancione. Ciarrocchi si trova solo davanti a Pinna ma non riesce a trovare l'impatto giusto e mette fuori di poco. Al 9’ un lancio lungo dalla difesa libera Cammarata sull'out sinistro, il giocatore campano pur contrastato, si gira lesto e scarica un rasoterra mancino che termina sul fondo ad una spanna dal dal lato opposto della porta di Mareggini. Al 13’ Breschi ha dovuto abbandonare il rettangolo di gioco per infortunio, al suo posto è entrato Cuneaz. Al 14’ Caco sbroglia una situazione molto pericolosa mettendo la palla in angolo. Sullo sviluppo dello stesso, il capocannoniere del torneo Di Napoli viene steso senza troppi complimenti da Caco. Il rigore ed un cartellino ci potevano stare, meno male che il sig. Zanichelli non ha deciso per né per l'uno né per l'altro. Al 23’ Motta si beve Troise con un tunnel, si smarca sulla sinistra e spara un bolide che supera la traversa e quasi colpisce un raccattapalle. Nei minuti finali la difesa va in bambola e Di Napoli si trova, pur contrastato davanti a Mareggini; questi riesce a respingere d'istinto con un braccio e poi frana sull'avversario. Il pallone finisce sui piedi di Ferraro, entrato poco prima per Cammarata, questi riesce a colpire la palla pur in scivolata. Di Simone respinge ad paio di metri dalla porta, la sfera viene recuperata da Soligo che meno male non è preciso nella ribattuta in rete. La ripresa si è aperta con il vantaggio locale: Cuneaz in scivolata non riesce a mettere un pallone fuori e serve inavvertitamente Soligo sull'out sinistro; il giocatore mette preciso nel mezzo dove Di Napoli, non contrastato da Briganti, può battere comodo di testa superando l'attonito Mareggini. A questo punto Ansaldi ha dovuto per forza fare delle sostituzioni mirate: Bellazzini per Lanzillotta al 22’ e Cocco per Boldrini al 33’. Nemmeno con tre punte e un interni sono stati creati pericoli alla porta di Pinna. Anzi l'arbitro ha graziato Caco dal cartellino quando ha buttato giù Di Napoli lanciato a rete; il fallo era al centrocampo, però mi sembrava davvero che il difensore fosse l'ultimo uomo. Io speravo che ci fosse una reazione tale da creare qualche occasione per il pareggio; ma la Salernitana si è chiusa a riccio, gestendo la gara con palloni in tribuna, sapienti perdite di tempo e gioco ostruzionistico. Si vede che è capolista del girone, perché quando serve capitalizza e difende al massimo il vantaggio acquisito senza badare troppo per il sottile. Ansaldi dopo questo ennesimo 0-1 [ tabellino, servizio filmato] non si è dato pace perché i suoi sono stati <<puniti da una prodezza avversaria, acuita da una nostra disattenzione difensiva dettata anche dall'inesperienza>>. Anche stavolta non ha cercato scusanti però ha visto una "bella squadra" almeno nei primi 25’ e loro a suo dire hanno marcato solo con un tiro in porta subendo il gioco degli arancioni. La migliore risposta l'ha data Motta: «È inutile guardare la classifica>>, insomma le tabelle contano poco se le non si riesce a vincere. L'impresa di portare via un pareggio non era impresa proibitiva visto che i campani non vincevano in casa dallo scorso 14 Dicembre (1-0 alla Samb). Da allora per l'ex capolista erano seguiti due pareggi casalinghi e tre sconfitte in trasferta. Passando adesso ai numeri della Pistoiese, questo 0-1 (terzo stagionale, secondo in trasferta) è arrivato dopo la coppiola di vittorie a Perugia e con il Potenza. Stavolta la serie utile si è fermata dopo solo due gare, la precedente era durata una giornata in più (3-1 al Crotone in casa, 0-0 a Taranto e 0-0 con l'Arezzo). Ormai le sconfitte, quattro casalinghe e cinque "fuori", sono quasi il doppio delle vittorie (appena sei). Questi numeri — non certo invidiabili — danno un'idea dell'attuale campionato, travagliato fin dalla prima giornata. Passando adesso ai ricorsi storici, la Pistoiese non giocava all'“Arechi” dal 23.09.2001 (1-2 alla 5ª giornata di serie B). Nello stadio salernitano sono sempre arrivate sconfitte: 1-2 il 19.05.1996 (25ª giornata di serie B - retrocessione matematica in C1), 0-2 il 19.09.1999 (4ª del campionato di serie B), 0-1 il 13.12.2000 (recupero della 13ª giornata perché il 26.11 la gara era stata sospesa per impraticabilità del campo), 1-2 il 23.09.2001 (5ª d'andata del campionato cadetto). Il computo dei dieci confronti finora disputati è: 1 vittoria, 3 pareggi, 6 sconfitte; 5 gol fatti e 12 subiti. Venerdì scorso la commissione disciplinare ha inflitto due punti di penalizzazione al Lanciano; la Procura federale aveva deferito il club frentano per il mancato pagamento di alcuni stipendi, inoltre aveva chiesto ben nove punti in meno. La classifica "di coda" del girone B di C1 adesso è la seguente: Massese 33, Potenza 32, Sorrento 31, Pistoiese 28, Sambendettese 27, Juve Stabia 25, Sangiovannese 17, Martina 13. Al momento la salvezza "diretta" si trova tre punti avanti, cioè a quota 31. Per scaramanzia riporterò le restanti nove gare di campionato per Massese, Potenza, Sorrento, Samb.; non me ne vogliano i tifosi della Juve Stabia e Sangiovannese. Nota: le squadre da incontrare in trasferta sono in maiuscolo, indi arriviamo al dunque. Massese: PISTOIESE, Lucchese, Pescara, LANCIANO, Taranto, SORRENTO, Samb., AREZZO, Salernitana; 5 in casa, 4 fuori casa. Potenza: MARTINA, Ancona, LUCCHESE, TARANTO, Gallipoli, SAMB., Salernitana, PERUGIA, Arezzo; 4 , 5. Sorrento: Taranto, Pistoiese, LANCIANO, Juve Stabia, MARTINA, Massese, PESCARA, Lucchese, CROTONE; 5, 4. Samb.: Arezzo, CROTONE, Pistoiese, Gallipoli, JUVE STABIA, Potenza, MASSESE, Ancona, SANGIOVANNESE; 5 , 4. Ricordo che gli arancioni al momento sono in vantaggio negli scontri diretti con Potenza e Samb.; con Massese, Juve Stabia e Sangiovannese all'andata finì in pareggio, mentre con il Sorrento ci fu uno 0-1 casalingo. Adesso ho scritto anche troppo, prossima gara degli arancioni:  Pistoiese  –  Massese  alle 14:30 di domenica 9 [ radiocronaca, anche on-air, su RDP]. Junior Aglianese – Montecatini Murialdo di sabato 1 è finita 4-0. La classifica alla settima giornata di ritorno è la seguente: J. A. 59, San Marcello e Capostrada 46, Pistoia Nord 43, Spignana 42 e via scorrendo fino al fanalino di coda Margine Coperta con 12 punti. Prossime gare dei neroverdi: Virtus Bottegone – J. A. alle 14:30 di sabato 8; J. A. – Pistoia Nord alle 14:30 di sabato 15. Anche stavolta è andata, ci si ribecca fra una decina di giorni circa; una rama di mimosa a tutti gli esseri umani di sesso femminile da ‘Br73’ Raffaele.

 Post Scriptum  Ormai lo spirito olimpico "l'importane non è vincere, ma partecipare" è solo una bella frase ad effetto. Con la cessione di tutti i diritti TV dell'Olimpiadi invernali del 2010 ed estive del 2012 a SKY, al non abbonato satellitare restano solo le trasmissioni in chiaro. Sicuramente non potrà partecipare allo spettacolo di tutte le gare, ma si dovrà accontentare di quello che passerà SKY ogni giorno a sua discrezione. Chissà cosa direbbe il barone Pierre de Coubertin, sicuramente il suo corpo senza cuore si sta rigirando nella tomba...

domenica 16 Marzo 2008, ore 14:00

Esattamente una settimana fa mi sono accorto che il mio PC era infestato da un famigerato, e malvagio, malware che rispondeva al nome di Bagle. Se mai beccate questo abominio il Windows® vi dirà che il vostro antivirus non è un'applicazione di Win32 valida! Ve lo dico subito: state attenti a scaricare le crack (cioè keygenerator, patch o diavolerie varie). Spesso questi file sono "infestati" dal Bagle e altri immondi virus; il mio SO è stato infettato così, lanciando un eseguibile che sembrava non aver effettuato alcun cambiamento ed invece... Io ho provato di tutto e di più per estirpare l'infezione; mi sono affidato a cleaner, programmi specifici, procedure lette in forum dove altri sventurati come me chiedevano lumi. Purtroppo mi sono dovuto arrendere; così ho deciso per l'estrema unzione, pardon soluzione: formattare. Considerando che in questi giorni si è soliti fare l'acquasanta, cioè le pulizie pasquali in vista della benedizione alle case, ho colto l'occasione per un ripulisti repulisti del sistema. Gabriele me lo consigliava da mesi, ormai il PC l'avevo pienato [‘‘riempito’’] di roba (in verità l'ha definita <<merda>>). Infatti mi dice che sarei capace anche di far impallare un server, diciamo che l'ho preso come un complimento... eheheh. Avendo fatto tutti i salvataggi di rito sugli altri due HD, di cui uno nuovissimo da 320 GB (che è già mezzo pieno), la formattazione è potuta partire nel pomeriggio di ieri. Il virus è stato estirpato, l'antivirus rimesso, le misure di profilassi attuate. Comunque è successo che scaricando un file da eMule ho ribeccato il Bagle! Non è servito farlo controllare dall'antivirus, il malware era insito e  purtroppo trasparente, se così si può dire. Subito dopo aver lanciato il file, l'icona dell'antivirus è scomparsa dalla tray bar. Personalmente mi sono dato del bischero, in nemmeno dodici ore avevo ribeccato il famigerato virus. Meno male che la ricerca in Rete mi ha portato su questa pagina del “P2P FORUM ITALIA”. Se date un'occhiata al contributo di ‘giangi the best’ del 12 Febbraio vedrete la procedura che mi ha fatto debellare il Bagle. Quindi vi consiglio di scaricare il Combofix, lanciarlo e lasciare che faccia tutto quello che deve fare. Mi raccomando: subito dopo riavviate il Windows® e vedrete che mi rammenterete. Tornando al mio SO, ormai "battezzato" dai questi diabolici virus, nei prossimi giorni rimetterò i programmi che utilizzavo di più. Mi devo però imporre di non impestare il sistema con boiate inutili e triple copie di cartelle/file. Parlando adesso delle modifiche apportate alle pagine del sito, ci sono un paio di cose da dire, o meglio scrivere. Per le news riguardanti l'astronautica del 2006, 2007 e 2008 ho messo i nomi delle sonde in carattere normale. I nomi alternativi (vedi Spirit, Opportunity, Kaguya ecc. ecc.) sono rimasti in corsivo per distinguerli dalle denominazioni ufficiali che spesso coincidono il nome della missione. Inoltre ho deciso di colorare i nomi delle sonde con questo colore per distinguerli all'interno del testo. Già che c'ero ho rivisto i testi di queste news per poi ricopiarli nelle specifiche pagine (vedi gli archivi del 2006, 2007, 2008). Passando adesso alle convenzioni di scrittura, grammatica, lessico ne ho adottate altre ancora. Alcune di queste le ho fatte decorrere dal 1° Gennaio, mentre altre sono state applicate alle news del 2006 e 2007. Fra le molte vorrei segnalare queste: i discorsi diretti saranno fra virgolette caporali/basse/sergenti (<< >>) e colorati così; invece quelli indiretti avranno un colore. Le virgolette a semplici apici (' ') saranno utilizzate principalmente per i nomi delle pagine del sito, la traduzione delle parole straniere, la rappresentazione delle stringe o di una lettera, i soprannomi e altri casi circostanziati. I nomi propri di stadi, scuole, ospedali, aeroporti e quant'altro li metterò fra queste particolari virgolette (“ ”). Infine i cori/imprecazioni/sfottò "calcistici" saranno in corsivo fra virgolette (« ») e colorati a seconda della tifoseria (viola per la Fiorentina, arancione per la Pistoiese e così via). Invece gli striscioni saranno sempre riportati in questa maniera:  TESTO DELLO STRISCIONE . Queste ultime due "convenzioni" sono state applicate alle news di quest'anno e del 2007; appena potrò le applicherò alle altre fino al 2004. Ritornando all'uso del corsivo, l'ho tolto alle parole straniere (e latine) ormai entrate nell'uso comune: computer, on/offline, mouse, link, blog, forum, bit, pixel, background ecc. ecc. Personalmente mi sono affidato a questa pagina web, dove sono elencate molte parole straniere di uso ormai comune nell'italiano. La ricomposizione in tondo, cioè l'aver tolto il corsivo, è stata applicata alle news del 2008, 2007 e 2006. Rispettando la regola che <<all'interno di un testo italiano le parole straniere non si declinano al plurale>> ho trovato i vari files, computers, words e li ho cambiati rispettivamente in file, computer, word. Naturalmente le parole che sono entrate nell'italiano proprio al plurale, come news o jeans, rimangono tali e quali. Ci sarebbe anche una novità davvero interessante per la pagina 'conto_del_macellaio', ma ne parlerò nelle prossime news. Infine vorrei segnalare che il sito delle statistiche sul mio dominio www.br73.net ha compiuto un anno di servizio. Ancora ringrazio l'amico Gabriele per aver a suo tempo suggerito questo script PHP. Naturalmente se non era per lui con il cavolo che sarei riuscito a settare a dovere il sito delle statistiche. Avendo scritto di tutto e di più, adesso passo oltre. Nella sezione d'astronautica e nelle schede delle sonde spaziali sono state apportate molte modifiche. Diciamo che è iniziato un nuovo corso nella redazione dei testi, delle note e della tabella delle sonde spaziali dal 1957 ad oggi. Iniziando proprio da questa, tutti nomi/sigle delle sonde non sono più in corsivo. Comunque restano tali i nomi di persona dati alle sonde (vedi Shoemaker per NEAR), i nomignoli (tipo Metcha, ‘‘sogno’’ in russo per Luna-1) e i nuovi nomi dati dopo il lancio (pratica comune per le missioni giapponesi come MUSES-A/Hiten, MUSES-C/Hayabusa, SELENE/Kaguya ecc. ecc.). Vorrei altresì ricordare, che nelle righe delle sonde il trattino [-] fra i nomi/le sigle separa due moduli distinti (lander dal rover, l'orbiter dal lander, la "sonda-madre" da altri micro-satelliti ecc. ecc). Un'altra "innovazione" importante è l'uso di altri colori nei testi delle schede d'astronautica; oltre al consueto, che identifica un collegamento ipertestuale, ho introdotto anche il celestino e l'arancione. Il primo evidenzierà all'interno del testo in celeste i nomi di altre sonde, mentre il secondo servirà per focalizzare l'attenzione sui vari componenti nella descrizione della navicella. Prima utilizzavo la sottolineatura, ma poi mi sono reso conto che rendeva poco a livello di leggibilità. Infine per i nomi del vettori e dei programmi spaziali non userò più le virgolette. Per ora ho lavorato sulla scheda di 'ranger_7' e a dire il vero non l'ho nemmeno finito. Vedrete che nel corso delle prossime settimane attuerò questi cambiamenti anche all'altre schede. Non avendo altro da scrivere chiudo qui.   Fiorentina  –  Everton , andata dei sedicesimi di finale della Coppa Uefa giocata giovedì 6, è finita 2-0 [ diretta testuale, tabellino, highlights di una TV inglese, filmato con i due gol e quello — titanico — sbagliato da Santana, cartella stampa in pdf a cura dell'Uefa, precedenti dell'Everton con le squadre italiane, fotogallery]. Guardando la gara nel solito circolo di Valenzatico, infatti era in diretta sul DT, posso dire che non c'è stata davvero storia. Gli inglesi sono stati dominati dal primo all'ultimo minuto, non rammento pericoli veri e propri per Frey; ancora mi chiedo come abbia fatto Santana a sbagliare il 3-0 che avrebbe chiuso definitivamente i conti. L'importante in ogni caso è non aver subìto gol in casa, perché con la regola dei gol in trasferta si scherza (calcisticamente) poco... Passando adesso alle statistiche, con i punti realizzati da Kuzmanovic e Montolivo i marcatori gigliati nell'attuale Coppa Uefa sono saliti a 12; mai tanti giocatori avevano marcato in un trofeo europeo. Con questo 2-0 la striscia dei risultati utili consecutivi si è allungata a nove, record per un allenatore della Fiorentina; anche nella Coppa Uefa 1989-1990 la ‘Viola’ inanellò nove risultati utili consecutivi: 1-0 con l'Atletico Madrid (trentaduesimi), 0-0 e 1-1 con il Sochaux (sedicesimi), 1-0 e 0-0 con la Dinamo Kiev (ottavi), 1-0 e 1-0 con l'Auxerre (quarti), 1-1 e 0-0 con il Werder Brema (semifinali). Infine il bottino dei gol realizzati in questa edizione di Coppa Uefa hanno uguagliato quelli di un'altra annata, gloriosa, di coppa: 1960-61. Allora la Fiorentina debuttò nella prima edizione della Coppa delle Coppe con un 3-0 e 6-2 sul Lucerna nei quarti (23.11.60 a Lucerna e 28.12.60 a Firenze). In semifinale, 22.03.61, sconfisse 3-0 la Dinamo Zagabria in casa; la sconfitta per 2-1 il 12.04.61 in Yugoslavia fu "indolore". Infine il 17.05.61 vinse 2-0 in casa dei Rangers Glasgow e poi bissò con un 2-1 il 27.05.61 conquistando così il suo primo, e purtroppo, unico trofeo europeo. Inaspettatamente, nell'ottava giornata di ritorno disputata domenica 9,  Sien(28) –  Fiorentina (46) è terminata 1-0 [ diretta testuale + tabellino, highlights, statistiche 1 e 2]. Duole dirlo, poi l'ammetterà lo stesso giocatore, ma la sconfitta è tutta da addebitare a Pazzini che a metà primo tempo si è mangiato un gol colossale solo davanti all'ex Manninger. Il servizio di Papa Wiago, partito titolare per la prima volta, era davvero al bacio; ma l'attaccante pistoiese è stato troppo precipitoso e forse voleva piazzarla sul palo opposto. Bastava appoggiarla in porta invece che provare il rasoterra angolato, forte per giunta. Ne avevo sentito parlare del suo non-gol, quando ho visto l'azione in TV ammetto che mi sono scappati degli accidenti... eheheh. Maccarone invece è stato molto più preciso ed ha sfoderato una delle sue punizioni magistrali che nemmeno il ‘Ragno nero′ poteva parare. Peccato per questa sconfitta (terza in trasferta e sesta stagionale), perché le due precedenti vittorie consecutive, a Torino con la Juve e sul Livorno a Firenze, avevano fatto venire qualche sogno di gloria... i bianconeri sembravano così vicini. Gli impegni europei evidentemente spremono molte energie ai giocatori, in più la rosa non sterminata acuisce la mancanza di un valido turn over. Infine saltiamo a  Everton  –  Fiorentina , gara di ritorno disputata mercoledì 12. Dopo i 90’ regolamentari il finale è stato l'esatto opposto di quello maturato a Firenze: 2-0 [ diretta testuale, tabellino, highlights, cartella stampa in pdf a cura dell'Uefa, precedenti dei viola con le squadre inglesi]. Ma arrivare ai supplementari è stata una vera impresa: infatti dopo lo 0-1 subìto al 16’ gli inglesi hanno attaccato senza misericordia. I giocatori non hanno quasi mai reagito, la difesa ha badato solo a buttare la palla in tribuna o calcio d'angolo; pure in centrocampo si è fatto sovrastare dando pochissimi spunti a Osvaldo e Vieri. Proprio l'attaccante, in teoria esperto, è stato sostituito dalla disperazione negli spogliatoi; al suo posto Prandelli ha messo Pazzini. Nella ripresa l'andazzo è rimasto lo stesso: inglesi all'assalto e viola in costante affanno. Al 20’ su una palla persa da Donadel alla trequarti si è innescato il micidiale contropiede locale finalizzato da un bel rasoterra in diagonale di Arteta: tutto da rifare. I minuti fino al 90’ sono stati da incubo: era un vero e proprio assedio alla porta di Frey, miracoloso in più di un'occasione. I compagni di reparto, Dainelli in primis, si sono limitati a regalare calci d'angolo in serie oppure lancioni alla "viva il parroco" in avanti. Pazzini stavolta è stato bravissimo nel guadagnare punizioni, mettere in apprensione i difensori inglesi e provare il tiro che il portiere Howard ha respinto al 31’. Il primo tempo supplementare ha visto l'ennesima occasione per il fatale 3-0, ma anche i viola si sono fatti vedere più volte nell'area di rigore avversaria. Nel secondo tempo supplementare Prandelli ha messo Santana per un po' impreciso Jorgensen; ormai era chiaro che l'obiettivo per i viola erano i rigori. Al 4’ Yakubu poteva evitarli ma pure stavolta Frey è stato pericoloso; invece al 13’ il destro di Pazzini passava di un metro dal palo della porta di Howard. Finalmente l'arbitro ha fischiato ed eccoci un'altra volta alla lotteria dei calci di rigore; l'Everton ha battuto per primo e questo poteva essere un vantaggio tanto più che Gravensen marcava. Poi è toccato a Pazzini, fischiatissimo dai tifosi locali; la sua realizzazione è stata appena sfiorata dal portiere che non ha potuto fare nulla: 1-1. Yakubu ha poi tirato talmente bene da spiazzare Frey e incocciare il palo! Solo quando ho visto il pallone tornare in campo ho realizzato che il nigeriano aveva fallito il secondo tiro dagli undici metri. Poi è stata la volta di Montolivo, tiro forte e centrale: 2-1; il talentuoso Arteta ha pareggiato i conti con un cucchiaio; nemmeno Osvaldo è stato da meno dato che realizzava con un pallonetto alla destra di Howard, che si era messo a fare le finte sulla linea di porta. Il quarto tiro dal dischetto per i locali era affidato a Jagielka, tiro forte ma centrale e la manona di Sebastian respinge la palla! Il primo match-ball è stato affidato a Santana, che con un rasoterra angolato ha spalancato, scusate il gioco di parole, le porte dei quarti di finale. Mai una sconfitta è apparsa così dolce, anche se per arrivare all'epilogo sono serviti 180’ di gioco regolamentare, 30’ di supplementari e i calci di rigore. Adesso ecco un po' di note statistiche a cura di Violanews.com: i numeri della seconda squadra di Liverpool in campo internazionale, l'ennesima eliminazione della squadra inglese da parte di una formazione italiana, i successi ai calci di rigore nella storia gigliata, i pessimi precedenti con un arbitro olandese in Coppa Città delle Fiere/Coppa Uefa. La striscia positiva dei gigliati si è fermata a nove, mentre le vittorie nelle tre competizione europee (Coppa Campioni/Champions League, Coppa delle Coppe, Coppa Città delle Fiere/Coppa Uefa) restano cinquanta e non cinquantuno come aveva erroneamente comunicato l'Uefa (leggi qui). Nel sorteggio dell'indomani a Nyon si dovevano comporre gli accoppiamenti per i quarti e le semifinali di Champions League e Coppa Uefa. Naturalmente Radio Blu ha allestito una diretta-fiume a partire dalle 12:30 (anche se il sorteggio per l'Uefa era previsto per le 14). Inutile dire che si doveva evitare il Bayer Monaco di Toni, poco ma sicuro. Sentendo alla radio le fasi degli accoppiamenti, l'avversarie sulla carta meno toste hanno trovato il loro avversario; insomma restavano sempre meno palline, il Bayer era sempre lì e le probabilità aumentavano... Ad un certo punto ecco il nome della 'ACF Fiorentina' con [attesa di pochi lunghissimi secondi] gli olandesi del PSV Eindhoven (andata il 3 Aprile a Firenze e ritorno il 10 a Eindhoven). Però c'erano da stabilire gli accoppiamenti per le semifinali, dove poteva toccare la vincente fra Bayer Monaco-Getafe... Anche stavolta la sorte è stata benevola: se i viola andranno in semifinale si troveranno la vincente fra Sporting Lisbona e Rangers Glasgow. Per pura scaramanzia non riporterò alcuna opinione sulla prossima gara dei quarti di finale e tanto meno l'altro accoppiamento di semifinale... Ma adesso ho scritto anche troppo; prossime gare. assai ravvicinate, dei gigliati:  Fiorentina (47,quarta) –  Genoa  1893 (35) alle 15 di oggi;  Napoli  –  Fiorentina  alle 20:30 di mercoledì 19;  Fiorentina  –   Lazio   alle 15 di sabato 24. Note: il Milan quinto in classifica ha perso ieri all'Olimpico con la Roma e quindi rimane fermo a quota 46. Stasera è in programma Juventus-Napoli {1-0} con i bianconeri avanti alla ‘Viola’ di quattro punti. Le gare di mercoledì 19, "importanti" per il terzo e quarto posto in classifica, saranno: Empoli-Juventus {0-0} e Milan-Sampdoria {1-2}. Sabato 8 nella seduta di allenamento al “Marcello Melani” sono volate delle labbrate fra due giocatori della Pistoiese. Durante il "torello" di riscaldamento Calabro ha avuto un contrasto con Pisani, dalle parole si è passato alle mani e il difensore ha colpito il compagno. Subito sono intervenuti i dirigenti e la seduta è stata sospesa. Calabro come comunicato dal direttore sportivo Botteghi non è stato convocato per la partita dell'indomani. Pisani in ogni caso non avrebbe giocato perché squalificato; insomma la vigilia della gara casalinga è stato quantomeno agitata, come non ce ne fossero abbastanza di cose che non vanno bene in casa. Sinceramente non sapevo che pensare quando ho letto la notizia sul Tirreno di domenica; sono altresì sicuro che la simpatia e l'apprezzamento dei tifosi verso Calabro non siano certo aumentati... A parte questo,  Pistoiese  e  Massese  si sono trovate di fronte a 1527 spettatori, di cui un centinaio provenienti da Massa Carrara. Ansaldi vista l'assenza per squalifica di Caco ha dovuto un po' rivoluzionare la formazione: Briganti, Venturelli, Ficini, Di Simone in difesa; Gambadori e Guerri in mediana, Lanzillotta in "cabina" di regia, Motta sulla sinistra, Cipolla a destra e Ciarrocchi centravanti. Come al solito l'inizio di gara è stato ad appannaggio degli arancioni: al 6’ Cipolla entra in area caracollando palla al piede, Marini vistosi superato l'atterra senza troppi complimenti; sembra rigore ma l'uomo "in rosso", il sig. Luigi Nasca di Bari, purtroppo non è dello stesso avviso. Al 24’ Motta, ricevendo palla da fallo laterale, sguscia con paio di dribbling in area da sinistra; Russo non può fare altro che atterrarlo. Stavolta il fischietto barese ha concesso la massima punizione; in caso contrario poteva anche tornare strappare la sua tessera dell'AIA. Il sottoscritto è rimasto in trance prima della battuta dagli undici metri; poi quando ho sentito il radiocronista esultare per il vantaggio ho gioito anch'io, con moderazione diciamo. La Massese ha avuto una buona possibilità al 29°: Melara mette un bel cross da sinistra, la palla rimbalza in area piccola, supera Di Simone e finisce sui piedi di Bongiovanni. Il giocatore tira al volo, ma lo "sbuccia" tanto da buttare la sfera addosso a Di Simone che sparacchia subito in avanti. Al 40’ lo sculo, tanto ce ne era poco, colpiva Ficini che doveva arrendersi per infortunio (una contrattura al flessore della coscia). Ansaldi ha messo in campo Pippo Breschi dal fresco look "rasato a pelle". Il giocatore pistoiese si è piazzato da esterno destro, mentre Briganti è "retrocesso" al centro della difesa. Faccio altresì notare che Venturelli durante il riscaldamento pre-partita aveva risentito di un indurimento al polpaccio, mentre il suo compagno di difesa Briganti già in avvio aveva preso una botta alla caviglia. Insomma la coppia centrale difensiva era mezza disastrata, però i due arancioni hanno stretto i denti anche perché le sostituzioni possibili sono tre mica dieci... Al 44’ Breschi lanciava Motta in profondità con il solo Russo a difesa della porta di Sciarrone. L'attaccante invece di scartare l'avversario verso sinistra oppure tirare, si è portato in area sulla destra cercando il dribbling; insomma ha perso l'attimo propizio. Russo con mestiere ha poi salvato deviando il pallone in calcio d'angolo. Nella ripresa c'è stata la sagra dei gol sbagliati: al 4’ Motta liberato in area da un rasoterra di Cipolla, si gira, s'aggiusta la palla sul destro e spara altissimo sopra la traversa con tutta la porta libera! Consiglio all'attaccante friulano di farsi aggiustare il suo destro che è di piombo, credetemi era più facile buttarla in porta che fuori. Al 14’ Cipolla è stato anticipato di un nulla da Sciarrone, bravo a chiudergli lo specchio con un'uscita tempestiva. Al 15’ il fantasista campano dopo un suggerimento di Motta si è trovato al limite dell'area; invece di servire Ciarrocchi, libero al centro, ha provato un improbabile pallonetto facile preda del portiere. Già a metà ripresa Motta era già cotto sia per la condizione fisica, che sopratutto, per il gioco duro degli avversari. Ansaldi ha aspettato, aspettato finché un giocatore ospite è caduto per l'ennesima volta addosso a Motta facendogli girare la solita caviglia. Così al 30’ Boldrini è entrato nel rettangolo di gioco mentre lo sfortunato attaccante veniva portato negli spogliatoi in barella. Non per fare vittimismo, ma l'"uomo" nella ripresa ha troppo tollerato i falli sistematici degli avversari. Già dal primo tempo stava arbitrato all'inglese, poi è diventato pure fiscale e parziale. Infatti al prediletto Cipolla, a cui aveva negato un rigore titanico e una decina di punizioni, gli ha poi sventolato un cartellino solo perché questi aveva allargato le braccia! Se un arbitro non deve punire i falli duri oppure ignorare rigori titanici dovrebbe farsi un esame di coscienza oppure smettere di far danni. Da quando scrivo resoconti su partite di serie C, ho visto arbitraggi anche peggiori; però ormai ho realizzato che la classe arbitrale italiana è non-scrivo-nulla-per-evitare-una-querela. Sapete bisogna stare attenti a criticare il designatore arbitrale Collina, che dopo minacce e lettere con proiettili, è sotto scorta della polizia. Perché il consulente finanziario viareggino, che guadagna dal suo incarico ben 500.000 euro lordi, non assume guardie del corpo private? Ma forse ho scritto anche troppo, a casaccio e non in tema; quindi torno alla Pistoiese che si stava accontentando del minimo vantaggio. La Massese non era certo una squadra trascendentale, ma almeno i suoi giocatori facevano tre passaggi a diritto. Invece agli arancioni non riuscivano nemmeno quelli, vuoi per i fischi del pubblico, le condizioni precarie di alcuni di loro, l'insipiente modulo di gioco ("palla lunga per Motta o chi ne fa le sue veci"). Fatto sta che al 36’ Falco può crossare dall'angolo destro dell'area di rigore, la palla arriva in area piccola dove per Zerbini è un gioco da ragazzi appoggiare in rete. Faccio notare che c'erano quattro giocatori ospiti, di cui uno vicino al palo, contro quattro difensori. Mareggini è rimasto sulla linea di porta, magari se usciva ci sarebbe stata qualche possibilità. Purtroppo dei se ne sono piene le fosse e l'unica certezza è che la Massese ha conquistato il pareggio con un tiro in porta su due azioni d'attacco. Naturalmente nei restanti dieci minuti non si deve registrare alcuna occasione per gli arancioni, non sia mai... Ansaldi in sala stampa era davvero deluso, e ci credo, per tanti motivi. Ha dichiarato: «In effetti avremmo dovuto essere più cinici in fase offensiva»; inoltre non ha rimbrottato le punte sciupone: «Sia Motta che Cipolla sanno di aver sbagliato diverse opportunità. Non sono due giocatori di primo pelo». Infine ha avuto parole dure verso i tifosi. A suo dire il pubblico sugli spalti, non avendo cognizione di causa sulle reali condizioni in campo dei giocatori, dovrebbe evitare di fischiare; anzi <<la gente pensi a incitare la squadra, non a rompere le scatole>>. Ammetto la delusione del tecnico lucchese, accusato di non fare cambi tempestivi, però Motta andava tolto prima perché non si reggeva più in piedi. Penso che con queste ultime dichiarazioni, Ansaldi sarà ancora più inviso alla tifoseria con cui non ha mai avuto un bel rapporto. Mi sono permesso di aver usato un termine desueto (inviso) invece che espressioni più comuni e colorite eheheh. Dopo questa doverosa precisazione, vi sarà utile (ed interessante) sapere che il temuto infortunio subìto da Motta si è rivelato solo una botta, dolorosa al momento ma senza danni all'arto. Passando adesso ai numeri, l'attaccante friulano è tornato al gol dopo quasi tre mesi [vedi la sua "inutile" doppietta in P.-Lucchese 2-3 del 16.12.2007]. Nella classifica dei cannonieri è a quota otto, di cui cinque realizzati dal dischetto. Questo pareggio [ tabellino; servizio filmato], che ha il sapore della sconfitta, è il secondo 1-1 casalingo ed undicesimo stagionale! Ormai è palese che la Pistoiese, scusate la rima involontaria, è afflitta da "pareggite": tre 1-1 (di cui uno in trasferta), un 3-3 (quello di Castellammare di Stabia) e ben sette 0-0 (quattro fra le mura amiche). Tanto con i brodini dei pareggi, specie quelli casalinghi, si va poco lontano; servono le vittorie perdiana. Curiosamente l'autore del pari ospite, Zerbini, ha marcato nella prima gara da titolare con la maglia della Massese. Fino a Gennaio era al Venezia dove aveva disputato una sola gara! L'allenatore degli apuani, Agenore Maurizi, "promosso" il 13 Febbraio da secondo in panca alla guida della squadra dopo l'esonero del ‘principe’ Giannini, è un debuttante in serie C. Finora aveva raccolto 0 punti in due gare, invece il quasi coetaneo Mario Ansaldi è già più navigato: 13 partite; 4 vittorie, 5 pareggi, 4 sconfitte. Passando adesso ai ricorsi storici, la Massese è riuscita a conquistare un pareggio dopo ben 32 anni; allora, 08.02.1976, 2ª giornata di ritorno del campionato di serie c girone B finì 0-0. Invece per trovare l'ultimo successo marmifero a Pistoia bisogna risalire al 29.05.1988, penultima giornata del campionato di serie C2 con Lippi in panchina e Dromedari presidente. Quella gara praticamente ininfluente ai fini della classifica, dove si piazzarono ottavi, terminò 0-1 (88’ Rosati). Per la cronaca l'U.S. Pistoiese Spa venne dichiarata fallita e perse il titolo sportivo per "gravi inadempienze finanziarie"; dalle sue ceneri nacque l'attuale A.C. Pistoiese Calcio dal campionato di Promozione con l'ex Mario Frustalupi primo, e compianto, presidente. Ma questa è un'altra storia e sarà il caso di raccontarla un'altra volta eheheh. Quindi vi pongo senza troppi indugi, non pensate male, il computo aggiornato dei quarantadue precedenti: 17 vittorie, 15 pareggi, 10 sconfitte; 57 gol fatti e 34 subiti. Parlando brevemente della classifica, la Massese ha mantenuto i cinque punti di vantaggio sulla Pistoiese e così non è stata risucchiata nella "zona calda"; insomma la prima delle sei sfide salvezza è stata pareggiata, pardon, persa. Passando adesso ad altre notizie, martedì 11 Calabro è stato convocato nella sede della società per decidere sul suo comportamento scorretto verso Pisani, che gli era costata l'esclusione dal ritiro pre-partita. Il giocatore si è scusato, dicendosi pentito per un gesto davvero poco edificante. La società ha così deciso di reintegrarlo in rosa, anche se non convocabile per ora. Inoltre gli è stata comminata una multa di 1.500 €, pari ad un terzo della sua mensilità. Nel pomeriggio il difensore si è scusato anche con la squadra ritenendo il suo gesto non più ripetibile (speriamo per lui). Non ha parlato direttamente con Pisani, da lui ritenuto <<un mio pupillo>>; sicuramente l'ha fatto nei giorni seguenti. Ieri tutti i giocatori (eccetto Calabro) erano a disposizione di mister Ansaldi; anche Ficini ha recuperato dall'infortunio. Ecco le prossime gare, due trasferte ostiche, degli arancioni:  Sorrento (32) –  Pistoiese (29, quintultima) fra mezz'ora;  Sambenedettese  –  Pistoiese  alle 14:30 di sabato 24 [ radiocronaca, anche on-air, su RDP]. Note: la salvezza "diretta", cioè la prima posizione utile che fa evitare i playout, è occupata proprio dai campani. Le altre gare di oggi, importanti per la corsa alla salvezza, sono: Juve Stabia(26,terzultima)-Sangiovannese(20,penultima) {1-1}; Crotone(43,secondo)-Sambenedettese(28,quartultima) {3-0}; Potenza(33,settultima)-Ancona(42,quarta) {0-2}. Invece le altre partite di sabato 24, che interessano la parte "calda" della classifica, saranno: Lucchese-Potenza {1-0}, Lanciano-Sorrento {0-0}, Juve Stabia-Taranto {1-2}, Sangiovannese-Salernitana {1-1}. Se con gli arancioni sono stato breve, con i neroverdi sarò brevissimo: Virtus Bottegone – Junior Aglianese di sabato 8 è finita 0-2; J. A. (62,prima) – Pistoia Nord (43, quinta) di ieri è terminata 3-1. La classifica alla nona giornata di ritorno è la seguente: J. A. 65, San Marcello 52, PSBF Capostrada 47, Spignana 46, Pistoia Nord 43 e via scorrendo fino all'ultimo posto occupato dal Margine Coperta con 13 punti. Dice che ad inizio Aprile ci sarà una cena fra i dirigenti della Junior A.; se qualcosa dovesse essere discusso e deciso per gli assetti della prossima stagione quella è l'occasione buona. Ma ormai è appurato che non ci saranno "sconti" da parte della Federazione: la risalita deve partire dal fondo, una categoria calcistica alla volta fino... non voglio scrivere altro. Anzi no: fatemi segnalare che volendo ci sarebbe una società calcistica iscritta d'ufficio al campionato di Promozione Toscana 2008-09. L'unico particolare — non da poco — è che accusa debiti per oltre 430.000 euro; quindi se volete diventare presidente dell'Aglianese Calcio 1923” sapete come fare. Stamane alle 5 con il GP d'Australia è iniziato il campionato mondiale di F1 2008. L'esito della gara, di cui non ho visto alcunché perché dormivo alla grossa, penso che ormai lo conoscete; per pura pigrizia ve lo riferirò nelle prossime news. Per ora beccatevi i riferimenti della seconda tappa del "circo a quattro ruote": domenica 23 alle 05:30 italiane in Malesia/Malaysia sul Sepang International Circuit nel distretto omonimo a breve distanza dalla capitale Kuala Lumpur. Anche queste news sono finite, ci si ribecca a metà della prossima settimana quando la Pasqua e pasquetta saranno passate. Speriamo solo che questo tempo marzolino, tipicamente variabile, sia clemente almeno nei due ‘giorni’. P.S. del 19.03.2008 - Il LAMMA ha previsto "Per Pasqua piogge intense, vento forte e temperature in forte calo in tutta la Toscana" (leggi qui). Un augurio a tutti i papà (non papa), buona festività di Pasqua e gita di pasquetta da ‘Br73’ Raffaele.

 Post Scriptum  Mercoledì 12 a Kremlin-Bicêtre [ Val-de-Marne] si è spento Lazzaro Ponticelli, ultimo sopravvissuto italo-francese della ‘Grande Guerra’. L'ex Cavaliere di Vittorio Veneto era nato a Grappoducale, frazione di Bettola (Piacenza) il 07.12.1897. A soli nove anni comprò un biglietto del treno per la Francia dove vivevano la madre e i tre fratelli. Nel 1914 mentendo sull'età, visto che era appena 17enne, si arruolò nella Legione straniera. Nel 1915 venne inquadrato nelle file dell'esercito italiano, precisamente nel Terzo reggimento degli alpini e combatté contro gli austriaci nel Tirolo. Ferito nel 1916 fu ricoverato in ospedale a Napoli; nel 1918 subì un attacco di gas che uccise centinaia di compagni di trincea. Nel 1921 tornò in Francia e con i fratelli fondò la “Ponticelli Frères”, azienda che avrà un rilievo internazionale. Nel 1939 ottenne la cittadinanza francese e chiese di potersi arruolare nell'esercito italiano; la risposta fu che era troppo anziano. Con l'instaurazione della ‘Repubblica di Vichy’ tornò al nord collaborando con la Resistenza. Nel dopoguerra riprese la gestione dell'azienda che lasciò nel 1960 per ritirarsi con l'unica figlia a Le Kremlin-Bicêtre nella valle della Marna. Ogni anno, l'11 Novembre ("giorno dell'Armistizio"), partecipava alle cerimonie; nell'ultima, quella dell'11.11.2007 disse: «Rifiuto questi funerali di stato. Non è giusto che spettino solo all'ultimo sopravvissuto facendo un affronto a tutti gli altri morti senza avere gli onori che meritavano. Non si è fatto nulla per loro... Anche un piccolo gesto sarebbe stato sufficiente». Per legge dal 2005 ai reduci francesi della Prima guerra mondiale vengono riservati i funerali di stato. Quando si spense Louis de Cazenave, lo scorso 20 Gennaio a 110 anni, Lazzaro ha cambiato idea: sì ad una <<piccola cerimonia in nome di quelli che morirono, uomini e donne>>. Ai suoi funerali, tenuti il 17 Marzo nella cattedrale di San Luigi all'Hôtel des Invalides, c'erano ministri del governo, soldati ed naturalmente membri della famiglia Ponticelli. Il presidente Sarkozy (per cui Lazzaro aveva votato nelle presidenziali del 2007) ha "inaugurato" una targa [ foto] in ricordo dei milioni di caduti, e meno di una decina di reduci, della Prima guerra mondiale.

venerdì 28 Marzo 2008, ore 23:00

Da un po' di giorni il mio computer talvolta si spegne all'improvviso, facendomi sparare un caricatore d'imprecazioni. Adesso si è manifestata anche un'altra anomalia: quando premo il pulsante di accensione il sistema si rispegne subito dopo. Parlando con ‘Kappa′ siamo arrivati alla conclusione che molto probabilmente l'alimentatore è andato "a troie". Se domani, quando lo sostituirò con quello nuovo da 550 W, si ripresentano gli stessi casini significa che c'è qualcosa che non funziona nella scheda madre e allora sì che saranno dolori... Se devo rifare il PC, dato che quasi nessun componente hardware si ripara (tanto meno la mainboard), mi dispiace per i moduli SDRAM da 512 MB appena comprati. Praticamente me li posso battere sugli zebedei perché andrebbero più lenti in una nuova scheda madre. Ma è meglio aspettare prima di fasciarmi il capo, dopotutto solo domani saprò se l'alimentatore è la causa di queste inquietanti anomalie. Per pura scaramanzia vi parlerò dei due nuovi programmi, inseriti qualche giorno fa, solo nelle prossime news. Considerando che giovedì 20 siamo entrati nella primavera astronomica, no certo quella meteo, ho introdotto un nuovo countdown : quello al prossimo solstizio d'estate, fissato per le 00:00 GMT del 20 Giugno (cioè le 2 italiane perché ci sarà già l'ora legale). A proposito di questa, domenica 30 alle 2 dovremo mettere gli orologi avanti di un'ora Anche se il resoconto sulle visite al sito sarà introdotto nelle prossime news, permettetemi di segnalare che la pagina 'conto_alla_rovescia_ora_legale' sta registrando decine di accessi il giorno. Ad oggi è a quota 3700, mentre ad inizio Febbraio non aveva ancora superato le mille visite. Si vede che pure voi aspettate a gloria l'ora legale, un'ora di sonno in meno (che si recupera presto) ma sopratutto un'ora di Sole in più! Dopo questa "osannazione" dell'ora legale, voglio segnalare nella pagina 'LINKs' è stato eseguito il consueto controllo trimestrale utilizzando lo “Xenu's Link Sleuth”. Un paio di URL ormai andati sono stati rimossi; mentre un altro era nel frattempo cambiato e quindi stato possibile recuperarlo. Qualche giorno fa, rimettendo a posto i testi della pagina 'programmi_utili_video', mi sono reso conto di due cose: 1) il Web2pic nella versione freeware lasciava un po' a desiderare; 2) la categoria giusta dei programmi sarebbe stata quella dell'editing immagini piuttosto che del 'video', che si poteva confondere con i filmati. Così ho trovato un altro programma alterativo al Web2pic e creato una pagina di nome 'programmi_utili_immagini'. Comunque se andate su 'programmi_utili_video' sarete automaticamente reindirizzati alla nuova pagina. Già che c'ero ho riorganizzato a livello cromatico 'archivio_programmi_utili', dove sono organizzati in sezioni i programmi "utili". Il titolo di questa pagina (ARCHIVIO PROGRAMMI UTILI) adesso è colorato in verde rispetto al precedente. Nelle nove sezioni, da 'programmi_utili_sistema' a 'programmi_utili_trasferimento_dati', i colori dei titoli delle pagine sono stati cambiati dal precedente all'attuale. Proprio ieri ho deciso di aggiungere fra parentesi graffe i risultati finali delle gare di calcio che avevo elencato come importanti per i campionati di Fiorentina e Pistoiese. Quindi al lato di una partita tipo squadra1(punti,attuale_piazzamento)-squadra2(punti,attuale_piazzamento) ci sarà il risultato in questa forma: {x-x}. Questo nuovo corso, se vogliamo definirlo così, è stato applicato dal 1° Gennaio indovinate-di-quale-anno. Infine ho deciso di mettere la parola 'news' in tondo, cioè senza il corsivo, poiché ormai di uso comune nell'italiano. Questo cambiamento è stato applicato a molte pagine, ma quelle relative alle news ante-2007 sono state tralasciate. Non credo di dover scrivere altro e quindi passo oltre. La navicella Cassini, vedi sito dell'Esa e quello della Nasa, mercoledì 12 ha eseguito un sorvolo davvero ravvicinato di Encelado passando a soli 50 km dalla sua superficie. In questo fly-by, il quarto dopo i primi tre nel 2005, la navicella con lo spettrometro di massa ha individuato acqua, anidride carbonica ed altri idrocarburi in alcuni geyser nel polo Sud. Purtroppo l'analizzatore di polvere cosmica per ragioni non ancora chiarite ha avuto un malfunzionamento; quindi niente informazioni sull'eventuali particelle incontrate nella traiettoria di avvicinamento/allontanamento. Speriamo che nel prossimo fly-by, previsto entro l'anno si possa scoprire qualcosa di più; intanto beccatevi la pagina della notizia a cura del JPL. Intanto analizzando i dati raccolti dal RADAR (Radio Detection and Ranging Instrument) in 19 sorvoli di Titano dall'Ottobre 2005 al Maggio 2007, gli scienziati della Nasa ipotizzano l'esistenza di un mare liquido circa 100 km sotto la sua superficie. Naturalmente non ci sono certezze, ma se volete saperne di più, date un'occhiata a questa pagina web, a questo schema e già che ci siete pure a questa animazione. Ormai la missione primaria è agli sgoccioli, dato che il suo termine è fissato il prossimo 30 Giugno (quattro anni esatti dall'inserimento in orbita). Molto probabilmente sarà estesa almeno fino alla fine del 2008, quando dovrebbero essere completati tre sorvoli di Encelado (11 Agosto, 9 e 31 Ottobre) più cinque di Titano (31 Luglio — 45°, 3 e 19 Novembre — 46° e 47°, 5 e 21 Dicembre — 48° e 49°). La centesima orbita intorno a Saturno sarà completata con il raggiungimento del pericentro il 26 Dicembre; poi non lo so cosa farà la Nasa di questa sonda, ancora in buone condizioni nonostante gli undici anni nello spazio. MUSES-C/Hayabusa lo scorso 28 Febbraio è transitata all'afelio nella sua terza orbita intorno al Sole, da dove era distante ben 1,63 UA (243.844.577 km). La distanza dalla Terra aumenterà rapidamente, a fine Maggio raggiungerà le 2,5 unità astronomiche (vedi grafico) Intanto giovedì 6 era presumibilmente 329.591.200 km. Ecco nell'ordine: l'ultima release, lo schema con la posizione della sonda in questo mese, il sito ufficiale della missione. La navicella dell'Esa Rosetta sta continuando il suo viaggio nello spazio, percorrendo la sua quarta orbita intorno al Sole. Gli status report del 2008 sono per ora questi: 22 Gennaio, 19 Febbraio, martedì 18 Marzo. Non c'è niente di particolare da segnalare a parte la data fissata per il fly-by con l'asteroide 2867 Šteins il prossimo 5 Settembre. Mercoledì 19 MESSENGER ha correttamente compiuto la terza delle cinque DSM [Deep Space Maneuvers, ‘‘Manovre nello Spazio Profondo’’] necessarie per inserirsi in orbita intorno a Mercurio il 18.03.2011. Con la DSM-3 è stato assicurato il secondo fly-by con il primo pianeta del sistema solare, fissato per il prossimo 6 Ottobre. Se siete proprio curiosi, posso dirvi che la prima manovra nello spazio profondo, attuata il 12.12.2005, servì per sorvolare Venere nell'Ottobre 2006. La DSM-2 eseguita il 17.10.2007, quindi pochi mesi fa, ha permesso il primo fly-by dello scorso Gennaio. Per la cronaca la DSM-4 del 6 Dicembre 2008 "punterà" la navicella verso Mercurio nel suo terzo fly-by del 29.09.2009. Infine la DSM-5 del 29.11.2009 servirà per l'inserimento orbitale previsto fra circa tre anni. Chiudendo il capitolo delle "manovre", il prossimo 24 Aprile è in programma la TCM-24 (Trajectory Correction Maneuver, ‘‘Manovra di Correzione della Traiettoria’’) che affinerà il secondo incontro ravvicinato del prossimo Ottobre. Se magari non vi fidate di ciò che ho scritto, date direttamente un'occhiata alla mission news di mercoledì 19. La missione EPOCh [Extrasolar Planet Observations and Characterization] da parte della navicella Deep Impact/EPOXI non è durata nemmeno un mese. Infatti il 17 Febbraio la sonda è entrata in safe mode : una condizione dove tutti i sistemi essenziali sono spenti finché non vengono ricevuti comandi dal centro di controllo. Forse un giroscopio, che aiuta a mantenere l'assetto, ha registrato una temperatura troppo alta; questo ha indotto il software di protezione alla safe mode. Peccato perché la sonda in quei momenti stava trasmettendo dati sulla missione EPOCh, iniziata il 22 Gennaio con l'osservazione del esopianeta gigante HAT-P-4. Il 29 Febbraio EPOXI è tornata in modalità normale e da lunedì 3 Marzo ha scaricato l'immagini riprese prima di entrare in safe mode. Il ripristino si è completato tre giorni dopo, quando EPOCh è potuta riprendere con l'osservazione dell'esopianeta transitante TrEs-3. Rimanendo in tema di navicella della Nasa, New Horizons sta continuando senza problemi il suo viaggio verso Plutone. Lo scorso 24 Gennaio sono state pubblicate sul sito ufficiale della missione, vedi qui, alcune immagini del pianeta riprese nell'Ottobre 2007. Passando adesso ad una notizia sulla sonda, lo scorso 21 Febbraio è stata oltrepassata la soglia delle 9 unità astronomiche dal Sole; cioè 1.346.381.100 km o 836,6 milioni di miglia se vi piace di più. Su questa pagina troverete anche un'immagine con la posizione della navicella rispetto al Sole e Giove "fissata" alle 10:00:00 UTC del 21 Febbraio. Tornando adesso più vicino alla Terra, la sonda Dawn è in viaggio nello spazio per la sua lunga missione verso prima Cerere (Luglio 2011) e poi Vesta (Febbraio 2015). La propulsione ionica sta continuando a funzionare senza problemi dall'accensione dello scorso 17 Dicembre, quando è iniziata la interplanetary cruise phase. Il 26 Dicembre e 2 Gennaio la propulsione è stata interrotta per permettere all'antenna principale di comunicare a Terra lo status di bordo. Il 15 Gennaio un raggio cosmico ha colpito un componente elettronico di bordo e così la propulsione ionica è stata interrotta per un po' di giorni. C'è stata pure un'entrata in safe mode, superata brillantemente con un aggiornamento del software di bordo. Dal 25 Gennaio è ripresa la spinta dei motori ionici, il 21 e 22 Febbraio la telecamera ha fatto alcune riprese di test. Al 29 Febbraio tutti i sistemi di bordo funzionavano come previsto; speriamo che lo facciano tuttora. / Nella sezione d'astronautica sono state fatte delle modifiche per migliorare la leggibilità nella tabella delle sonde. Al posto della gif "lampeggiante"  disponibile  è stato inserito un testo scorrevole con scritto scheda online. Un'utente mi ha suggerito di evitare immagini intermittenti perché danno una sensazione di fastidio, a dire il vero un po' di noia la danno con quell'effetto psichedelico. Adesso per accedere ad una scheda dovrete cliccare non più sulla gif ma sul testo scorrevole bordato. L'aggiornamento della scheda di 'ranger_7' secondo il nuovo corso per ora rimane fermo.   Fiorentina  –  Genoa  1893 , nona giornata di ritorno disputata domenica 16, è terminata 3-1 [ diretta testuale, tabellino, highlights, fotogallery, statistiche 1 e 2, analisi aggiornata delle gare disputate dal 18.03.2007 al 17.03.2008]. Forse l'1-0 era viziato da un fuorigioco millimetrico dello stesso Santana, ma il vantaggio era meritato visto l'approccio finalmente positivo della Fiorentina ad una gara-post impegno di Coppa. Mutu, appena rientrato dall'infortunio patito il 24 Febbraio contro la Roma, ha giocato una grande partita; il suo quindicesimo gol stagionale è stato come un "sigillo". Infine Pazzini si è dimostrato il bomber di razza quale è, sboccandosi dopo quasi un mese e mezzo; diciamo che si è fatto un po' perdonare l'erroraccio di Siena. Con questa vittoria, l'ottava in casa e quattordicesima stagionale, la ‘Viola’ ha dimostrato di non aver risentito della battuta d'arresto della settimana scorsa. Finalmente la Fiorentina dei Della Valle ha battuto il Genoa dopo due pareggi (2-2 a Firenze il 16.11.2003 in serie B, 0-0 a Genova il 28.10.2007 in serie A) e due sconfitte (0-1 in Coppa Italia il 23.08.2006, 1-2 il 10.04.2004 in serie B). Matías Nicolás Masiero Balas, centrocampista uruguayano classe 1988, grazie alla Fiorentina è entrato alla grande nel club dei marcatori della massima serie italiana: infatti ha segnato l'1-3 ventotto minuti dopo essere entrato in campo, al posto di Fabiano, nella sua prima partita! Non voglio nemmeno immaginare quanti giocatori, magari stranieri, hanno segnato il loro primo gol in serie A proprio alla Fiorentina... Infine c'è da segnalare che nelle partite della massima serie, a Firenze, fra gigliati e rossoblu il pareggio è un risultato tabù. Era dal 12.02.1995 che il Genoa non scendeva in campo all'“Artemio Franchi”, anche allora finì 3-1. L'ultimo pareggio "fiorentino" risale alla prima giornata del campionato 1992-93: 1-1. Anche se certo non vi interessa, fu la prima volta che andai a vedere la Fiorentina a Firenze. Io e dei miei amici si prese il pullman "speciale" agli Olmi, sull'allora strada statale 66. Ricordo che marcò Effenberg su punizione e poi pareggiò l'olandese degli ospiti nella ripresa in diagonale. Non fu certo un bell'esordio, tanto più che alla fine della stagione arrivò quella retrocessione che ancora adesso, dopo 15 anni, non ho digerito... Chiudendo le statistiche, l'ultimo successo dei genoani risale alla 22ª giornata del campionato 1976-77: 2-1. L'ultimo turno infrasettimanale della stagione, valido per la 29ª giornata, si è giocato alle 20:30 di mercoledì 19;  Napoli (33) –  Fiorentina (50) è finita 2-0 [ diretta testuale, tabellino, highlights, statistiche 1 e 2]. La partita praticamente si è decisa nella mezz'ora del primo tempo: gol di Lavezzi al 23’, pareggio di Mutu annullato da Rosetti per un presunto (secondo me inesistente) fallo di Ujfaluši su Calaiò al 25’ e raddoppio sempre di Lavezzi al 31’. La ripresa ha visto subito il portiere Gianello immolare la sua mano sulla traversa per respingere l'incornata di Mutu; poi non è successo altro per la gioia dei tifosi locali e la delusione di quelli ospiti e spettatori di fede gigliata in TV.  Insomma la serata al San Paolo è stata una serata storta, anche se capitano spesso se la ‘Viola’ gioca in notturna e trasferta. Frey non ricorderà con piacere la 100ª presenza in maglia (82 in serie A, 8 in Coppa Italia, 9 in Coppa Uefa); invece per Ivan Ezequiel Lavezzi, attaccante argentino classe 1985, è stata la prima doppietta in serie A. L'arbitro torinese Roberto Rosetti continua a far discutere nei suoi arbitraggi (15 finora) con la Fiorentina; stavolta ha annullato un gol a Mutu per "fallo di confusione", ma il 22.05.2005 in Lazio-F. non buttò fuori Siviglia e concesse il rigore ai viola nonostante il difensore laziale avesse respinto la palla con un braccio sulla linea di porta! Tornando ai precedenti Napoli-Fiorentina, l'ultimo fu disputato il 04.04.2001 a Palermo e finì 1-0 (non vinsi 160.000 lire perché misi 2 mannaggia a me), non tutti sanno che la prima diretta TV calcistica fu proprio un N.-F. Il 31 Dicembre 1955 sul ‘Primo’, l'unico canale allora esistente, fecero vedere ben due partite in diretta: Roma-Atalanta e a seguire N.-F. All'Olimpico nel pomeriggio i locali vinsero 5-1, mentre i viola in prima serata regolarono i biancoazzurri per 4-2: Montuori 34’, Virgili 51’, Vitali (N) 64’, Monuoti 67’, Virgili 72’, Jeppson (N) su rigore al 75’. Ma tornando al presente, o giù di lì, i gigliati non raccolgono punti allo stadio del quartiere di Fuorigrotta da un po' di anni: 1-1 il 30.11.1997 e 2-0 il 15.10.1995. Infine  Fiorentina (50) –   Lazio  (37), undicesima giornata di ritorno — anticipata a sabato 22 per le festività pasquali — è finita 1-0 [ diretta testuale, tabellino, highlights, fotogallery, statistiche 1 e 2]. Frey nel riscaldamento ha accusato un marasma ai visceri e così ha lasciato il posto al portiere in seconda Avramov (esordio stagionale per lui). La gara è stata vibrante fin dall'inizio con continui rovesciamenti di fronte; l'occasioni sono fioccate da ambo le parti, vedi Pazzini, Mutu, Pandev, Rocchi. Mutarelli poteva prendersi prima una camomilla perché in pochi minuti ha rimediato due cartellini e al 37’ il sig. Orsato di Schio lo spediva a farsi una doccia fredda. Solo una prodezza poteva sbloccare uno 0-0 già scritto e Pazzini l'ha realizzata sul finale, per la gioia dei miei occhi nel vedere la pagina 202 del Televideo. Avramov non ha fatto rimpiangere Frey, però qualche uscita "a farfalle" se la poteva risparmiare eheheh. Infine vorrei segnalare che i giocatori laziali non sanno nemmeno dove sta di casa il fair-play... Passando ai numeri, che è meglio, la Fiorentina continua il suo andamento altalenante: vittoria a Torino, sconfitta a Siena, 3-1 sul Genoa, 0-2 a Napoli e 1-0 sulla Lazio. Dall'inizio dell'anno i gigliati hanno vinto otto volte (cinque in casa e tre in trasferta), pareggiato in un'occasione e perso quattro gare (una in casa e tre in trasferta). Gli ultimi risultati di parità, lontano da Firenze e fra le mura amiche, non sono recenti: 2-2 a Bergamo con l'Atalanta lo scorso 8 Febbraio e 1-1 a Firenze con la Juventus addirittura il 7 Ottobre 2007. Per Pazzini è l'ottavo gol stagionale, secondo consecutivo in casa, nel corso di 22 partite. Riguardo i ricorsi storici c'è da segnalare che il pareggio all'“Artemio Franchi” fra Fiorentina e Lazio manca quasi otto anni: l'ultimo fu un pirotecnico 3-3 il 15.04.2000. Avendo scritto anche troppo, voglio solo elencarvi i prossimi impegni dei gigliati:  Udinese (47) –  Fiorentina (53,quarta) alle 15 di domenica 30;  Fiorentina  –  PSV Eindhoven , andata dei quarti di finale della Coppa Uefa, alle 20:45 di giovedì 6 Aprile (cartella stampa in pdf) [diretta su La7 e Sportitalia • diretta radiofonica, pure in streaming, su Radio Blu e Lady Radio];  Fiorentina  –  Reggina , tredicesima giornata di ritorno, alle 15 di domenica 6. Note sul campionato: nella lotta per il terzo e quarto posto, che garantiscono l'accesso ai preliminari di Champions League, saranno particolarmente importanti queste gare: Juventus(58,terza)-Parma(29) {rimandata al 16 Aprile e finita 3-0} e Milan(49,quinto)-Atalanta(38) {1-2} • dodicesima giornata di ritorno • Milan-Cagliari {3-1} e Palermo-Juventus {3-2} • tredicesima g. Domenica 16 per la ventisettesima giornata, decima di ritorno, si è disputata:  Sorrento  –  Pistoiese . Allo stadio “Italia” c'erano circa 1400 spettatori di cui una trentina provenienti da Pistoia (lontana ben 550 km). La coppia "tecnica" Ansaldi-Bellini ha riproposto il 4-4-2 formato trasferta con l'intento annunciato di portare a casa almeno un punto. La prima occasione è stata al 10’ per Cipolla, che su suggerimento di Motta spedisce a lato di testa. Al 13’ Pezzella s'incarica di battere una punizione un paio di metri prima del vertice destro dell'area di rigore; il suo tiro mancino supera la barriera e s'infila a mezz'altezza sulla parte sinistra della porta. Mareggini era posizionato nel mezzo, forse è scattato con un secondo di ritardo oppure non si aspettava una conclusione diretta, fatto sta che ha potuto solo sfiorare la sfera in tuffo (vedi filmato del gol). La reazione della Pistoiese si è concretizzata otto minuti dopo con un gol, però annullato ingiustamente. Briganti batte una punizione dall'out sinistro, palla in area, Cipolla in acrobazia riesce a mettere in rete una prima respinta ravvicinata di Brunner (foto 1, 2, 3). La gioia del fantasista è durata pochissimo perché il guardalinee ha segnalato un fuorigioco, che non c'era assolutamente perché un locale si trovava quasi  sulla linea di fondo. Rivedendo su TVL il servizio filmato, pure di pessima qualità (complimenti alla TV locale), si può notare che l'arbitro aveva convalidato la rete. Però le vibrati rimostranze dei giocatori e del pubblico l'hanno indotto a consultare il guardalinee. Così il sig. Tramontina di Udine ha dimostrato di non avere polso, essenziale per un arbitro specie nei campi "caldi" del Sud Italia... Al 41’ l'ex Florentia Nicodemo ruba palla al centrocampo, serve l'ex D'Isanto che con un tiro dal limite impegna severamente Mareggini (curiosamente questa occasione è descritta con le stesse parole sia dal giornalista della Nazione che del Tirreno — altrettanto curiosamente non l'ho rivista nella sintesi filmata). Un minuto dopo Ripa si è trovato solo davanti a Mareggini che riesce a chiudergli lo specchio; a dire il vero l'estremo difensore ha anticipato l'avversario prendendo la palla al volo. La Pistoiese cosa ha fatto fino a quel momento? Praticamente nulla: gioco asfittico, centrocampo in affanno ed incapace di costruire e servire Motta e Cipolla. Lo so che i se non contano nulla, nella vita come nel calcio, ma con la convalida dell'1-1 di Cipolla chissà cosa sarebbe successo... Dal primo della ripresa Ansaldi, non potendo difendere lo 0-1, ha inserito Ciarrocchi al posto di un evanescente Bellazzini. Quindi l'assetto della squadra è diventato un 4-3-3, ma sempre con l'attacco isolato decine di metri in avanti rispetto al centrocampo sovrastato dagli scatenati Nicodemo e l'ex D'Isanto (complimenti a chi non l'ha riconfermato). Purtroppo l'andazzo non è cambiato: gioco farraginoso e occasioni che si contano sulle dita di una mano! Al 2’ Maury anticipa provvidenzialmente Ciarrocchi a tu per tu con Brunner (occasione citata in maniera disgiunta — cioè usando parole diverse — sia dall'inviato "nazionale" che "tirrenico"). Al 21’ il segnalinee, tanto per farsi ben volere, ha annullato un altro gol a Cipolla. La posizione era sospetta, però mi è sembrato che un difensore locale abbia toccato la sfera. L'azione si era sviluppata sulla sinistra con Motta, abile ad accentrarsi e sparare un sinistro al fulmicotone dai venticinque metri. Brunner ha potuto solo ribattere, la sfera è carambolata forse su un difensore e poi verso Cipolla che segnava anticipando persino Ciarrocchi. Al 30’ Ansaldi o Bellini, non so chi decida le sostituzioni, ha la bella idea di togliere Cipolla a favore di Boldrini (un centrocampista!). La gara si è conclusa senza altre emozioni, il sottoscritto sentendo la radiocronaca ci ha sperato, sperato ma... ancora una volta niente. Ansaldi si è presentato davanti alla telecamere rabbuiato e deluso (chissà perché Bellini preferisce "delegare" il collega). Il tecnico lucchese ha un po' recriminato sulla terna arbitrale, che come quelle delle partite precedenti hanno un po' bacchettato gli arancioni. A suo dire <<non è ancora detta l'ultima parola>>, però <<la classifica ora si è allungata>>; anche lui ravvisa l'allergia al gol, la sua improduttività della squadra, il gioco involuto. Infine ha difeso il cambio di Cipolla per Boldrini sostenendo che il trequartista era stanco. Il presidente Massimiliano Braccialini, che ha visto la gara allo stadio “Italia” insieme al fratello Emanuele, era davvero sconfortato. L'ennesima partita del riscatto si è risolta con un'altra sconfitta di misura; il problema a suo dire <<è che costruiamo poco e tiriamo in porta ancora meno>> (parole sante). Il ds Botteghi se l'è presa con l'arbitro, perché dopo aver convalidato il gol ha sentito il parere del guardalinee. Dopo questo 0-1 [ tabellino], secondo in trasferta e terzo stagionale — stesso risultato della gara d'andata — la situazione si è fatta brutta. Il Sorrento è ormai fuggito sei punti avanti, la Sambenedettese tallona gli arancioni ad una lunghezza mentre incalza pure la Juve Stabia (1-1 con la Sangiovannese) a quota 27. La salvezza diretta è sempre a quattro punti avanti, a quota 34, dove staziona il Potenza (sconfitto in casa dall'Ancona). Il match-winner dei campani, Luigi Pezzella, è alla prima rete fra i professionisti e terza fra i rossoneri locali. A parte 4 partite nell'Albanova in C2 (1997-98), i successivi otto campionati (dal 1998-99 al 2005-06) li ha giocati nel Sorrento in serie D. Solo nel 2005-06 ci fu la storica promozione in C2, poi l'anno scorso arrivò anche un'altra incredibile promozione, nei playoff se non erro. Infine permettetemi di fornire il computo (sconfortante) dei due precedenti fra Pistoiese e Sorrento: 0 vittorie, 0 pareggi, 2 sconfitte; 0 gol fatti e 2 subiti. Giovedì 20 il presidente Massimiliano Braccialini ha imposto il silenzio stampa per tutti. Questa disposizione a suo dire servirà per concentrare l'attenzione sulle prossime partite, che saranno decisive per il destino degli arancioni. Ansaldi e Bellini prima della "serrata" hanno dichiarato che la condanna ai playout non era ancora scritta; insomma l'ultima spiaggia doveva ancora venire... se lo dicono loro. Adesso fino a nuovo ordine M. Braccialini parlerà per tutti.  Sambenedettese (28,quartultima) –  Pistoiese (29,quintultima) undicesima giornata di ritorno, è stata anticipata a sabato 22 per le festività pasquali. Così nella consueta sessione di cazzeggio del sabato, ho "costretto" Gabriele a sentire la radiocronaca via web; sicuramente mi avrà perdonato eheheh. Passando adesso alla partita di San Benedetto del Tronto, allo stadio “Riviera delle Palme” c'erano circa 4000 spettatori di cui una cinquantina giunti da Pistoia (distante 373 km). L'inizio di gara è stato un vero incubo per la difesa: dopo soli 30’’, sullo sviluppo di un'azione viziata da un fuorigioco "di rientro", Curiale mette nel mezzo; Morini aggancia in area, si libera con una finta di Calabro (che spesso corre a vanvera) e può battere a rete. Meno male che san Gian Matteo Mareggini respinge il rasoterra ravvicinato di piedi (e d'istinto). Al 3’ Curiale si incunea in area da destra, vincendo via via il contrasto con gli avversari che gli si parano d'innanzi; il rossoblu riesce a superare anche Mareggini e poi mette nel mezzo. Morini che segue l'azione può battere a colpo sicuro in area piccola, fortuna vuole che Di Simone (non Caco come scritto da altre parti) ribatta sulla linea! Al 14’ — minuto maledetto — l'eterno Palladini sventaglia lungo dalla linea di centrocampo; Caco per anticipare Morini, che gli farà davvero vedere i sorci, tocca la palla con un braccio. È stato un intervento d'istinto, goffo e inutile perché forse la palla sarebbe sfilata fuori; purtroppo il fallo era in area e quindi il sig. Peruzzo di Schio, non può che assegnare la massima punizione. Lo stesso Morini si è incaricato della battuta realizzando con un tiro a fil di palo quasi sfiorato da Mareggini. Faccio altresì notare che, in considerazione del sabato santo, le mie imprecazioni si sono ridotte all'essenziale eheheh. Al 20’ Pisani perde un contrasto con Morini, che a dire il vero l'anticipa pulito, lo scatenato attaccante locale può presentarsi davanti a Mareggini che ancora una volta salva il tiro a botta sicura. Al 25’ su un altro attacco tambureggiante dei locali, Calabro tenta di liberare con un disimpegno goffo che supera l'attonito Mareggini (nel frattempo travolto da un avversario). La palla sfila lenta verso la porta ma Caco riesce a recuperarla e spazzarla in tribuna. Insomma già a metà primo tempo gli abruzzesi potevano essere sul 4-0; solo a quel punto gli arancioni si sono destanti. Al 28’ su cross di pennellato da Di Simone, Cipolla "cicca" ad un passo dalla porta. Al 31’ una punizione dai trenta metri tirata da Motta sibila vicinissima all'incrocio dei pali della porta difesa da Visi. Al 39’ Calabro di testa sfiora il bersaglio grosso con un gran colpo di testa. Ansaldi decide di lasciare egli spogliatoi Cuneaz riproponendo Lanzillotta in "cabina di regia". Al 3’ Cia dopo l'ennesima vaccata della difesa si trova un comodo pallone in area piccola; meno male che tira della serie "la tocco piano" e così la sfera s'infrange su un palo di protezione a venti metri dalla porta! All'ottavo l'ineffabile coppia Ansaldi-Bellini decide per la terza punta: fuori Breschi e dentro Ciarrocchi. Al 10’ Ficini lancia Ciarrocchi, il centravanti protegge la palla e poi la lancia avanti; un avversario la tocca senza trattenerla fornendo così un assist per Gambadori. Il difensore senza pensarci troppo scocca un sinistro terrificante dai venticinque metri, la palla prima incoccia il palo interno e poi finisce in rete! Credetemi è stato un vero eurogol, Visi e nemmeno Jàšin insieme a Buffon avrebbero potuto fare qualcosa. Naturalmente ho esultato, ma con una certa moderazione perché non si sa mai... Infatti al 15’ — i quarti d'ora portano davvero male — Lanzillotta per interrompere un'azione d'attacco sceglie un assurdo rinvio verso l'area; Calabro tampinato da Cia corre verso Mareggini, che gli si va avanti. Ma il portiere rinvia ma sul corpo del compagno, la palla carambola sui piedi di Cia che trovandosi la porta spalancata può mettere comodamente in rete. In quei minuti stavo aspettando che il Televideo aggiornasse il parziale di 1-0, ed invece dell'1-1 mi appare il 2-1! Quando ho poi rivisto il servizio filmato, mi sembra lunedì, ho detto tante cose poco carine verso Calabro e Mareggini. Credetemi è stato un gollonzo che non si vede nemmeno in Terza categoria. La Samb dopo aver acquisito l'inatteso e rocambolesco vantaggio ha cercato di spezzare il gioco e tenere gli arancioni lontani dalla porta di Visi. Al 25’ Cipolla metteva alto di poco sulla traversa un cross del generosissimo Gambadori. Al 26’ Ansaldi o Bellini decideva per un altro cambio abnorme: Bellazzini per Cipolla. L'ultima occasione è capitata al 41’, quando Ciarrocchi si è conquistato una punizione dai venti metri in posizione centrale. Di Simone tira forte, ma centrale, così Visi può parare accovacciandosi a terra. I sei minuti di recupero se ne vanno presto perché vari locali chiedono l'intervento dei sanitari. Proprio all'ultimo secondo dice che ci sia stata un'azione dubbia in area di rigore della Samb, ma l'arbitro ha fischiato la fine invece che il rigore. Non avendo visto immagini dell'azione non posso giudicare, vi ho riportato solo quello che c'è scritto nella cronaca della gara a cura del sito ufficiale. A fine gara [ tabellino, filmato sulla gara ripreso dal cellulare di un tifoso locale, servizio filmato] il presidente Massimiliano Braccialini ha avuto parole durissime. Era davvero furioso, ha detto che la squadra <<è senza attributi>>, <<non è combattiva>>, <<non si è calata nella realtà>>. Sfogandosi via telefono con Maurizio Tintori, conduttore della trasmissione di TVL “Assist”, ha detto di <<vergognarsi di questa squadra>>. A suo dire oltre a problemi di gioco, mentalità, concretezza, c'è anche un problema fisico dato che ha visto molti giocatori non correre e poco reattivi. Insomma oltre alla guida tecnica, su cui non esclude nulla, sotto esame c'è anche il preparatore atletico Cioni. I cambi decisi da Ansaldi-Bellini sono stati ritenuti da Braccialini I assolutamente non condivisi. Insomma la panchina dei due tecnici è assai traballante, tutto verrà probabilmente nella prossima gara. Prima di passare oltre vorrei far notare una curiosità: i voti dati da Nazione e Tirreno per vari giocatori differiscono di molto come se i rispettivi inviati avessero visto due partite differenti. Ad esempio Caco è stato valutato da Nazione e 4 dal Tirreno, Pisani "contro" 6, Calabro 4 Vs. 6, Di Simone 4 Vs. , Cipolla 4 Vs. , Motta 5 contro . Personalmente ritengo le valutazioni "nazionali" troppo severe seppure Calabro, Pisani e Caco abbiano giocato maluccio. Passando adesso ai numeri, è la seconda sconfitta consecutiva (settima in trasferta e terza per 1-2 nella successione 0-1, 1-1, 1-2). Nell'ultime quattro gare è stato raccolto un solo punto, l'1-1 con la Massese il 9 Marzo. La vittoria casalinga manca dal 17 Febbraio (1-0 al Potenza), mentre quella in trasferta è un po' più recente (2-0 a Perugia l'8 Febbraio). Alessandro Gambadori è alla seconda rete in 23 gare (la precedente era valsa il momentaneo 1-1 a Lanciano). Il centrocampista umbro ha così superato il suo massimo score stagionale: una rete nel 2001-02 (Aquila—C1), 2005-06  (Pavia—C1), 2006-07 (Sassuolo—C1). Invece il biondissimo Michael Cia, esterno destro bolzanino classe 1988, è alla prima rete in C1; comunque ne aveva realizzate sei in tre campionati di C2 (2004-05 e 2006-07) nelle file del Sud Tirol-Alto Adige. Passando adesso ai ricorsi storici, la Pistoiese non ha mai vinto nel rettangolo di San Benedetto del Tronto (stadio “Fratelli Ballarin” fino al 1985). L'ultimo pareggio risale al 03.06.1984, penultima giornata del campionato di serie B. Quella gara era determinante per la salvezza e finì 1-1 con vantaggio locale di Gamberini al 41’ e pareggio di Iacobelli al 66’. Fatto sta che nonostante il 2-1 sulla Cavese nell'ultima giornata, la Pistoiese retrocesse per un punto terminando a quota 34 alla pari con il Palermo; invece Empoli, Monza, Sambenedettese, Cesena arrivarono a quota 35. Per inciso, l'ultima partita degli arancioni al “Riviera delle Palme” fu l'andata dei sedicesimi di Coppa Italia serie C: 04.12.2002, 1-2 con gol di Pantano a dimezzare le distanze. Infine i 28 precedenti fra Pistoiese e Sambenedettese sono così distribuiti: 8 vittorie, 10 pareggi, 9 sconfitte; 31 gol fatti e 31 subiti. La situazione in classifica adesso si è fatta abbastanza brutta: seppure la sestultima, il Potenza, rimane a quota 33 (infatti ha perso 0-1 a Lucca nell'insolito anticipo delle 12:30), la Samb è passata avanti alla Pistoiese di due punti. Invece la Juve Stabia è rimasta a quota 27 perché sconfitta in extremis dal Taranto, infine la Sangiovannese ha pareggiato 1-1 con la capolista Salernitana. Nel computo degli scontri diretti, adesso la situazione fra Pistoiese e Samb sarebbe pari: 1-0 a Pistoia e 1-2 a San Benedetto del Tronto. In caso di arrivo a pari punti fra le due squadre, si terrà conto della differenza reti totale; al momento è -8 per gli abruzzesi (26 gol fatti e 34 subiti) contro -7 degli arancioni (23 e 30). I diffidati fra le file prima di quest'ultima gara erano: Di Simone (dieci ammonizioni — complimenti!), Briganti, Breschi e Cipolla (3). Con le tre ammonizioni rimediate, Breschi sarà squalificato e Lanzillotta andrà in diffida. Intanto lunedì il presidente M. Braccialini ha deciso di consultare tutto l'ambiente parlando con tecnici, dirigenti, medici, massaggiatori (e magari anche con i magazzinieri e l'accompagnatori). Sembrava che la coppia tecnica Ansaldi-Bellini, dopo le dichiarazioni roventi della domenica, fossero al capolinea. Invece il patron ha deciso di rinnovare la fiducia, a tempo immagino; anche il preparatore atletico per ora rimane. Dice che sia stato Ansaldi a fargli cambiare idea; inoltre gli avrebbe assicurato di non guarderà più in faccia a nessuno. Una volta tanto i maggiori responsabili di un periodo di crisi sono stati trovati nei calciatori invece che nella guida tecnica. Le sanzioni previste per contratto (messa fuori rosa, sospensione dello stipendio e altro) saranno decise dell'allenatore e subito applicate dalla società. Intanto il ritiro in vista della prossima gara è iniziato martedì e si svolgerà a Montecatini Terme. Infine Braccialini ha voluto ribadire che i giocatori ancora sotto contratto rimarranno anche in C2 (doppio plauso). Ieri a Ponte Buggianese la Pistoiese ha giocato un'amichevole contro l'Anchione, squadra di Prima categoria. Il risultato finale è stato di 9-0 (3-0 nel primo tempo); ma naturalmente l'acqua che bagna sarà solo quella della domenica. Speriamo che la lontananza dai malumori della città diano un po' più di tranquillità; intanto gli arancioni si allenano all'impianto sportivo della Palagina di Pieve a Nievole. Poi fino alla gara la squadra sarà in ritiro nella città termale; dalla convocazione sono esclusi Cocco e Biancospino, non certo per problemi fisici. Adesso ho scritto anche troppo; prossime gare, ormai decisive:  Pistoiese (29,quartultima) –  Sangiovannese (22,penultima) alle 15 di domenica 30 Marzo;  Pescara  –  Pistoiese  alle 15 di domenica 6 Aprile [ radiocronaca, anche on-air, su RDP]. Note: con appena sei gare a termine della stagione regolare, saranno importanti anche i finali di queste partite: Taranto(42)-Potenza(33) {1-2}; Sambenedettese(31,quintultima)-Gallipoli(45,quarto) {3-2}; Sorrento(36)-Juve Stabia(27,terzultima) {3-1} • dodicesima giornata di ritorno • Potenza-Gallipoli {3-2}; Juve Stabia-Sambenedettese {0-1}; Sangiovannese-Lanciano {2-1} • tredicesima g. Naturalmente con le news sulla Junior Aglianese sarò velocissimo per motivi che non sto a dirvi; tanto più che la scorsa settimana il campionato ha osservato la scorsa settimana un turno di riposo. Prossime gare dei neroverdi: Atletico Buggiano – Junior Aglianese (65,prima) alle 14:30 di domani; J. A. – San Felice alle 15:30 di sabato 5 Aprile, undicesima giornata di ritorno. Dato che il campionato mondiale di F1 è appena iniziato, mi limiterò a fornire i riferimenti essenziali sui due GP già disputati. Per la stagione appena iniziata ecco dei "riferimenti": il regolamento, i ventidue piloti & undici team, i diciotto circuiti. • GP d'Australia di domenica 16: commento tecnico, sintesi, diretta giro per giro, highlights. Podio: L. Hamilton (McLaren-Mercedes); N. Heidfeld (BMW-Sauber) a 5,478’’; N. Rosberg (Williams-Toyota) a 8,163’’ … K. Räikkönen (Ferrari) a cinque giri di distacco. Note sui due piloti del 'Cavallino rampante': F. Massa si è ritirato al 29° giro per la rottura del motore, Räikkönen ha dovuto abbandonare, a quattro giri dalla bandiera a scacchi, pure lui per una noia al propulsore 056-V8-90°. Nota statistica: era dal GP di Gran Bretagna del 13.07.1997 che entrambe le monoposto di Maranello non si ritiravano per problemi tecnici. • GP della Malesia di domenica 25: commento tecnico, sintesi, diretta giro per giro, highlights. Podio: K. Räikkönen (Ferrari); 2° R. Kubica (BMW-Sauber) a 19,570’’; H. Kovalainen (McLaren-Mercedes) a 38,450’’. Note sul ‘cavallino rampante’: F. Massa al 30° giro ha perso il controllo della sua monoposto finendo sulla sabbia; la sua gara è finita lì. Classifica titolo mondiale piloti: 1° L. Hamilton punti 14; 2° K. Räikkönen p. 11; 3° N. Heidfeld (BMW-Sauber) p. 11. Classifica titolo mondiale costruttori: 1ª McLaren-Mercedes punti 24; 2ª BMW-Sauber p. 19; 3ª Ferrari p. 11. Prossimo GP: del Bahrain a Manama sul Bahrain International Circuit alle 12:30 italiane di domenica 6 Aprile. Anche queste news sono finite, ci si ribecca a metà della prossima settimana e stavolta non ritarderò potete scommetterci la testa di naturalmente-non-vi-dico-chi. Ricordate di rimettere l'ora e state attenti ai pesci d'Aprile, saluti da ‘Br73’ Raffaele.

 Post Scriptum  Si parla molto dei quattromila soldati americani caduti nella Seconda guerra del Golfo, che praticamente dura dal 20 Marzo 2003; ma si parla davvero pochissimo del numero enorme (ed imprecisato) di vittime civili irachene. Secondo le stime del sito governativo “Iraq Body Count” potrebbero oscillare fra 82mila ed un milione! Non esistono morti di serie A o B, sempre morti sono...

 

  

  

  

  

  

  

apre  chiude la parte delle news relative al sito.

"    "  "       " notizie, astronomia / astronautica / sezione astronautica.

"    "  "       " la parte delle news relative alla Fiorentina.

"    "  "       " la "                                  " alla Pistoiese.

"    "  "       " la "                                  " alla Junior Aglianese.

"    "  "       " la "                                  " alla Ferrari.

 

 

◄─ NEWS 2007

ARCHIVIO GENERALE

HOME PAGE

II trimestre ─►